Politica
13 Marzo 2019
Mario Tozzi sponsorizza la proposta Maggi-Zerbini. Il divulgatore: “Qui il bello è di casa”. Fabbri: “Già al lavoro con sottosegretario Bergonzoni”

Anche il centrodestra pensa a “Ferrara capitale della cultura”

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Cpr, il Ministero non smentisce la costruzione a Ferrara

Il Ministero dell’Interno non conferma quanto detto dal senatore Alberto Balboni sul passo indietro in merito alla costruzione di Centro di permanenza per i rimpatri a Ferrara. A mettere in imbarazzo la maggioranza è lo stesso sottosegretario del Viminale, Emanuele Prisco, in quota Fratelli d’Italia

Darsena, poco da festeggiare

Oggi verrà inaugurata la fine degli infiniti lavori in via Darsena. Ma fermi un attimo, prima di scatenare il tripudio e la gioia, riflettiamo su cosa effettivamente stiamo celebrando. Questo progetto è frutto dell'opera dell'amministrazione precedente, datata 2016. E non dimentichiamoci dei 18 milioni di finanziamento ottenuti nel 2018

Rimborso contenzioso con Lageder. Nanni: “Si utilizzi per l’edilizia popolare”

Grazie alla vittoria del contenzioso con la famiglia Lageder, sancito dalla Corte d'Appello di Bologna lo scorso due febbraio il comune di Ferrara dovrà riceve un rimborso da oltre un milione di euro. E così, il consigliere Davide Nanni (Pd), si chiede se non sia il caso di destinarli a "interventi di recupero e manutenzione di alloggi popolari nel nostro territorio comunale"

“Ferrara Capitale Italiana della Cultura”. È la proposta lanciata da Andrea Maggi e Livio Zerbini di Ferrara Cambia, che trova l’appoggio di Mario Tozzi.

“Se esiste una città che se lo merita, questa è Ferrara – afferma Tozzi -: non solo per le grandissime impronte culturali che tutti conoscono, ma anche per il fatto che la città si è sostanzialmente mantenuta intatta. Qui il bello è di casa. È uno dei posti dove gli uomini hanno costruito in armonia con il contesto, anche naturale. Una città che va oltre la memoria, oltre la cultura, una città attiva”.

Va detto che non si tratta di un’idea nuova in questa campagna elettorale, venne già lanciata da Addizione Civica a inizio febbraio, ma in questo caso sembra godere – diciamo – di maggiori sponsor sia mediatici che politici.

“Una città straordinariamente ricca dal punto di vista architettonico, storico, culturale come Ferrara, città patrimonio dell’ Unesco – dichiara Livio Zerbini – ha tutte le carte in regola per questa candidatura. La nostra città ha una vita culturale di altissimo livello e una Università attrattiva, dove si è laureato Copernico con più di 20.000 studenti e ai vertici delle principali classifiche nazionali intatte”.

“Sono allo studio in questi giorni a parte di Sandro Mazzatorta, che sta curando il programma della coalizione di centro destra,– afferma Andrea Maggi – le procedure necessarie per formalizzare la candidatura e per partecipare ai futuri bandi. Ferrara merita questo riconoscimento che porterebbe in città fondi da utilizzare per investimenti nel campo del turismo e dei servizi”.

“Chiederemo a breve un incontro con Lucia Borgonzoni, sottosegretario di stato ai beni e attività culturali e al turismo – afferma Alan Fabbri, candidato sindaco a Ferrara – . Per molti anni abbiamo avuto un ferrarese come ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo e nulla è stato fatto in questa direzione. È ora di dare un segnale di forte discontinuità con l’inerzia passata e presente e dell’Amministrazione comunale”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com