Attualità
22 Novembre 2018
La Fiab assegna di nuovo il massimo riconoscimento. Modonesi: “Risultato raggiunto grazie al lavoro fatto sulle ciclabili, ai servizi, alla comunicazione e alle campagne di educazione”

Mobilità. Ferrara è una città “5 bike” (con lode)

di Redazione | 1 min

Leggi anche

La marcia dei 1.500 per dire no al Cpr

Ferrara dice ancora no con forza ai Cpr, e questa volta ha deciso di farlo con la voce di più di 1.500 persone che nel corteo di sabato pomeriggio (2 marzo) hanno preso parte alla manifestazione che ha riunito decine di forze, politiche e non, verso un'unica direzione: chiudere i dieci Cpr presenti in Italia e fare in modo che mai ne sia aperto uno a Ferrara

Incidenti stradali, 118 e vigili del fuoco fanno gioco di squadra

Gli operatori del 118 e i vigili del fuoco di Ferrara scendono in campo per le attività di soccorso in caso di incidente stradale. Un impegno quotidiano e di vitale importanza che ora si rafforza per consolidare e implementare le competenze professionali

Il liceo Ariosto celebra Giorgio Bassani

Nei giorni 4 e 6 marzo, presso l'atrio Bassani e la sala di lettura della sede del liceo “L. Ariosto”, si celebrerà la ventiduesima edizione della Giornata Bassani, incentrata sul tema Giorgio Bassani: una “passeggiata” tra realtà e finzione

Cinque “bike smile” e con lode annessa. Anche quest’anno Fiab premia la mobilità ciclabile di Ferrara con il massimo riconoscimento.

“Anche quest’anno Fiab colloca Ferrara sul gradino più alto del podio della mobilità ciclabile assegnandole 5 bike smile con lode”, afferma l’assessore Aldo Modonesi, mercoledì a Milano alla consegna delle bandiere gialle della ciclabilità italiana a 13 nuovi Comuni che entrano a far parte del progetto ComuniCiclabili, affiancati alle 69 amministrazioni locali, tra cui Ferrara, già insignite del riconoscimento nella prima edizione.

“Grazie al lavoro fatto sulle ciclabili (che in dieci anni sono state raddoppiate, passando da 87 a 175), grazie ai servizi (dalle zone 30 alle case avanzate e prossimamente il nuovo bike sharing e le rastrelliere antifurto), alla comunicazione e alle campagne di educazione (dai ciclisti illuminati al pedibus e bicibus). Un risultato – ha aggiunto Modonesi – raggiunto grazie al lavoro di tanti (tecnici del Comune, Ami, Fiab Ferrara e tanti cittadini) e che fa bene alla città. Una città che si muove sostenibilmente è una città più sana, che pensa al suo futuro, che riduce le distanze tra le persone, le generazioni, il territorio”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com