Economia e Lavoro
28 Maggio 2015
Convegno dedicato al fabrication laboratory come incubatore di innovazione

Sipro festeggia i 40 anni con i Fablab

di Redazione | 2 min

Leggi anche

“Diplomatic Days”: Ferrara capitale delle relazioni commerciali

Una due giorni in cui Ferrara diventerà, a tutti gli effetti, capitale delle relazioni commerciali. Nella città estense, il 7 e 8 marzo, approderanno infatti diplomatici – consoli e ambasciatori – di 27 Paesi e 5 Continenti. Non a caso il titolo dell’evento è Diplomatic Days

26_maggio_9È stato dedicato ai Fablab, che cosa sono e come funzionano questi fabrication laboratory, la prima iniziativa per celebrare i 40 anni di attività di Sipro, tenutasi martedì 26 maggio a palazzo Muzzarelli Crema.

Si parla molto di questi luoghi messi a disposizione di privati, scuole, artigiani, designer e tutti coloro che desiderano trasformare le proprie idee in nuovi prodotti e prototipi. Ma come funzionano nella pratica questi laboratori e soprattutto quali sono i vantaggi o le ricadute in termini di innovazione dei territori in cui iniziative di questo genere sono state attivate?

Per rispondere a queste domande, Sipro ha elaborato una sorta di percorso di formazione, pensato per enti pubblici, associazioni di categoria, Università, incubatori di impresa in primis, ma anche per privati e imprese in seconda istanza. Un percorso che partendo dall’inquadramento del tema FabLab e della definizione di un linguaggio comune a tutti gli operatori interessati, dovrebbe permettere di definire nel contesto ferrarese l’opportunità di realizzare un vero e proprio FabLab, mettendo in rete le iniziative già in corso o le progettualità da sviluppare.

26_maggio_8In questa direzione è andato l’incontro dell’altro giorno, a cui hanno partecipato la presidente Sipro Caterina Brancaleoni che ha presentato l’iniziativa nell’ambito del quarantennale dell’Agenzia Provinciale per lo Sviluppo, prima di passare la parola a Barbara Busi di Aster che ha illustrato i nuovi contesti e i nuovi linguaggi degli artigiani digitali e makers in uno scenario più complessivo dei Fablab.

È intervento poi Massimo Menichinelli di OpenP2Pdesign su cos’è e come nasce un FabLab mentre Pietro Dioni di On/Off FabLab Parma si è concentrato sul Fablab tra making, co-working ed educazione. Il convegno si è chiuso con le parole di Marco Martelli di FabLab Imola che ha presentato il rapporto tra Fablab e scuola tecnica.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com