sab 11 Feb 2017 - 2004 visite
Stampa

Quattro arresti dei Carabinieri in zona Gad

E' stato anche denunciato un uomo che ha minacciato il controllore del bus con una scacciacani dopo essere stato multato

Sono quattro le persone arrestate dai Carabinieri di Ferrara nel corso dei servizi straordinari effettuati ieri 10 febbraio e nel corso della notte nella zona Gad, per contrastare lo spaccio di stupefacenti e i reati connessi.

Un nigeriano di 22 anni, in Italia senza fissa dimora,  I.E., è stato arrestato per detenzione di stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, per aver aggredito con calci e pugni i militari al fine di sottrarsi al controllo. Il giovane straniero durante la perquisizione personale è stato trovato in possesso di un involucro contenente una dose di marijuana del peso complessivo di 2 grammi, sottoposta sequestro; durante l’attività di polizia conseguente sono stati inoltre rinvenuti, con ausilio delle unità cinofile della Stazione Carabinieri di Poggio Renatico, ulteriori 28 grammi di marijuana, suddivisi in dieci involucri, nascosti sotto le siepi nei giardini pubblici di viale Costituzione, anche questi sottoposti a sequestro a carico di ignoti.

Il secondo arrestato, questa volta in flagranza di reato, è D.G., un rumeno di 53 anni sorpreso a rubare cinque pezzi di parmigiano reggiano all’interno del supermercato “Coop Doro” di via Modena; la refurtiva è stata restituita supermercato.

Sempre in  zona Gad sono scattate le manette anche per il cittadino marocchino B.A., 19enne senza fissa dimora, che dovrà rispondere di violenza, resistenza e lesioni a pubblco ufficiale. Il giovane, infatti, è stato accompagnato dai carabinieri in caserma per accertamenti di polizia e nel corso delle operazioni ha dato in escandescenza aggredendo con calci e pugni i militari. Sottoposto a perquisizione personale, è stato poi trovato in possesso di una dose di marijuana del peso complessivo di 1,5 grammi, sottoposta a sequestro.

Anche un altro nigeriano, il 30enne N.K., ha preso a calci e pugni i carabinieri per evitare il controllo, ma è stato bloccato e dichiarato in stato d’arresto nella flagranza del reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Infine, verso le 19 di ieri sera, i Carabinieri di Ferrara sono riusciti a individuare e denunciare in stato di libertà un uomo che poco prima aveva minacciato con un’arma il controllore del bus linea 11, che lo aveva multato per averlo trovato sul mezzo pubblico privo del regolare biglietto. L’uomo, un rumeno di 46 anni senza fissa dimora e con precedenti, è stato rintracciato dai militari in via Neri, dove, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di una pistola a tamburo scacciacani, priva del tappo rosso, con inseriti sei colpi a salve. L’arma è stata sequestrata e il rumeno è stato inoltre denunciato per atti persecutori (stalking), in quanto responsabile di numerosi comportamenti persecutori nei confronti dell’ex compagna.

Nel corso nell’intero servizio sono stati inoltre controllati 12 veicoli e 18 persone (di cui 6 extracomunitarie), nonché elevate diverse sanzioni al Codice della Strada.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi