Attualità
25 Maggio 2017
“Forse qualcuno dovrebbe dire al vescovo che la stragrande maggioranza delle vittime del terrorismo oggi sono musulmani”

Manchester. La Comunità islamica di Bologna replica a Negri

di Redazione | 1 min

Leggi anche

Emergenza nutrie, abbattuti oltre 44mila esemplari in un anno

Emergenza nutrie al centro del tavolo tecnico in prefettura a Ferrara che, nel pomeriggio di ieri, giovedì 29 febbraio, ha visto il prefetto Massimo Marchesiello e l'assessore regionale Alessio Mammi fare il punto della situazione sulle attività finalizzate all'eradicazione della specie alloctona infestante come previsto dal Piano Regionale di Controllo stabilito dal Dgr 546 del 19 aprile 2021 per il periodo 2021-2026

“Forse qualcuno dovrebbe dire al vescovo di Ferrara che la stragrande maggioranza delle vittime del terrorismo oggi sono musulmani, e quindi ci chiediamo, di quale guerra tra religioni parla?”. È l’invito a una riflessione seria al vescovo emerito di Ferrara che arriva dalla Comunità islamica di Bologna.

Sulla propria pagina facebook la comunità felsinea replica alle parole scritte da Luigi Negri in occasione delle vittime di Manchester, dove invita quelli che definisce ‘guru’ della politica e della religione a non negare che siamo di fronte a “una guerra di religione” e a non dire che “la religione per sua natura è aperta al dialogo e alla comprensione”.

“Non ci stancheremo mai di condannare le atrocità commesse per mano di questi terroristi; ancora una volta strage di innocenti in Europa e nel mondo – aggiunge la Comunità islamica -. Manchester entra in una lista lunga ormai di città colpite dai portatori dell’ideologia del terrore. Nessuna religione potrà mai giustificare queste barbarie”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com