Comacchio
27 Maggio 2018
Il risultato deriva da un indagine di Legambiente, che propone la diminuzione degli imballaggi e attenzione nella gestione rifiuti

La plastica responsabile dell’inquinamento marino per il 94%

di Redazione | 2 min

Leggi anche

La Guardia Costiera di Porto Garibaldi apre le porte ai giovanissimi

Circa 100 alunni della scuola primaria di Lido degli Estensi hanno vissuto una mattinata in porto, incontrando alcune realtà collegate al mare e alla marittimità di Porto Garibaldi: i militari della Guardia costiera, i pescatori e gli operatori del mercato ittico

Lido degli Scacchi. Il circolo Legambiente Delta del Po, attivo da anni per la difesa della costa e per la salvaguardia del mare, ha partecipato per la terza volta alla indagine Beach Litter 2018. L’attività di monitoraggio è stata attuata presso la spiaggia libera del Vascello d’Oro, località Lido degli Scacchi, dove i volontari hanno raccolto i rifiuti in una definita area della battigia e hanno classificato tutto il materiale raccolto.

La registrazione dei materiali evidenzia, nelle 10 tipologie di rifiuti raccolti, che i prodotti in plastica sono responsabili della salute del mare per il 94%, maggiore rispetto alla media nazionale (80%). Il tema dei rifiuti gettati in mare è diventato troppo importante per dimenticarsene e  la plastica è uno dei responsabili della perdita di salute e di biodiversità, sia in mare che lungo la costa del Delta Po. La costa è infatti frequentata dalle tartarughe caretta-caretta e troppe volte le si trovano spiaggiate con l’intestino pieno di sacchetti di plastica e i pescatori lamentano che il pesce pregiato si è allontanato dalla costa perchè il mare è composto da inquinanti. Una serie di fattori che peggiorano la vita ai pesci, ma anche all’uomo che vive di mare e di turismo.

La diminuzione degli imballaggi, l’attenzione nella gestione dei rifiuti urbani e alle buone attività di acquacoltura sono quindi le richieste che Legambiente rivolge alle amministrazioni comunali e alle imprese presenti nel territorio costiero del Delta.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com