Copparo
19 Ottobre 2019
Daniele Barioni riceve la cittadinanza onoraria di Copparo alla presentazione della biografia romanzata "L'Uva e l'acciaio"

Il tenore che fece tremare il Metropolitan racconta una “vita magnifica”

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Alloggi Erp, il Pd fa confusione

Rispetto ai dati enucleati in consiglio comunale dal capogruppo Pd, secondo le verifiche effettuate da Estense.com la realtà è diversa. Certo, quei dati sono veri e la fonte è sicuramente l’Azienda Casa, ma nel renderli pubblici è stata fatta confusione

Sguardo al futuro con la nuova pavimentazione del palazzetto dello sport

L'opera fornisce elevate garanzie di sicurezza e di resistenza, facile pulizia e sanificazione, fondamentale nell'ottica delle attività. Durante i lavori inoltre Csi ha curato gli interventi di tinteggiatura dei muri dei corridoi e degli spogliatoi e di risistemazione delle docce dei quattro spogliatoi

La Rete per la Pace in piazza per dire ‘no’ alla guerra

Tantissima gente nella mattinata di sabato si è radunata in Piazza Cattedrale per dire basta alla guerra e al riarmo. Nella Giornata nazionale di mobilitazione nelle città italiane per il cessate il fuoco in Palestina e in Ucraina, e negli altri Paesi in situazioni di conflitto, la Rete Pace di Ferrara ha aderito all’iniziativa: il forte messaggio lanciato dagli intervenuti ha catturato l’attenzione della gente

Commercio. Il centro muore e il Comune pensa alle luminarie

Il centro di Ferrara si riempie di auto ma si svuota di negozi, la città è di fronte a “una crisi commerciale senza precedenti”, le presenze turistiche sono crollate e il Comune paga 800mila euro a una azienda di Bondeno per le luminarie. È in sintesi il contenuto dell’ultima interrogazione depositata in municipio da Anna Ferraresi

Ombre nere su Ferrara, interrogata una delle finte poliziotte

Aveva acquistato giorni prima su internet il costume da poliziotta sexy per la cena a tema finita mesi dopo sulle cronache nazionali. E, così come gli altri commensali, è finita indagata per apologia del fascismo, istigazione all'odio razziale, minacce e vilipendio delle forze armate insieme ad altre 25 persone nell’ambito dell’inchiesta “Bravi ragazzi”

Copparo. “Questo libro è magnifico”. Sono le prime parole, venerdì sera sul palco del teatro De Micheli di Copparo, di Daniele Barioni per la presentazione de “L’Uva e l’acciaio” (Giraldi Editore), la sua biografia romanzata scritta dalla giornalista e autrice Camilla Ghedini con introduzione di Paolo Govoni, presidente della Camera di Commercio di Ferrara, che ha firmato l’introduzione e ha avuto l’intuizione del progetto.

A condurre la serata la giornalista e scrittrice Isa Grassano che ha dialogato col maestro tra aneddoti e ricordi, grazie al supporto della proiezione di video e materiale fotografico. Maestro che, stupendo il pubblico, si è esibito nel finale di Nessun dorma di Puccini. Della genesi del testo – costruito come un dialogo immaginario tra Barioni e un aspirante tenore – hanno parlato Ghedini e Govoni.

E se il filo rosso è la vita di Barioni, le pagine sono sostanziate di “licenze di immaginazione, pensiero, interpretazione”, ha spiegato Ghedini. Si snoda infatti “attraverso il concetto di sogno, nostro e altrui, che spesso vogliamo raggiungere a costo di smarrirci, intimoriti dall’idea di deludere chi ha proiettato in noi speranze proprie”.

A confronto sono due mondi, due generazioni, due temperamenti. C’è la famiglia, che può farci volare o castrarci. La casualità. Il coraggio. L’ambizione. “Ciascuno di noi, che lo riveli o meno, a un certo punto della propria esistenza si domanda come lo vedono gli altri, cosa trasmette, cosa rimarrà dopo”.

Fautore del binomio economia-cultura, Govoni ha ammesso che “è stato emozionante vedere il libro prendere forma. Non sapevo quanta fatica e quanto lavoro di precisione richiedesse, quante figure professionali vi ruotassero. E questo mi ha confermato una volta di più che la cultura è impresa. E che l’economia ha un’anima. Questo libro ne è sintesi e rappresentazione”.

A Ghedini, che ha destinato i proventi dei diritti di autore all’Ail (Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma, sezione di Ferrara), il presidente Marco Duo ha consegnato un riconoscimento.

Un momento di confronto sul palco c’è stato con il comandante dei carabinieri della Compagnia di Copparo, maggiore Giorgio Feola, che alla luce dei recenti femminicidi avvenuti sul territorio ha spiegato l’imminente attivazione di uno sportello con personale qualificato all’ascolto di chi è vittima di violenza domestica.

La serata si è conclusa con il conferimento a Barioni della cittadinanza onoraria di Copparo da parte del sindaco Patrizio Pagnoni e del vicesindaco, Franca Orsini. E con firma copie di Barioni, già passato alla storia come il tenore che fece tremare il Metropolitan.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com