Cronaca
22 Ottobre 2013
Apre la due giorni il magistrato Raffaele Cantone

L’insolvenza si fa festival

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Arrivarono al Big Town con droga e soldi nell’auto

Droga e soldi. È quanto i carabinieri avevano trovato, lo scorso 1° settembre, all'interno della Bmw nera con cui il 42enne Davide Buzzi e il 21enne Lorenzo Piccinini, entrambi senza patente di guida, erano arrivati davanti al bar Big Town di via Bologna con l'intento di chiedere il pizzo a Mauro Di Gaetano, proprietario del locale, prima che quest'ultimo, insieme al padre Giuseppe Di Gaetano, reagisse violentemente alla loro minaccia, uccidendo il primo e ferendo gravemente il secondo

Il runner del lockdown ha scelto il suicidio assistito in Svizzera

“Vi auguro una buona vita, pensatemi ogni tanto, non dimenticatemi, ci sono stato anch'io sui questa terra”. Sono le ultime parole di Ulisse Trombini, divenuto suo malgrado famoso come il runner inseguito e insultato dal vicesindaco di Ferrara durante il lockdown.

Truffavano ‘giocando’ sui sentimenti. Fanno scena muta davanti al giudice

Finiti nei guai dopo la maxi-operazione coordinata dalla Procura di Palermo, che ha portato a scoperchiare un'associazione a delinquere finalizzata alla truffa estesa in tutta Italia, i due fratelli di nazionalità nigeriana, che nei giorni scorsi sono stati arrestati a Ferrara, hanno scelto la via del silenzio

Contabilità ‘artefatta’ per avere permessi di soggiorno. Trenta stranieri nei guai

È approdato ieri (venerdì 17 maggio) mattina, davanti al giudice Rosalba Cornacchia del tribunale di Ferrara, il processo che vede imputate trenta persone di nazionalità straniera con l'accusa di aver usufruito di falsi permessi di soggiorno per fatti avvenuti tra il 2014 e il 2019 e scoperchiati da una articolata inchiesta eseguita dal nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza

admin-ajax.phpSi terrà a Ferrara venerdì 25 e sabato 26 dalle 15 alle 21.30 la Seconda edizione di InsolvenzFest – Confronti pubblici interdisciplinari sull’insolvenza.

Ancora una rivelazione del diritto dell’insolvenza, da condurre fuori dai suoi confini. Questa la sfida culturale riproposta dall’Oci (Osservatorio sulle crisi di impresa, associazione culturale di magistrati che si occupano della materia concorsuale), che attraverso una serie di dialoghi tra giuristi, docenti universitari di economia aziendale, filosofia e diritto comparato, giornalisti ed esperti in altre discipline, propone un incontro trasversale tra mondi – l’impresa, l’etica pubblica, il mercato del lavoro, il credito e la giurisdizione, l’associazionismo consumeristico – che raramente si confrontano, se non per controversie su casi singoli. Un festival in cui i temi dell’insolvenza vengono liberati dal loro tecnicismo ed offerti alla curiosità culturale di tutti, con una particolare apertura verso i giovani e gli studenti delle università.

A Ferrara, nella seconda edizione di Insolvenzfest, continua il progetto di apertura del diritto ad una riflessione pubblica ed interdisciplinare sui temi dell’insolvenza. L’Oci ha ideato una serie di dialoghi tra giuristi, giornalisti, esperti del lavoro e studiosi di economia, sulle intersezioni tra crisi economica, formazione delle classi dirigenti, insolvenze dei mercati, debito pubblico, rischi finanziari, destinazione del risparmio, così da creare un incontro trasversale tra mondi – l’impresa, l’etica pubblica, il mercato del lavoro, il credito e la giurisdizione, i consumatori – che raramente si confrontano, se non per controversie su casi singoli.

Ulteriori occasioni per decifrare il linguaggio tecnico sulle molte e complesse questioni del fenomeno dell’insolvenza sono offerte nelle sezioni delle pagine e delle immagini in cui IF ospita libri e film sulla giustizia, le crisi finanziarie e l’indebitamento nella percezione delle pubbliche opinioni e nella rappresentazione mediatica. La sottrazione dei protagonisti quotidiani dal proscenio delle aule di giustizia e dai pontili delle aziende può avvicinare agli esperti ospitati in Ferrara la curiosità culturale di tutti, anche per la particolare attenzione dell’iniziativa verso i giovani, gli studenti delle università e delle scuole superiori.

Il primo incontro, venerdì 25 alle ore 15.30, nella facoltà di Giurisprudenza, avrà come protagonista Raffaele Cantone, giudice della Corte di Cassazione, intervistato sul tema “Corrompere per non pagare” (la concorrenza odiosa con gli altri imprenditori grazie ai servizi moderni offerti dai nuovi corrotti – la legge anticorruzione e i presidi giuridici alla trasparenza nelle prestazioni dei pubblici ufficiali – la difficile resistenza ad un mercato organizzato che si fa criminale).

Per ulteriori informazioni: info@ifinsolvenzfest.it.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com