Salute
1 Febbraio 2023
Grande successo a Cona dell’iniziativa organizzata dalla Fondazione Onda

Open Day Emicrania, alta adesione ai colloqui con la specialista

di Redazione | 3 min

Leggi anche

Cento candeline per nonna Maria Viadana

Maria Viadana compie 100 anni. È un giorno di grande festa per la concittadina, che nella giornata di oggi, in cui spegne 100 candeline, è stata omaggiata con la targa di benemerenza che l'amministrazione comunale dedica ai concittadini centenari e con la lettera di auguri del sindaco

Temporali, vento e mareggiate: è allerta meteo nel Ferrarese

Probabilità di forti temporali, vento e mareggiate. E' l'avvertimento della Protezione civile dell'Emilia-Romagna per la provincia di Ferrara con l'emanazione dell'allerta di colore giallo (criticità ordinaria) che prevede già dalla seconda parte della giornata del 22 aprile condizioni favorevoli allo sviluppo di fenomeni intensi

Grandi mostre. Lo smacco: Rovigo sorpassa Ferrara

Arriva un’altra tegola per l’immagine perduta di Ferrara come città d’arte e di cultura. Rovigo l'ha superata in numeri per quanto riguarda uno dei fiori all’occhiello che fino a poco tempo fa la rendeva famosa e attrattiva in tutta Europa

Ricerca biomedica. Sei milioni all’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Più di un progetto su dieci, tra i 334 che a livello nazionale hanno ricevuto un finanziamento dal Piano nazionale di ripresa e resilienza nell’ambito della ricerca biomedica, è nato in Emilia-Romagna. La Regione si posiziona ai vertici in Italia per numero di progetti approvati, 39, e finanziamenti ricevuti: oltre 35 milioni di euro. Di questi una quota rilevante afferisce all'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara che si è aggiudicata 6.242.098 euro

Marina Padroni

Grande successo per l’iniziativa (H)Open Day Emicrania, promosso dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute della donna e di genere (Onda), che ha visto protagonista l’Unità Operativa di Neurologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara.

Tutti i posti messi a disposizione per i colloqui individuali con la specialista, fulcro dell’iniziativa, sono andati esauriti rapidamente. L’obiettivo è quello di sensibilizzare la popolazione su una patologia spesso “invisibile” ma non per questo meno invalidante.

Da poco premiato dalla Fondazione Onda il “Centro Cefalee”, di cui responsabile è il dott. Guido Jay Capone, è stato riconosciuto tra i 143 Centri a livello nazionale che al loro interno offrono percorsi e servizi dedicati alla gestione dell’emicrania nelle diverse fasi di vita della donna. I progetto, patrocinato dalle principali società scientifiche e associazioni di pazienti italiane dedicate, nasce in risposta a uno scenario epidemiologico che vede l’emicrania fortemente caratterizzata in quanto patologia di genere, riguardando principalmente le donne in età giovane-adulta.

“La risposta delle donne a questa iniziativa è stata davvero ampia, il che evidenzia una grande domanda che dovrà assolutamente trovare risposte concrete”, ha commentato la dottoressa Marina Padroni dell’Unità Operativa di Neurologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara. “Confido inoltre possa continuare e sempre più migliorare la collaborazione con le associazioni dei pazienti con cefalea per sviluppare insieme gli aspetti informativi, educazionali ed un’adeguata condivisione per una presa in carico personalizzata”.

“Essere insigniti della targa e riconosciuti tra Centri cefalee italiani con percorsi dedicati all’emicrania al femminile – ha dichiarato il dott, Guido Jay Capone – rappresenta un importante passo nel nostro impegno a tutela della salute”.

Il centro si occupa della diagnosi differenziale dei diversi tipi di cefalea e della gestione di terapie farmacologiche, anche complesse, come gli anticorpi monoclonali anti Cgrp (peptide legato al gene della calcitonina) e la tossina botulinica. Grazie alla presenza al S. Anna di un ambulatorio dedicato alla terapia del dolore è possibile una piena collaborazione da parte di altri specialisti per il perfezionamento dell’iter diagnostico- terapeutico al fine di effettuare trattamenti quali blocchi anestetici nervosi e sedute di agopuntura. Quasi il 90% dei pazienti che accedono al centro cefalee sono di sesso/genere femminile. Purtroppo però il numero ufficiale di pazienti con cefalea che raggiunge il Centro rappresenta solo una minima quota perché spesso l’emicrania viene sottovalutata e gestita in maniera autonoma con farmaci sintomatici, con il rischio di cronicizzazione la patologia stessa.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità classifica l’emicrania come la terza patologia per frequenza e la seconda per disabilità. Questa patologia colpisce quasi il 12% della popolazione, con una prevalenza tre volte maggiore nelle donne (in quelle di età compresa fra 35 e 49 anni addirittura l’emicrania risulta essere la prima causa di disabilità).

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com