Economia e Lavoro
20 Marzo 2023
Tredici nuovi riconoscimenti conferiti in Camera di commercio dall'Accademia di fronte ad autorità e rappresentanti dell'imprenditoria locale

Maestri artigiani tra impegno, difficoltà e politica

di Redazione | 4 min

Leggi anche

Offese, minacce e botte alla compagna. La salva la polizia

L'avrebbe offesa e minacciata, arrivando anche a metterle le mani addosso in due occasioni. Oggi per quei fatti, avvenuti tra lo scorso settembre e l'inizio di febbraio di quest'anno, un ferrarese di mezza età deve rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni nei confronti della sua compagna, una donna ferrarese coetanea con cui conviveva che, stanca di quella situazione, ha preso coraggio e ha deciso di denunciare tutto alla polizia di Stato, dopo l'ennesima lite

Viaggiavano con arnesi da scasso e coltelli in auto, guai per una coppia

Ricettazione, porto abusivo di armi e possesso ingiustificato di arnesi da scasso. È quello di cui dovranno rispondere una coppia di origini georgiane, 45 anni lui e 26 anni lei, entrambi abitanti a Roma che, nella mattinata di giovedì 22 febbraio, sono stati fermati dai carabinieri mentre si trovavano a bordo della loro automobile, durante un normale controllo

Lotta al crimine. La polizia pattuglia la zona Gad

Due servizi straordinari di controllo del territorio. Sono quelli che nel pomeriggio del 20 febbraio e nella mattinata del 23 febbraio sono stati svolti dal personale dell'Upgsp della Questura di Ferrara unitamente alle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine dell'Emilia-Romagna di Bologna

Usano il taser durante la rissa, poi scappano. In auto avevano droga e coltello

Tre persone, originarie del Nordafrica e dell'est Europa, sono finite nei guai dopo che, nella serata di sabato 24 febbraio, a seguito di una segnalazione per lite, i poliziotti dell'Upgsp della Questura sono intervenuti in un'abitazione situata in una frazione della periferia nord della città, da cui due partecipanti si erano allontanati prima dell'arrivo degli agenti sul posto

Tante storie di vita, tante esperienze, tanto contributo alla crescita economica e non solo della nostra provincia. Un esempio, quello dei nuovi maestri artigiani premiati dall’omonima Accademia nella mattinata di domenica, in Camera di Commercio, per tutti gli imprenditori che devono far fronte a crisi energetica, della manodopera e in generale dell’economia italiana.

L’Accademia ha “diplomato” nove nuovi Maestri Artigiani, un nuovo maestro artigiano onorario, ha consegnato una Targa San Giorgio e ha nominato due nuovi Alfieri dell’Artigianato.

La manifestazione era organizzata dal presidente dell’Accademia Marco Garbellini, dal vicepresidente Roberto Carion, dal segretario Oderio Mangolini e dagli altri membri del Consiglio direttivo. All’evento erano presenti anche il sindaco Alan Fabbri, il parlamentare ferrarese Bergamini, il consigliere regionale Paolo Calvano, il commissario straordinario della Camera di Commercio Paolo Govoni, il direttore Cna Ferrara Diego Benatti e il segretario provinciale di Confartigianato Paolo Cirelli.

La cerimonia è stata anche l’occasione per fare il punto sulle diverse criticità che il mondo economico e imprenditoriale sta affrontando da qualche tempo a questa parte e delle possibili soluzioni. Garbellini ha ricordato la difficoltà del caro bollette e della mancanza di personale, Marco Cappellari il problema della denatalità, Fabbri i bandi non più attuali per gli imprenditori, approfittandone per aggiungere una sua considerazione politica su reddito di cittadinanza: “L’esempio dei maestri artigiani è l’ antidoto a una certa visione che si insinua alla base del reddito di cittadinanza, fatta di assistenzialismo, che va ben oltre le necessità. Un male da superare”. “Le istituzioni – ha invece commentato Calvano – devono applicare la costituzione, rimuovere ostacoli per la realizzazione dell’impresa libera, ma non senza controllo, la politica non deve cambiare le regole in corso, perché mette in difficoltà. Il sistema bancario deve essere al fianco di chi fa gli investimenti. Come Regione Emilia-Romagna teniamo alla formazione dei lavoratori, con gli Its e i percorsi di formazione devono incontrare le necessità dell’impresa. Fare impresa è difficile ma farla da un paesino ai margini della città senza infrastrutture è ancora più difficile”.

“Il valore dell’artigianato è della Pmi – ha spiegato poi Govoni – è oltre 99% in Italia. La formazione oggi viene fatta all’interno delle imprese mentre il costo della burocrazia è costo sottratto alle imprese per gli investimenti. L’espressione del lavoro artigiano è culturale, infatti dalla parole degli artigiani esce il valore vero: si parla di fatica, passione, valore del dipendente, di famiglia. I valori del bene comune sono rappresentati dal valore dell’artigianato e oggi dobbiamo dare soluzioni innovative. La Camera di commercio e le associazioni di categoria ci hanno permesso di presentarci a Ravenna più forti di prima. L’accorpamento è una sfida importante non federale, ma deve essere una Camera di commercio unita che lavori in un territorio allaragato e protagonista della regione e del Paese”.

Benatti ha accennato alle grosse difficoltà delle imprese edili: “In merito al bonus 110%, o si sbloccano i crediti entro un mese o le aziende rischiano di saltare. Le istituzioni devono sbloccare i crediti da subito”. Stesso problema sottolineato anche da Cirelli, secondo il quale “le imprese artigiane rappresentano un modello culturale di economia che esprime cultura, abbiamo bisogno di questo tema che dobbiamo portare ai piani superiori”.

Al termine degli interventila cerimonia di premiazione. Ecco di seguito i riconoscimenti:

MAESTRI ARTIGIANI – Nominati Maestri Artigiani: Mauro Bruni – autofficina a Ferrara; Angelo D’Onofrio – fotografo a Ferrara; Donatella Ferrari – impiantistica elettrica e illuminotecnica a Ferrara; Armando Folli – impianti elettrici a Mezzogoro (Codigoro); Alba Giuliani – parrucchiera a Ferrara; Eleonora Magri – parrucchiera a Ferrara; Manuele Marani – impianti elettrici a Dogato (Ostellato); Mauro Nori – pasticceria a Ferrara; Nazzareno Trapella – gommista a Mezzogoro (Codigoro).

TARGA SAN GIORGIO – E’ un riconoscimento della Camera di Commercio di Ferrara che premia imprenditori che con una lunga attività hanno onorato l’economia locale. E’ stata conferita quest’anno a: Gabriele Dolcetti, barbiere a Ferrara.

ALFIERI DELL’ARTIGIANATO – L’Accademia, inoltre, in collaborazione con il Comune di Ferrara, ha consegnato le targhe a due giovani artigiani che saranno nominati Alfieri dell’Artigianato: Francesco Battaglia, costumista a Ferrara e Mauro Frignani, commercio attrezzature agricole a Masi Torello.

MAESTRO ARTIGIANO ONORARIO – Il riconoscimento è andato a: Emma Bolognesi, Responsabile Area servizi Cna Ferrara.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com