Goro
7 Maggio 2023
Da anni il ragazzo minacciava e maltrattava i genitori, spaccando anche mobili e suppellettili di casa . Ora è in carcere

Minacciò di morte il padre, picchiandolo con una pala. I carabinieri arrestano un 18enne

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Abusi all’asilo. Lo stagista arrestato confessa le violenze

Arrestato in flagranza dai carabinieri lo scorso gennaio con l'accusa di violenza sessuale e detenzione e accesso a materiale pedopornografico, lo stagista 21enne che svolgeva servizio civile in un asilo dell'Unione Valli e Delizie ha ammesso di aver abusato sessualmente di alcuni bambini dai tre ai cinque anni che frequentavano la scuola

Centauro morì contro la sua auto in divieto di sosta. Sarà processata

Andrà a processo la proprietaria dell'automobile posteggiata a bordo strada contro cui, lo scorso agosto, andò a sbattere in maniera fatale Alessio Maini, il motociclista 38enne di Porotto, morto in via Canonici dopo aver perso il controllo della moto su cui stava viaggiando in quel momento

“Ti ammazzo e ti seppellisco in giardino”

"Ti ammazzo e ti seppellisco in giardino". Sarebbe questa, secondo la Procura, una delle minacce di morte che un 51enne ferrarese, finito a processo con l'accusa di maltrattamenti, avrebbe pronunciato nei confronti di una donna di 54 anni, che all'epoca dei fatti abitava insieme a lui, costringendola a una quotidianità di umiliazioni e asservimenti che l'avevano portata a perdere ogni dignità personale, distrutta da un clima irrespirabile che ne aveva reso intollerabile la loro convivenza familiare

Goro. Nel pomeriggio del 5 maggio i carabinieri della stazione di Goro hanno arrestato un 18enne disoccupato del posto, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nella stessa giornata dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Ferrara per i reati di maltrattamenti contro familiari, estorsione e lesioni personali.

Dalle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Ferrara, è emerso che il giovane, già dal 2020, avrebbe costretto i genitori a subire continue vessazioni psicologiche, ingiurie, percosse ed estorsioni, culminate in una aggressione fisica lo scorso 2 aprile quando aveva addirittura minacciato di morte il padre, reo di non avere assecondato la sua ennesima richiesta di denaro, colpendolo con una pala che gli aveva provocato delle lesioni di media gravità.

Da anni, infatti, i genitori dell’indagato sarebbero stati costretti a vivere in un costante stato d’ansia e di timore continuo per la loro incolumità, poiché il figlio, tra le mura domestiche, aveva un atteggiamento aggressivo, arrogante e intimidatorio che sfociava spesso in episodi di violenza verso mobili e suppellettili e fisica verso gli stessi congiunti.

Il giudice quindi, concordando con gli esiti delle indagini dei carabinieri e della Procura, ha emesso una misura di custodia in carcere poiché, oltre alla gravità indiziaria emersa dalle numerose testimonianze e interventi di carabinieri e sanitari, sussisterebbe  poi anche il concreto e attuale pericolo che il giovane commetta nuovamente i gravi reati che gli vengono contestati non essendo in grado di contenere la propria aggressività.

Al termine delle formalità di rito, il 18enne è stato quindi trasferito dai militari presso la casa circondariale di Ferrara in attesa dell’interrogatorio di garanzia davanti al gip.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com