Bondeno
7 Aprile 2013
Per il 70° anniversario della ritirata dell'esercito italiano, la mostra ripercorre le tappe della tragica fuga

“Soldati nelle neve”, storia della campagna in Russia

di Redazione | 1 min

Leggi anche

Tutta domenica “la Festa degli aquiloni”

Bondeno. Una giornata di festa per grandi e piccini al Parco Urbano “Grandi” di Bondeno: oggi (domenica 25 maggio) per tutto il giorno si svolge “La festa degli aquiloni”, organizzata dal Nucleo di Bondeno dell’associazione Arma Aeronautica. Dalle ore 10.00 alle...

“Baluba” il nuovissimo evento musicale a Stellata

Stellata. Dalla (simpatica) nutria alle balle di fieno, dal fiume alle spighe di grano: ci sono gli archetipi e le autenticità del territorio matildeo nell’immagine grafica del Baluba, il nuovissimo evento musicale programmato a Stellata nel fine settimana di metà...

Patto per la Casa approvato all’unanimità

Il comune, attraverso una delibera di consiglio comunale promossa all’unanimità, ha scelto di aderire al Patto per la Casa della “Regione Emilia-Romagna”, approvando inoltre lo schema di convenzione con Acer Ferrara che sarà il soggetto deputato a fare da mediatore fra la domanda e l’offerta immobiliare

admin-ajax (25)Bondeno. È  stata inaugurata sabato 6 aprile, alle ore 17, alla presenza del vicesindaco Luca Pancaldi, la mostra “1943-2013: Soldati nella neve…” Organizzata per celebrare il 70° anniversario della ritirata dell’Armir (l’Armata italiana in Russia), durante il secondo conflitto mondiale. Certamente una delle pagine più dolorose della nostra storia, che ha trovato in questa esposizione, capace di raccogliere diverse immagini significative, nuovi spunti di riflessione.

Curatore della mostra è Piergiorgio Cornacchini, pilastrese, appassionato di fotografia, ma gran parte del materiale è stato recuperato anche grazie alla preziosa collaborazione di varie associazioni: l’Associazione Arma Aeronautica (sezione di Ferrara, nucleo di Bondeno), Anfcdg (un’associazione dei figli dei Caduti e dei dispersi durante la guerra) e la sezione matildea dell’associazione Autieri. Oltre all’associazione culturale di ricerche storiche “Pico Cavalieri”, di cui fa parte lo stesso Cornacchini. «L’esposizione ci permette di rileggere a distanza di 70 anni uno dei momenti più dolorosi della storia del Paese – spiega Pancaldi – attraverso la passione e la cura della ricerca svolta da Cornacchini, con la collaborazione delle associazioni ex combattentistiche.» 

La Città di Bondeno ha patrocinato la mostra, che sarà visitabile fino al 28 aprile nei locali della Società Operaia di Mutuo Soccorso di viale Repubblica: il sabato, la domenica e i festivi, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com