Politica
29 Gennaio 2022
Il Capo dello Stato uscente fa il bis dopo l'accordo sul suo nome trovato dalla maggioranza. La senatrice Boldrini: “Era il vero obiettivo del Pd”

Sergio Mattarella rieletto Presidente della Repubblica

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Rivolta all’Arginone. Trentasette detenuti a processo

Trentasette persone, all'epoca dei fatti tutte detenute a Ferrara, sono finite a processo con l'accusa a vario titolo di danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale, incendio e lesioni aggravate per la rivolta nel carcere di via Arginone, avvenuta durante i primi giorni dell'emergenza Coronavirus, quando le misure restrittive imposte per contrastare il diffondersi della pandemia, tra cui il divieto di visite dei parenti, furono il pretesto per accendere gli animi dei ristretti nei penitenziari di tutta Italia

Ferrara è una città ostile ai giovani

La crisi della felicità è uno dei tanti problemi, come la disoccupazione, l’abbandono del territorio dei giovani e l’aumento dell’età media, che conta la città di Ferrara

Furti a Malborghetto. Interpellanza dem chiede l’installazione di telecamere

Dopo l'intervento di ieri arriva anche l'interpellanza di Elia Cusinato e Maria Dall'Acqua in merito alla mancata installazione di telecamere a Malborghetto di Boara, nonostante un'altra interpellanza presentata il 12 ottobre scorso e la possibilità di installazione "già stata paventata in Consiglio Comunale il 24 gennaio 2023"

Alla fine i partiti hanno trovato la convergenza e la hanno trovata su Sergio Mattarella, al quale spetterà dunque un altro settennato da Presidente della Repubblica.

Mattarella è stato eletto all’ottavo scrutinio, ottenendo un ampia maggioranza (doveva superare 505 voti essendo 1009 quelli esprimibili dai parlamentari e dagli altri elettori del Capo dello Stato).

Su di lui, dopo giornate di trattative e di nomi bruciarti (il più importante è stato quello della presidente della Camera Elisabetta Casellati) sono confluiti i voti della maggioranza che in questo momento sostiene il Governo guidato da Mario Draghi, dato inizialmente come futuro Presidente della Repubblica, ma che invece pare dovrà ‘accontentarsi’ della presidenza del Consiglio.

Mattarella aveva chiesto di non essere considerato per un bis, ma invece i partiti hanno scelto la ‘soluzione Napolitano’, ovvero la conservativa rielezione del Presidente uscente per uscire loro stessi dal cul-de-sac in cui si erano infilati con trattative che non hanno portato ad alcun accordo, con l’ottica probabilmente di mantenere in sella l’attuale formazione di governo.

Un primo commento a caldo in salsa estense arriva dalla senatrice ferrarese Paola Boldrini che si dice “soddisfatta” per l’esito dell’elezione. “Per quanto mi riguarda, si è realizzato l’auspicio dichiarato nelle scorse settimane. Mi è chiaro che per i cittadini è stata una settimana avvilente, sovraesposta anche mediaticamente, ma lo è stata anche per noi. Perché per arrivare a questo risultato, che era il vero obiettivo e la ragione per cui come Pd abbiamo tenuto con senso di responsabilità un basso profilo, senza sprecare nomi, abbiamo assistito a uno spettacolo poco edificante, con un centro destra che ha imposto figure anche rilevanti salvo poi bruciarle. La stessa Elisabetta Casellati, seconda carica dello Stato, è stata esposta in modo irriverente. Non è una vittoria per nessuno, ma la scelta migliore per dare stabilità al Paese considerando che in Parlamento per eleggere il Presidente della Repubblica non c’era una maggioranza ma tante minoranze che dovevano condividere un nome. Mattarella al Quirinale e Mario Draghi a Palazzo Chigi garantiscono stabilità, visti i tanti problemi da affrontare, dalla pandemia all’economia al mantenimento degli impegni presi con l’Europa. Un grazie a Mattarella, che ha accettato con spirito di servizio nei confronti del nostro Paese, dimostrando come sempre amore e serietà”, conclude Boldrini.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com