Spal
19 Marzo 2023
La doppietta di Zaro e le vittorie di Perugia, Venezia e Cosenza inguaiano Oddo

Spal sempre più giù. Perde anche a Bolzano e la salvezza si complica

di Redazione | 4 min

Leggi anche

In carcere il fratello del sindaco di Lagosanto

È Gianfranco Bertarelli, ex presidente di una cooperativa della pesca e fratello di Cristian, sindaco di centrodestra del Comune di Lagosanto, una delle persone arrestate lo scorso gennaio nel corso di una maxi operazione antidroga dei carabinieri di Adria, in provincia di Rovigo

Elicottero precipitato a Bondeno. L’Ansv ipotizza l’errore umano

L'Ansv - Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo - ha inserito l'incidente aereo del 10 ottobre 2023 avvenuto a Settepolesini, nel territorio comunale di Bondeno, all'interno del report informativo annuale relativo alla sicurezza dell'aviazione civile in Italia

Trovati con un chilo di droga in auto. Restano in cella

Il gip Carlo Negri del tribunale di Ferrara ha convalidato l'arresto e confermato la custodia cautelare in carcere dei due ferraresi che, nella serata di martedì 9 aprile, sono stati arrestati con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dalla Polizia di Stato che li aveva sorpresi in flagranza con oltre un chilo di hashish in auto

Cia-Agricoltori: “Accoglienza è futuro”

Conoscere le esperienze, il percorso e la cultura di chi arriva nel nostro Paese per favorire l’integrazione e l’inserimento del mondo del lavoro. Questo il filo conduttore dell’evento “Accoglienza è futuro” organizzato da Anp-Cia-Agricoltori Italiani Ferrara, l’associazione che riunisce i pensionati agricoltori

di Andrea Mainardi

Potrebbe andare peggio, potrebbe piovere. Davvero non c’è nulla che vada nel verso giusto quest’anno per i biancoazzurri e anche contro il Sudtirol sono arrivati svariati segnali di una stagione probabilmente segnata. Contro la più bella sorpresa del campionato la Spal, nonostante lo stoicismo degli oltre settecento ferraresi al seguito, perde due a zero con un gol per tempo di del centrale difensivo Zaro che già all’andata aveva trovato la via del gol. Ci si mette anche una buona dose di sfortuna perchò in un primo tempo discreto la Spal finisce sotto con una deviazione sul tiro di De Col inizialmente annullata per fuorigioco ma poi convalidata dal Var. Davanti La Mantia e compagni fanno tremendamente fatica a creare pericoli e sempre Zaro di testa nella ripresa chiude i conti. Dagli altri campi arrivano poi risultati tanto negativi quanto impensabili come il Cosenza che espugna il campo della Frosinone capolista ed ora, credere nella salvezza è sempre più un atto di fede e nient’altro.

La cronaca. Oddo lancia dal primo minuto Contiliano in mezzo al campo regalando l’esordio tra i professionisti al capitano della Primavera spallina. Il canovaccio della partita è poi chiaro: tanto possesso spallino e Sudtirol che riparte veloce con la velocità di Casiraghi e Cissè. Al 6′ in una di queste occasioni Rover va in profondità sul suggerimento di Cissè calciando tra le braccia di Alfonso.

La Spal risponde col cross dalla trequarti di Dickmann sul quale La Mantia prende il tempo a Masiello senza riuscire però ad angolare la girata di testa e Poluzzi blocca. L’equilibrio prosegue con tanta intensità in mezzo al campo ed i biancoazzurri dopo un paio di angoli infruttuosi si ritrovano all’improvviso sotto con anche tanta sfortuna.

Al 25′ De Col carica il destro dopo l’angolo respinto da Zanellato e la sua conlcusione trova sulla traiettoria Zaro che devia la sfera alle spalle di Alfonso. La terna arbitrale ferma tutto per fuorigioco ma il Var, dopo tre minuti di consulto approfondito, assegna il gol ai padroni di casa. Erano ben quattro i biancorossi in offside ma la per pochi millimentri Meccariello mantiene proprio Zaro in gioco, che segna ancora dopo la gara d’andata. Doccia freddissima per la Spal che si ritrova sotto per l’ennesima volta in stagione. Le conclusioni successive di Contiliano e Fetfatzidis, dopo una bella azione manovrata, non hanno successo ed è anzi Alfonso a doversi impegnare per respingere il destro ravvicinato di Casiraghi evitando il raddoppio.

Nel secondo tempo se possibile il possesso palla della Spal aumenta in maniera direttamente proporzionale alla poca pericolosità offensiva. I padroni di casa restano guizzanti in contropiede col solito lavoro di Odogwu a fare sponde per gli inseriementi dei compagni. Oddo prova a dare qualità grazie all’inserimento di Prati senza a dir la verità cambiare le sorti della partita, con la Spal che non sfrutta almeno un paio di punizioni da ottima posizione. Al 70′ il Sudtirol prima riparte sempre con Odogwu che lancia Rover nello spazio il quale centra il palo incrociando col destro. Sulla respinta arriva Casiraghi che ci mette quel tanto che basta a ribattere a rete per permettere ad Alfonso di distendersi e compiere un intervento superlativo.

Non basta la presenza poi di Rossi in campo per creare pericoli ed al 75′ la partita si chiude. Ancora Zaro viene servito col contagiri da Rover sul secondo palo, con Prati a dir poco rivedibile in marcatura, ed il centrale ha gioco facile a realizzare addirittura la doppietta personale. Gli ultimi venti minuti poi di forcing spallino fanno quasi tenerezza vista l’incapacità di tirare in porta. Come se non bastasse i gol in pieno recupero di Venezia e Cosenza aggravano ulteriormente la situazione in classifica e la salvezza diretta ora dista quattro punti che sembrano un’enormità.

Sudtirol – Spal 0-2
Marcatori: Zaro 25′ e 75′ (Su)

Sudtirol (4-3-2-1): Poluzzi; Curto, Zaro, Masiello, De Col; Tait, Belardinelli (dal 45′ Schiavone), Rover (dal 90′ Carretta); Casiraghi (dal 90′ Davi), Cissè (dal 75′ Siega); Odugwu (dal 77′ Larrivey).
All.: Pierpaolo Bisoli.
A disp.: Marano, Minelli, Mawuli, Giorgini, Berra, Pompetti, Vinetot.

Spal (4-3-2-1): Alfonso; Dickmann (dal 68′ Fiordaliso), Arena, Meccariello, Celia; Murgia, Contiliano (dall’ 83′ Dalle Mura), Zanellato (dal 59′ Prati); Fetfatzidis (dall’ 83′ Moncini), Maistro (dal 68′ Rossi); La Mantia.
All.: Massimo Oddo.
A disp.: Pomini, Zuculini, Almici, Peda, Rabbi, Rauti, Tripaldelli.

Arbitro: Manuel Volpi di Arezzo.
Assistenti: Vecchi, Garzelli.
Quarto assistente: Rinaldi.
VAR e AVAR: Di Paolo, Longo.

Ammoniti: Contiliano 39′ (Sp), Arena 40′ (Sp), Alfonso 45’+5′ (Sp), Belardinelli 42′ (Su), Tait 56′ (Su).
Espulsi: nessuno.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com