Copparo
17 Settembre 2013
Il modello è quello utilizzato per i giochi olimpici di Londra 2012

L’anima “eco” del Settembre Copparese

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Plastic Free sensibilizza i più piccoli

Plastic Free Copparo ha condotto un’importante iniziativa di sensibilizzazione contro l'inquinamento e l'abbandono dei rifiuti alla scuola primaria “O. Marchesi” di Copparo

settembre copparese giostreCopparo. Venerdì 20 settembre prende il via l’edizione numero 66 di Settembre Copparese. Grazie all’impegno del Comune di Copparo e di Delphi International, azienda che ne cura l’organizzazione, la fiera campionaria di quest’anno ha avviato un percorso di coinvolgimento e sensibilizzazione verso espositori e visitatori per ridurre il più possibile l’impatto ambientale della manifestazione sul territorio.

L’edizione 2013 sarà infatti caratterizzata dalla piena sostenibilità, con l’intento di preservare l’ambiente e le sue risorse in un’ottica di ecofesta, marchio regionale dedicato agli eventi svolti sul territorio emiliano romagnolo che seguono impegni precisi per produrre la minor quantità possibile di rifiuti, in particolare nelle zone ristorazione.

A garantire questi aspetti risulta fondamentale il ruolo coperto da Delphi International. La società ferrarese specializzata nella comunicazione e organizzazione di eventi, è tra le prime in Italia ha conformarsi alle linee guida della Iso 20121, la norma internazionale per la gestione sostenibile degli eventi, attraverso cui sono stati accreditati anche i giochi olimpici di Londra 2012.

Riguardo a questa edizione di Settembre Copparese verranno pertanto sperimentate scelte organizzative e di fruizione dell’evento, meno impattanti sull’ambiente e tese a valorizzare le produzioni del territorio.

Tra le azioni più significative si ricordano: sensibilizzazione dei partecipanti, attraverso strutture ricettive e mobilità, isole ecologiche ben evidenti per la raccolta dei rifiuti differenziati; sensibilizzazione degli espositori attraverso la diffusione di un manuale sulla corretta gestione delle aree espositive; coinvolgimento di Area e Cna che organizzeranno laboratori didattici per le scuole elementari incentrati sulla eco-compatibilità e il risparmio di acqua ed energia; riduzione dei rifiuti grazie all’utilizzo di stoviglie lavabili nelle aree ristoro per ridurre in maniera considerevole il consumo di plastica associato all’usa e getta; acqua a Km zero attraverso uno spazio dedicato alla distribuzione di acqua di rete refrigerata o gasata.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com