Cronaca
5 Marzo 2018
Giardini Grattacielo. La Polizia di Stato trova un giovane ferito alla mandibola

Aggressione in Gad. Non riesce a parlare per le botte

di Redazione | 1 min

Leggi anche

Carabiniere picchiato in Gad. Il raid per gelosia

Sono un padre, 46enne di nazionalità macedone, e suo figlio di 22 anni gli autori dell'aggressione ai danni del carabiniere del Norm di Ferrara che, nel pomeriggio di giovedì 29 febbraio, mentre si trovava fuori servizio, è stato picchiato in via monsignor Luigi Maverna, zona in cui ha sede l'Agenzia delle Entrate, dietro la stazione ferroviaria, in Gad

Carabiniere picchiato in Gad. È caccia agli aggressori

Un carabiniere del Nucleo Operativo Radiomobile di Ferrara è stato aggredito e picchiato nel pomeriggio di giovedì 29 febbraio mentre stava camminando lungo via monsignor Luigi Maverna, zona in cui ha sede l'Agenzia delle Entrate, dietro la stazione, in Gad

Cpr, il Ministero non smentisce la costruzione a Ferrara

Il Ministero dell’Interno non conferma quanto detto dal senatore Alberto Balboni sul passo indietro in merito alla costruzione di Centro di permanenza per i rimpatri a Ferrara. A mettere in imbarazzo la maggioranza è lo stesso sottosegretario del Viminale, Emanuele Prisco, in quota Fratelli d’Italia

Avvelenò la madre col tè. La Corte d’Assise dispone un’altra perizia

La Corte d'Assise del tribunale di Ferrara ha disposto una nuova perizia psichiatrica su Sara Corcione, la 39enne accusata di omicidio premeditato aggravato dal vincolo di parentela per aver assassinato sua mamma, la 64enne Sonia Diolaiti, avvelenandola nel suo appartamento di via Ortigara

Sono stati i militari dell’Esercito, in pattuglia in zona Gad, a trovarlo nei giardini attorno al Grattacielo, in viale Costituzione.

Era passata da poco l’una di notte e subito è partita la segnalazione alla Polizia di Stato, che si è portata sul posto con una pattuglia e il personale del 118 per le cure del caso.

A terra c’era M.M., 24enne di nazionalità marocchina. Lo straniero era sprovvisto di documenti e non è stato in grado di rilasciare dichiarazioni in quanto ancora dolorante alla mandibola per le percosse subite.

Una volta dimesso dall’ospedale il 24enne, non in regola con il permesso di soggiorno, è stato portato in questura e messo a disposizione dell’ufficio immigrazione per la relativa denuncia.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com