Eventi e cultura
9 Maggio 2020
La Repubblica delle Biciclette presenta la trasmissione "Garibaldi" con i ciclisti più amati e giornalisti sportivi

Il Giro d’Italia raccontato da un team ferrarese

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Escher, apertura straordinaria serale della mostra

Domenica 21 luglio chiude i battenti l’esposizione Escher e, per soddisfare la richiesta del pubblico e celebrare la grande accoglienza dimostrata alla mostra, Palazzo dei Diamanti offrirà un’ultima occasione per visitare la rassegna fino a tarda sera

Un mese di maggio senza Giro d’Italia, che mese di maggio è? Oggi, sabato 9, sarebbe partita l’edizione 2020 della Corsa Rosa, quest’anno
ambientata a Budapest, prima del trasferimento in Sicilia. Tante le bellissime località da percorrere insieme ai ciclisti, tappa dopo tappa, alla scoperta di territori ad alta vocazione turistica. Tra questi, anche la provincia di Ferrara, che la carovana del Giro d’Italia avrebbe attraversato il 22 maggio nella frazione con partenza a Cervia ed arrivo a Monselice, sulle pendici dei Colli Euganei.

La pandemia Covid-19 ha rovesciato il tavolo: Rcs Sport, organizzatrice della corsa, ha ufficializzato lo spostamento al 3 ottobre. Nel frattempo però da un team di giornalisti, imprenditori e appassionati di ciclismo della città di Ferrara è nato il programma webcast “Garibaldi”, in diffusione sui canali social media di La Repubblica delle Biciclette (da Facebook a YouTube a Instagram), di Fiab e degli altri partner che hanno aderito al progetto, e sotto l’egida del Ministero dell’Ambiente che patrocina.

Il titolo richiama l’eroe dei due mondi, ma nel gergo ciclistico significa ben altro: il Garibaldi è infatti la preziosissima agenda che l’organizzazione del Giro d’Italia distribuisce a tutti gli accreditati che seguono le tappe. Questo vademecum contiene spunti di narrazione legati al territorio, planimetrie e altimetrie delle tappe, nonché riferimenti storici alle imprese ciclistiche del passato.

La trasmissione “Garibaldi” parte dunque dalle tappe del Giro 2020 e pubblica a cadenza giornaliera un racconto dalle tappe, senza che si sia svolta la corsa. I protagonisti coinvolti sono i campioni della bicicletta, a partire dal tre volte iridato Peter Sagan, la rockstar del ciclismo che proprio per l’occasione ha cantato la sigla della trasmissione “La Maglia Rosa”.

Partecipano al racconto anche Davide Formolo, Domenico Pozzovivo, Claudio Chiappucci, Vincenzo Nibali, Gianni Bugno, Davide Cassani, Sara Simeoni, Isolde Kostner, Kristian Ghedina e tantissimi altri personaggi. A tirare le fila troviamo l’istrionico giornalista e cantautore ferrarese Guido Foddis, già musicista e inviato al Giro d’Italia dal 2008, nonché patron del Festival del Ciclista Lento che ogni autunno porta a Ferrara campioni e scarsoni.

Lo stesso Guido Foddis è stato scelto tra i venti migliori cronisti sportivi in Italia per inventare una tappa nel progetto parallelo “Senzagiro”, fantasia letteraria che ha immaginato una corsa “che non c’è”, realizzandone anche la sigla musicale insieme ai musicisti dei Modena City Ramblers. In attesa di vedere cosa combineranno in ottobre Nibali e gli altri campioni nel Giro pedalato, non rimane che mettersi comodi sul divano e gustarsi ogni giorno la tappa. Perché con “Garibaldi” il grande ciclismo andrà in onda ogni giorno del mese, in maggio, come doveva essere e come sempre sarà.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com