ven 1 Ago 2014 - 1175 visite
Stampa

Basta capirsi

Foto inviata da Stefano Balboni.

unnamed

Stampa
  • pippo

    simpatica :)

    non l’ho vista di persona,è per caso in via carlo mayr?

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • Roberto Bernardoni

    Troppo forte Stefano.
    Sei sempre un attento osservatore delle “cose” cittadine.
    Considerazione: chiunque sia stato a posizionare il cartello [ ma se è stato il Comune, non ci vorrebbe lo stemma, o il logo del Comune stesso o un riferimento qualsiasi che lo rendesse “ufficiale”, e non dovrebbe essere indicato allo stesso tempo il percorso da compiersi da parte dei ciclisti (ad es. cicli a destra o a sinistra)? ] avrebbe potuto però pensare anche a scrivere la traduzione di “cicli a mano” in altre lingue. Oramai Ferrara è una città multietnica. O no ?

    Thumb up 6

  • Enzo

    Mannò… va bene Biga a mano… e chialtàr chi s’adegua… A duegna faral sempar nu??

    Commento molto apprezzato! Thumb up 14

  • Marcello R.

    Peccato che il 90% dei ferraresi non capisca neppure l’italiano visto che ne vedo pochi scendere dalla bicicletta in prossimità dei cantieri.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 11

  • Supermario

    Ancora centro.Pero´ach zirundlon ca tie´.:)

    Thumb up 3

  • filàr

    In verità la seconda parte è già in inglese

    Thumb up 6

  • Stefano Balboni

    E’ in via Carlo Mayr! Ho provato a scendere, ma in alcuni punti il passaggio era talmente stretto che non ci stavamo io e la bici affiancati, così ho cambiato strada.
    Ho finito le ferie, così ora girerò un po’ meno e scatterò meno foto:-)

    BUON WEEKEND

    Thumb up 5

  • Taba

    Ultimamente ho visto un cambio di marcia, un cambiamento, per quanto riguarda la scelta dei temi fotografici e trovo utile e interessante esporre foto come questa che mostra una scena di vita quotidiana(ahinoi) della Ferrara in rifacimento. 
    Questo e’ il quartiere cinese/arabo, nella fattispecie via Carlo Mayr dove ormai da anni e’ un susseguirsi di problemi di ordine pubblico dal vandalismo, agli atti osceni, allo spaccio, ai tentati omicidi, agli omicidi veri e propri. E se e’ la ditta ungherese a fare i lavori che dico io, ha voluto scrivere il cartello in dialetto per mostrare la propria vicinanza al popolo ferrarese. Una sorta di ruffianata. Ma va bene anche questo.

    Thumb up 1