Salute
24 Gennaio 2023
E' inserito nell’ambito della rete Nefrologica unitamente al centro dell’ospedale del Delta e ora al centro dell’ospedale Sant’Anna di Cona

Il sindaco Pagnoni in visita al Centro Dialisi della Casa della Salute di Copparo

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Al De Micheli arrivano gli studenti

Saranno infatti oltre duemila i ragazzi delle scuole dei Comuni di Copparo, Tresignana, Riva del Po e Jolanda di Savoia a sedere in platea e nelle gallerie del Teatro De Micheli di Copparo per applaudire i quattro eventi in programma

Ultime lavorazioni stradali a Gradizza

Ultime lavorazioni a Gradizza del quarto pacchetto di asfaltature volte a mettere in sicurezza la viabilità locale di Copparo. Si tratta di uno step per cui l’investimento complessivo da parte dell’amministrazione comunale ammonta a 900mila euro

Violenza contro le donne, a Ferrara 134 casi in soli dieci mesi

“Quello che le donne non dicono” è il titolo convegno-spettacolo che si è svolto il 24 novembre alla Sala Estense di Ferrara. All'evento è stata dedicata una puntata speciale del format dell'Ausl 'Salute Focus Ferrara', dal quale sono emersi dati importanti sul fenomeno della violenza sulle donne in provincia di Ferrara

Da sinistra: Guarnelli, Sandri, Rizzioli, Pagnoni e Storari

Copparo. Il Centro Dialisi presso la Casa della Salute/Comunità di Copparo, inserito nell’ambito della rete Nefrologica unitamente al centro dell’ospedale del Delta e ora al centro dell’ospedale Sant’Anna di Cona, ha ospitato la visita del sindaco Fabrizio Pagnoni, insieme al direttore del Distretto Centro Nord Marco Sandri, alla professoressa Alda Storari, alla dottoressa Emanuela Rizzioli e ai professionisti sanitari interessati al servizio.

Il centro sarà seguito dalla dottoressa Rizzioli, coordinata dalla professoressa Storari, direttrice dell’Unità Operativa di Nefrologia e Dialisi Ospedaliera e responsabile della Nefrologia Provinciale, con la collaborazione del personale infermieristico adeguatamente addestrato con elevate competenze tecniche ed assistenziali, coordinato dalla dottoressa Irene Guarnelli.

Il servizio è aperto dal lunedì al sabato per il trattamento dei pazienti in dialisi. Attualmente sono dieci le persone di Copparo e paesi limitrofi prese in carico che, suddivise in due turni, possono fare il trattamento dialitico vicino a casa.

Potenziare i servizi sul territorio – dichiarano la professoressa Storari e la dottoressa Rizzioli – vuol dire permettere ai pazienti le cure in prossimità del proprio domicilio e quindi ridurre i tempi di percorrenza per l’arrivo in dialisi, un aspetto fondamentale per rispondere in maniera più adeguata ai bisogni di cura e di qualità di vita dei pazienti che necessitano di questo tipo di trattamento.

Un esempio di cosa voglia dire portare la medicina sempre più vicina ai cittadini, ancora più importante in questa fase di unificazione aziendale”, sottolinea il direttore del Distretto Centro Nord Marco Sandri, ricordando il trasferimento della sede di erogazione farmaci e l’apertura a giugno 2022 dell’Ospedale di Comunità (Osco) completamente rinnovato.

Soddisfazione espressa anche dal sindaco Fabrizio Pagnoni: “Il territorio di Copparo, per sua connotazione, necessita di servizi vicini al cittadino nel rispondere ai bisogni di salute della popolazione. Va in questa direzione la valorizzazione della Casa della Comunità, per la quale è prevista una ristrutturazione da oltre 3 milioni di fondi del Pnrr, su cui intendiamo confrontarci con la Direzione per identificare i servizi da implementare a favore dell’utenza, che va oltre il Copparese e l’Unione Terre e Fiumi. Bene quindi la riorganizzazione del Centro Dialisi, per cui ringrazio la Direzione e il personale sanitario in servizio per il lavoro svolto”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com