Attualità
24 Maggio 2021
Al Ministero accordo tra Ferrara Fiere e Albo Nazionale dei Gestori Ambientali

Verso una banca dati delle bonifiche

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Viaggiavano con arnesi da scasso e coltelli in auto, guai per una coppia

Ricettazione, porto abusivo di armi e possesso ingiustificato di arnesi da scasso. È quello di cui dovranno rispondere una coppia di origini georgiane, 45 anni lui e 26 anni lei, entrambi abitanti a Roma che, nella mattinata di giovedì 22 febbraio, sono stati fermati dai carabinieri mentre si trovavano a bordo della loro automobile, durante un normale controllo

Lotta al crimine. La polizia pattuglia la zona Gad

Due servizi straordinari di controllo del territorio. Sono quelli che nel pomeriggio del 20 febbraio e nella mattinata del 23 febbraio sono stati svolti dal personale dell'Upgsp della Questura di Ferrara unitamente alle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine dell'Emilia-Romagna di Bologna

Usano il taser durante la rissa, poi scappano. In auto avevano droga e coltello

Tre persone, originarie del Nordafrica e dell'est Europa, sono finite nei guai dopo che, nella serata di sabato 24 febbraio, a seguito di una segnalazione per lite, i poliziotti dell'Upgsp della Questura sono intervenuti in un'abitazione situata in una frazione della periferia nord della città, da cui due partecipanti si erano allontanati prima dell'arrivo degli agenti sul posto

Una banca dati nazionale per valorizzare le imprese che operano nel campo delle bonifiche ambientali.

La novità è frutto di un accordo tra Ferrara Fiere – con la sua fiera internazionale Remtech – e l’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali, sotto l’egida del Ministero della Transizione Ecologica. L’intesa è stata sottoscritta nel fine settimana a Roma, al dicastero, tra l’ad dell’ente fiera ferrarese Silvia Paparella, il presidente dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali, Eugenio Onori, alla presenza della sottosegretaria Ilaria Fontana.

L’accordo ha portato alla firma congiunta di un protocollo d’intesa in base al quale alle aziende di settore – circa 2mila in tutta Italia – sarà sottoposto un questionario che metterà a disposizione di clienti e pubbliche amministrazioni informazioni aggiuntive e trasparenti sulle attività messa in campo dalle imprese, che saranno raccolte in una apposita banca dati, chiamata “Rembook”.

“Il protocollo d’intesa getta le basi per la costruzione di una banca dati senza precedenti che permetterà di valorizzare le competenze delle imprese operanti nel campo del risanamento ambientale ma anche di mettere a punto una proposta metodologica finalizzata al supporto alle decisioni e di monitorare il trend evolutivo del mercato in un settore destinato a divenire sempre più strategico, anche alla luce del green deal Europeo”, ha spiegato Paparella, ringraziando il presidente dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali, Onori.

Si realizzerà così “un’integrazione di carattere tecnico ed economico alle informazioni certificate dall’Albo nazionale gestori ambientali, estremamente interessante per approfondire analisi e fornire supporto alle funzioni normative e politiche riguardanti questo delicato settore”, ha aggiunto il presidente dell’Albo.

“I siti inquinati sono una ferita ancora aperta dei nostri territori che continuano ancora oggi a pesare sulla salute e sulla vita delle persone – ha spiegato Fontana -. Questo protocollo d’intesa valorizza le competenze acquisite in campo internazionale da Remtech Expo in materia di tutela del territorio. Sappiamo che Remtech infatti non è nuova nel fornire queste competenze, ad esempio un protocollo è stato siglato anche con il commissario straordinario per la bonifica delle discariche abusive, e che appunto questa iniziativa ha proprio il senso di strutturare questa possibilità di supporto”.

“Bisogna passare dalle parole ai fatti – conclude – e trovare una soluzione tecnica adatta alle contaminazioni presenti che sia al tempo stesso economicamente sostenibile è talvolta un compito difficilissimo ma che va assolutamente garantito. Collaborazioni come questa fanno vincere il Paese due volte: innanzitutto perché valorizza le proprie eccellenze, ma anche perché consente di scegliere più consapevolmente le modalità attraverso le quali risanare le aree inquinate”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com