Cronaca
21 Luglio 2017
Cliente di un agriturismo denunciato per furto dalla polizia

Non gli piace la birra, ruba due bottiglie di liquore

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Arrivarono al Big Town con droga e soldi nell’auto

Droga e soldi. È quanto i carabinieri avevano trovato, lo scorso 1° settembre, all'interno della Bmw nera con cui il 42enne Davide Buzzi e il 21enne Lorenzo Piccinini, entrambi senza patente di guida, erano arrivati davanti al bar Big Town di via Bologna con l'intento di chiedere il pizzo a Mauro Di Gaetano, proprietario del locale, prima che quest'ultimo, insieme al padre Giuseppe Di Gaetano, reagisse violentemente alla loro minaccia, uccidendo il primo e ferendo gravemente il secondo

Il runner del lockdown ha scelto il suicidio assistito in Svizzera

“Vi auguro una buona vita, pensatemi ogni tanto, non dimenticatemi, ci sono stato anch'io sui questa terra”. Sono le ultime parole di Ulisse Trombini, divenuto suo malgrado famoso come il runner inseguito e insultato dal vicesindaco di Ferrara durante il lockdown.

Truffavano ‘giocando’ sui sentimenti. Fanno scena muta davanti al giudice

Finiti nei guai dopo la maxi-operazione coordinata dalla Procura di Palermo, che ha portato a scoperchiare un'associazione a delinquere finalizzata alla truffa estesa in tutta Italia, i due fratelli di nazionalità nigeriana, che nei giorni scorsi sono stati arrestati a Ferrara, hanno scelto la via del silenzio

Contabilità ‘artefatta’ per avere permessi di soggiorno. Trenta stranieri nei guai

È approdato ieri (venerdì 17 maggio) mattina, davanti al giudice Rosalba Cornacchia del tribunale di Ferrara, il processo che vede imputate trenta persone di nazionalità straniera con l'accusa di aver usufruito di falsi permessi di soggiorno per fatti avvenuti tra il 2014 e il 2019 e scoperchiati da una articolata inchiesta eseguita dal nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza

La birra non gli è piaciuta, il prezzo idem. Così ha scagliato il bicchiere nel lavandino di un agriturismo di via delle Vigne, infrangendolo, per poi andarsene via. Ma non è finita qui, perché dopo aver appreso che i titolari avevano chiamato la polizia è tornato indietro, ha minacciato i due addetto che erano dietro al bancone, si è impossessato di due bottiglie di liquore usate per i cocktail e, questa volta sì, se n’è andato davvero.

Ma senza andare troppo lontano, il 32enne ferrarese, residente nel rodigino e autore del gesto ha terminato la serata di giovedì con una denuncia per furto da parte della polizia che lo ha colto mentre era ancora in via delle Vigne.

Sempre giovedì la squadra Volanti ha denunciato anche altre due persone, questa volta per tentato furto. Si tratta di due persone, una di 40 anni, proveniente dalla Tunisia e una di 35, proveniente dal Marocco, entrambe residenti a Cento. I due sono stati fermati al centro commerciale “Il Castello” dagli addetti alla vigilanza che li hanno pizzicati con merce di cui non avevano corrisposto il pagamento.

Avevano infatti prelevato vari capi di abbigliamento e una tronchese dalle corsie, per poi portarsi ai camerini-prova dove uno di essi si è appostato all’esterno a fare il “palo”, mentre il secondo si è chiuso dentro e con la tronchese ha staccato le placche antitaccheggio dagli indumenti prelevati. I due vistisi notati, hanno interrotto ogni attività e, dopo avere riposto sugli scaffali una delle maglie prelevate, sono usciti dal negozio dove sono stati fermati dalle guardie giurate. La merce, danneggiata in parte, corrisponde al valore complessivo di 453 euro.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com