Attualità
28 Febbraio 2023
Sversamento dal ponte di via Bologna, ennesima segnalazione della Rete Giustizia Climatica Ferrara: "L'assessore Balboni si è attivato, ma se non si risolveranno i problemi ci rivolgeremo al prefetto"

Ancora scarichi inquinanti nel Po di Volano: “Situazione insostenibile”

di Redazione | 3 min

Leggi anche

In carcere il fratello del sindaco di Lagosanto

È Gianfranco Bertarelli, ex presidente di una cooperativa della pesca e fratello di Cristian, sindaco di centrodestra del Comune di Lagosanto, una delle persone arrestate lo scorso gennaio nel corso di una maxi operazione antidroga dei carabinieri di Adria, in provincia di Rovigo

Elicottero precipitato a Bondeno. L’Ansv ipotizza l’errore umano

L'Ansv - Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo - ha inserito l'incidente aereo del 10 ottobre 2023 avvenuto a Settepolesini, nel territorio comunale di Bondeno, all'interno del report informativo annuale relativo alla sicurezza dell'aviazione civile in Italia

Trovati con un chilo di droga in auto. Restano in cella

Il gip Carlo Negri del tribunale di Ferrara ha convalidato l'arresto e confermato la custodia cautelare in carcere dei due ferraresi che, nella serata di martedì 9 aprile, sono stati arrestati con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dalla Polizia di Stato che li aveva sorpresi in flagranza con oltre un chilo di hashish in auto

Cia-Agricoltori: “Accoglienza è futuro”

Conoscere le esperienze, il percorso e la cultura di chi arriva nel nostro Paese per favorire l’integrazione e l’inserimento del mondo del lavoro. Questo il filo conduttore dell’evento “Accoglienza è futuro” organizzato da Anp-Cia-Agricoltori Italiani Ferrara, l’associazione che riunisce i pensionati agricoltori

Lo sversamento ‘sospetto’ nel Volano nei pressi del ponte di via Bologna

Il  Po di Volano trattato ancora una volta come uno scarico fognario, e non solo, fra l’indifferenza di chi dovrebbe intervenire per porre fine a una “insostenibile condizione di inquinamento delle acque”. A documentare l’ennesimo sversamento di liquami nel corso d’acqua che attraversa la città è la Rete Giustizia Climatica di Ferrara, che più di una volta ha segnalato situazioni anomale “cadute nel nulla”. Questa volta la segnalazione riguarda un episodio verificatosi nei giorni 21 e 22 febbraio.

Sotto il ponte di via Bologna, dal lato di via Mulinetto – riferiscono dall’associazione – uno scarico immetteva acque dalla colorazione grigio biancastra con odore acre percepibile dalla strada e dalle abitazioni di prossimità, presumibilmente uno scarico fognario diretto di acque non depurate del sistema fognario cittadino gestito da Hera. Ci siamo recati sul posto e abbiamo fatto un campionamento delle acque che faremo analizzare a un laboratorio privato”.

Durante il sopralluogo dei volontari dell’associazione, “molti residenti nella zona si sono fermati a commentare con noi la gravità dell’episodio, specificando che episodi simili si verificano con frequenza, ma che alle loro segnalazioni non viene mai dato riscontro”. “In relazione a quest’ultimo evento – aggiungono però dalla Rete Giustizia Climatica – l’assessore all’ambiente, Alessandro Balboni, ha risposto garantendoci di essersi personalmente attivato e che Arpa avrebbe eseguito i monitoraggi necessari e i campionamenti del refluo. Diamo fiducia e riconosciamo positivamente l’impegno dell’assessore e attendiamo i risultati delle verifiche dell’ente di controllo, sperando che questa volta si riesca finalmente ad accertare tramite analisi la natura dell’inquinante e l’entità dell’impatto ambientale causato al Volano e, soprattutto, che il responsabile dell’evento paghi per il danno causato alle acque”.

Ma la stessa associazione, che oltre alle fotografie ha documentato l’episodio ancher con un video (vedi sotto) avverte: “Se anche questa volta non si riuscirà a sbloccare la situazione e a individuare la strada per garantire almeno il raggiungimento degli standard minimi di qualità ambientale prevista dalla Direttiva Quadro sulle Acque (2000/60/CE), non ci resterà che la possibilità di rivolgerci al prefetto, nella sua funzione di mediazione e di raccordo tra le istituzioni pubbliche e le varie componenti della società civile”.

Un altro scarico ‘sospetto’, del 20 febbraio, dal ponte di via Caldirolo

Come detto, non è la prima volta che dalle associazioni ambientaliste, cosi come dai comuni cittadini, arrivano segnalazioni in merito a situazioni simili nel Po di Volano. Recentemente anche i cittadini residenti nei pressi del ponte di via Caldirolo avevano segnalato uno sversamento sospetto nel Volano avvenuto attorno alle ore 9 del 20 febbraio scorso (inviando al nostro quotidiano la foto qui a destra che documenta l’evento). Anche questo, come altri scarichi avvenuti nella stessa zona, sarebbero riconducibili a presunte irregolarità relative agli scarichi del depuratore della rete fognaria.

“Negli anni – riferiscono dalla Rete Giustizia Climatica di Ferrara – abbiamo osservato di tutto: schiume bianche, chiazze oleose, scarichi di reflui con colorazioni strane dal nero al rosso, conglomerati di fanghi in sospensione che poi si accumulano sul fondo liberando bolle di metano maleodoranti in superficie. Tutti fenomeni ben osservabili alla vista accompagnati sempre dalla percezione olfattiva di odori miasmatici”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com