Codigoro
5 Febbraio 2023
La speciale prima regionale sarà proiettata giovedì 9 febbraio al teatro Arena

Arriva in anteprima il film ‘I nostri ieri’ di Andrea Papini girato a Codigoro

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Si ribalta tir, chiusa la statale

Un tir carico di mangime si è ribaltato questa mattina (sabato 24 febbraio) lungo la statale SS495 in località Codigoro. A causa dell’incidente la strada è temporaneamente chiusa al traffico, in entrambe le direzioni

A scuola con Cadf: educare alla sostenibilità

In un mondo sempre più consapevole dell’importanza della sostenibilità ambientale, anche quest’anno sono tantissime le scuole che hanno scelto di partecipare alle iniziative didattiche promosse da Cadf

Codigoro. Dopo l’anteprima nazionale a Roma, in occasione del festival “Alice nella Città”, approda finalmente al teatro comunale “Arena” il film “I nostri ieri”, girato quasi interamente a Codigoro dal regista Andrea Papini.

La speciale prima regionale sarà proiettata giovedì 9 febbraio, alle ore 20, in presenza di alcuni protagonisti di questa straordinaria avventura cinematografica, dallo stesso Papini, al produttore, per Atomo Film, Antonio Tazartes. Sarà presente anche Fabio Abagnato, responsabile di Emilia Romagna Film Commission. Il film patrocinato dal Comune di Codigoro, è sostenuto dal Ministero della Cultura – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, da Emilia Romagna Film Commission e dalla Regione Lazio -Fondo Regionale per il Cinema e l’Audiovisivo.

I residenti nel territorio comunale di Codigoro potranno assistere alla speciale proiezione del film beneficiando del prezzo ridotto del biglietto di ingresso (pari a 5 euro).

Protagonista del film è un volto amato dal piccolo schermo, Peppino Mazzotta, braccio destro di Luca Zingaretti ne “Il Commissario Montalbano”, celeberrima fiction di Rai 1 ispirata all’omonima serie di gialli di Andrea Camilleri.

“I nostri ieri” è un film drammatico incentrato sulla storia di nove detenuti, girato in gran parte nell’ex carcere di Codigoro, dove passato e presente si intrecciano attraverso i racconti dei protagonisti. Il documentarista Luca (Peppino Mazzotta) sprona i detenuti a rivivere le loro storie, facendo venire a galla un mondo sommerso, apparentemente sopito, per trasferirlo su una pellicola autoprodotta in carcere. Un film introspettivo, che rilancia il tema del ruolo educativo, riabilitativo, della pena detentiva, scrutando con la lente di ingrandimento il mondo carcerario dal punto di vista di chi lo vive.

Sullo sfondo si staglia il dramma di un omicidio con quel retaggio di angosce e rimorsi che riaffiorano prepotentemente. Nel film si riconoscono, oltre all’ex carcere mandamentale di Codigoro, il forno Mancini, la discoteca Caprice, piazza della Libertà, Riviera Cavallotti, l’Oasi di Canneviè e Valle Giralda. Nel cast artistico spiccano alcuni importanti interpreti, tra i quali Francesco Di Leva, Teresa Saponangelo, Maria Roveran, Daphne Scoccia e Denise Tantucci. Tra le comparse Milena Medici ed Elia Mantovani del Gad Amici del Teatro e altri codigoresi (Fausto Finessi, Stefano Telloli, Stefano Battilani, Jos Peeters e altri).

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com