Politica
30 Settembre 2021
Presentato una delle iniziative del progetto Air Break che vede come partner Vodafone

I dati mobili per studiare i flussi di pendolarismo e turismo

di Redazione | 3 min

Leggi anche

Cpr, il Ministero non smentisce la costruzione a Ferrara

Il Ministero dell’Interno non conferma quanto detto dal senatore Alberto Balboni sul passo indietro in merito alla costruzione di Centro di permanenza per i rimpatri a Ferrara. A mettere in imbarazzo la maggioranza è lo stesso sottosegretario del Viminale, Emanuele Prisco, in quota Fratelli d’Italia

Darsena, poco da festeggiare

Oggi verrà inaugurata la fine degli infiniti lavori in via Darsena. Ma fermi un attimo, prima di scatenare il tripudio e la gioia, riflettiamo su cosa effettivamente stiamo celebrando. Questo progetto è frutto dell'opera dell'amministrazione precedente, datata 2016. E non dimentichiamoci dei 18 milioni di finanziamento ottenuti nel 2018

Avvelenò la madre col tè. La Corte d’Assise dispone un’altra perizia

La Corte d'Assise del tribunale di Ferrara ha disposto una nuova perizia psichiatrica su Sara Corcione, la 39enne accusata di omicidio premeditato aggravato dal vincolo di parentela per aver assassinato sua mamma, la 64enne Sonia Diolaiti, avvelenandola nel suo appartamento di via Ortigara

Mitraglietta rubata ai carabinieri. La cercano anche i sommozzatori

Altra giornata di ricerche senza esito per la mitraglietta M12 e le relative 170 munizioni rubate a una pattuglia dei carabinieri nella serata di lunedì 26 febbraio a San Nicolò, mentre i militari, impegnati a sedare una lite in famiglia, avevano lasciato il loro veicolo chiuso e in sosta a bordo strada

di Martina De Tiberis

Raccogliere dati su pendolarismo e turismo a Ferrara, sfruttando la telefonia mobile. Questo lo scopo dell’iniziativa inserita nel progetto Air Break, che vede Vodafone partner del Comune e di Sipro, presentata ieri mattina alla Sala dell’Arengo in municipio.

“Vodafone è stato un partner importante, dopo un anno di lavoro, finalmente, iniziamo a toccare con mano i primi risultati”, afferma l’assessore all’Ambiente Alessandro Balboni.

“Il progetto Air Break non prevede soltanto interventi diretti, come la realizzazione di piste ciclabili e smart hub o attività di forestazione urbana – prosegue Balboni -, ma ci consentirà di raccogliere un’importante mole di dati per studiare le modalità di spostamento dei ferraresi, con particolare riferimento al pendolarismo. Le informazioni raccolte nel corso del progetto sono una fotografia della città e dei suoi abitanti, ma anche degli spostamenti, da e verso Ferrara, legati al lavoro, così come al turismo”.

L’amministratore unico di Sipro, Stefano di Brindisi, entra nel dettaglio dell’attività, affermando che “per costruire progetti lungimiranti, che parlino di sviluppo, è fondamentale usare tutti gli strumenti a disposizione”.

“Grazie a Vodafone – dice – abbiamo avuto la possibilità di raccogliere dei dati sui flussi lavorativi del pendolarismo, da e verso la nostra città”.

“Vodafone Analytics – spiega Andrea Zaramella in rappresentanza dell’azienda -,  consente di raccogliere i dati generali dalla Rete 4G e 4.5G di Vodafone e di ricavarne, dopo aver anonimizzato ed aggregato tali informazioni, i flussi di spostamento verso la città con le principali aree di origine della mobilità verso Ferrara. I dati, condivisi con i cittadini al completamente del progetto, permetteranno così di restituire al territorio informazioni fondamentali per ampliare la conoscenza dei fenomeni ed identificare le opportune soluzioni”.

Come ha evidenziato Zaramella, sono state individuate tre macro-zone, caratterizzate da elevati flussi di pendolarismo giornaliero a fronte una rete frammentata di piste ciclabili. Le tre aree studiate sono: l’area Nord, dalla stazione al sito d’insediamento industriale; l’area Sud, dal nuovo polo universitario sino ai padiglioni della Fiera; e infine, l’area est, contraddistinta dall’Ospedale.

I dati presentati si riferiscono a rilevamenti fatti nell’arco di una settimana quest’estate (30 giugno-7 luglio 2021) e verranno arricchiti e confrontati con rilevamenti fatti in questo mese (5-12 settembre 2021) e in programma nei prossimi due mesi (10-17 ottobre e 1-8 novembre 2021). L’analisi analizza spostamenti nella città suddivisa in 17 zone nel corso di 6 diverse fasce orarie giornaliere. I temi sui quali fare luce corrispondono a tre macro-aree di analisi, che riguardano presenze, mobilità, vacanze.

“Parliamo di un progetto avanzato che apre mondi sul modo di vivere a Ferrara – afferma Chiara Franceschini di Sipro -. Consente di cambiare la metrica con cui misurare la soddisfazione di chi, per lavoro o per piacere, approda a Ferrara. Il piano prevede un lavoro di quattro settimane distribuito in quattro diversi mesi dell’anno, in diverse zonizzazioni comunali, per un totale complessivo di sei fasce orarie giornaliere”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com