Eventi e cultura
29 Luglio 2014
Il trio proporrà musiche di Ditters von Dittersdorf, Baptist Vanhal e Michael Haydn

Divertimenti viennesi a Marfisa d’Este

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Meno di 20mila per la mostra su Achille Funi

Sono stati 18.339 i visitatori della mostra "Achille Funi. Un maestro del Novecento tra storia e mito" allestita al Palazzo dei Diamanti e organizzata da Fondazione Ferrara Arte e Servizio Musei d’Arte del Comune di Ferrara

Matteo Cicchitti

Matteo Cicchitti

Oggi, martedì 29 luglio, alle 21.30 nel giardino della palazzina di corso Giovecca 170, nuovo appuntamento con la rassegna di concerti “Musica a Marfisa d’Este”, organizzata e promossa dal Circolo Amici della Musica “G. Frescobaldi” in convenzione con l’Assessorato alle Politiche e Istituzioni Culturali del Comune di Ferrara, i Musei Civici di Arte Antica e la Fondazione Teatro Comunale di Ferrara.

Nel suggestivo contesto della Loggia degli Aranci il Musica Elegentia Consort (Filippo Bergo, violino e viola; Simone Baroni, violino; Matteo Cicchitti, violone) proporrà un programma incentrato sul “Divertimento”, genere musicale limpido, lineare nella forma e facile all’ascolto assai praticato nell’ambito del classicismo viennese. In programma musiche di Carl Ditters von Dittersdorf, Johann Baptist Vanhal e Michael Haydn, compositori attivi a Vienna nella secona metà del Settecento. La direzione sarà affidata a Matteo Cicchitti.

Il gruppo Musica Elegentia Consort, costituitosi in un’omonima associazione culturale musicale, si occupa dell’esecuzione di musica antica su strumenti dell’epoca o su fedeli riproduzioni, applicando una lettura filologica alle musiche interpretate usando le tecniche del tempo. Il complesso fondato al termine dell’anno 2012 è diretto dal violonista e contrabbassista abruzzese Matteo Cicchitti, conoscitore e continuo ricercatore della pratica esecutiva storica. Mec ha partecipato a rassegne concertistiche di notevole importanza offrendo al pubblico concerti monografici con repertorio che abbraccia buona parte della musica sacra e profana del periodo XVII-XVIII secolo, sia strumentale, sia vocale.

L’ingresso è a offerta libera; il ricavato dell’intera rassegna, a carattere benefico, sarà devoluto all’Ama, associazione Malattia Alzheimer.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com