Bondeno
10 Settembre 2014
L'equipe interdisciplinare lavorerà al sito della Terramara per studiare le popolazioni che vi vivevano oltre 3000 anni fa

L’archeologia di nuovo protagonista a Pilastri

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Chiuderà due giorni dopo le previsioni il ponte di Scortichino

Si aggiungono un paio di giorni di apertura ulteriore per il ponte di Scortichino sul Canale Diversivo: le nuove date di interdizione al traffico veicolare, confermate anche dall’apposita ordinanza della viabilità, andranno da mercoledì 24 luglio sino al 31 agosto

Ponte di Scortichino. Chiuso per lavori dal 22 luglio al 31 agosto

Mancava solo la formalizzazione delle date, ma da mesi era stata prevista e annunciata per il mese di luglio l’inizio della chiusura al traffico veicolare del ponte di Scortichino sul Canale Diversivo. Ora il periodo è stato definito: il passaggio sul ponte resterà interdetto ai veicoli di ogni genere da lunedì 22 luglio sino al 31 agosto

Torna il Bundan Celtic Festival: dal 18 al 21 luglio

Inizierà giovedì 18 luglio la diciottesima edizione del Bundan Celtic Festival, evento di rievocazione storica, musica e gastronomia fra i più noti e frequentati a livello nazionale. Per il secondo anno consecutivo, anche questa nuova edizione in programma presso il parco golenale della Rocca Possente di Stellata durerà ben quattro giorni, fino a domenica 21

Tigelle aspettando la notte di San Lorenzo

Una serata in compagnia della buona tavola e con la speranza di ammirare qualche stella cadente. Questa sera (sabato 13) a Scortichino si terrà infatti la "Tigellata Stellare – Aspettando la notte di San Lorenzo", un evento che unisce una ricca cena a prezzo fisso e senza limiti con l’osservazione delle stelle e la passione per l’astronomia

unnamed (12)Bondeno. Come già anticipato nel consiglio comunale dello scorso aprile, pochi giorni fa è stata definitivamente siglata la convenzione tra la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna (Sbaer) e il Comune di Bondeno, presupposto indispensabile per dare avvio a un importante progetto triennale di scavi, studio e divulgazione del sito della “terramara” di Pilastri, già interessato lo scorso anno e nel 1989 da una serie di indagini che ne hanno messo in luce la natura e l’interesse archeologico.

La campagna, diretta dalla Soprintendenza in collaborazione con la ditta Petra di Padova, avrà inizio il prossimo 15 settembre, alla presenza del sindaco Alan Fabbri e di altre autorità, e vedrà quest’anno la partecipazione di un nutrito gruppo di ricercatori e studenti provenienti dalle Università degli Studi di Padova e di Ferrara, con il supporto di alcuni membri dei Gruppi Archeologici di Bondeno e di Ferrara.

L’iniziativa ha potuto aver luogo grazie alla disponibilità dei proprietari e conduttori del terreno – in primis Giuseppe Papi – e al cospicuo contributo messo a disposizione dal comune di Bondeno e da ulteriori sponsor individuati sul territorio cui, si spera, altri se ne vorranno aggiungere nelle prossime settimane.

Pilastri2Tra gli obiettivi principali dell’indagine vi è non soltanto quello di raccogliere ulteriori informazioni sulla struttura e l’organizzazione dell’insediamento ma, soprattutto, di indagare e ricostruire le modalità di vita della popolazione e l’ambiente che caratterizzava l’epoca della terramara, vale a dire fra i 3600 e i 3200 anni fa. A tale scopo l’équipe, coordinata dal dottor Valentino Nizzo (Sbaer), metterà in campo le più aggiornate tecniche d’indagine bioarcheologica al fine di ricomporre nel dettaglio l’alimentazione e le forme di sussistenza dei nostri antenati.

L’idea, già messa in atto lo scorso anno, è di condividere il più possibile l’esperienza di scavo col pubblico, in modo da far sì che il passato rimesso in luce dall’archeologia sia percepito come una realtà condivisa, come parte integrante di una identità sempre di più collettiva e, al tempo stesso, come nuova potenziale risorsa e prospettiva di sviluppo attraverso la riscoperta delle radici e delle peculiarità del nostro territorio.

A tal fine è stato creato un apposito network, una finestra sul progetto accessibile da tutti gli interessati attraverso il portale terramarapilastri.com, un modo per coinvolgere virtualmente il pubblico non solo locale e invogliare chi vorrà a visitare gratuitamente lo scavo e a partecipare a tutte le iniziative che, fino al 31 di ottobre, impegneranno sul sito archeologi e volontari.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com