mar 11 Feb 2014 - 225 visite
Stampa

Accordo raggiunto sulla Camera di commercio

Il prossimo presidente sarà Paolo Govoni affiancato dal vice Giulio Felloni. Respinte le accuse di consociativismo

camera commercio okLe associazioni di categoria della provincia di Ferrara hanno firmato l’accordo per il rinnovo degli organi della Camera di commercio. La presidenza per il prossimo mandato sarà attribuita all’imprenditore Paolo Govoni, numero uno regionale di Cna (indicato da Cna Ferrara), mentre la carica di vicepresidente sarà assegnata all’imprenditore Giulio Felloni, presidente di Ascom-Confcommercio Ferrara.

L’accordo raggiunto prevede che tutte le organizzazioni firmatarie dovranno trovare rappresentanza all’interno del Consiglio generale. La nuova Giunta sarà di nove membri – compresi presidente e vicepresidente – e vedrà la presenza di un rappresentante per Cna, Ascom-Confcommercio, Coldiretti, Confartigianato, Confersercenti, Legacoop, Unindustria e Unione Agricoltori mentre il nono componente sarà eletto su indicazione congiunta di Confcooperative e Cia.

L’obiettivo fondamentale dell’intesa sottoscritta è assicurare anche per il prossimo mandato quella “importante coesione che si è venuta a creare, in relazione agli obiettivi da raggiungere, tra tutte le organizzazioni” durante l’intero periodo della presidenza Roncarati e che ha permesso all’ente camerale di svolgere un’attività “di grande importanza e valore”.

“Questa coesione – si legge in una nota – sui progetti e sugli interventi utili al territorio, lontana da ogni consociativismo, è alla base di tutti i risultati positivi che sono stati raggiunti per la nostra provincia e costituisce un patrimonio che è interesse di tutti preservare”. Il riferimento della nota al consociativismo è una sorta di risposta alle critiche lanciate dai sindacati e dalle associazioni dei consumatori rispetto alle alleanze consolidate e agli accordi di potere tra associazioni economiche, che anche in questo accordo raggiunto hanno escluso di fatto le istanze dei lavoratori e dei consumatori.

Stampa
  • Arch. Lanfranco Viola

    Finalmente ora che alla carica di Vice Presidente della Camera, è stato nominato il Presidente di Ascom-Confcommercio, tutti i PROBLEMI dell’Industria Turistica cittadina, saranno affrontati con GRINTA E DETERMINAZIONE, ad iniziare dalla Tar-Tassa- di Soggiorno, di cui verrà chiesto l’UTILIZZO, visto che si tratta di una Tassa di Scopo da investire SOLO per l’incremento delle PRESENZE TURISTICHE (= pernottamenti ) in città di cui ,fino ad oggi, nessuno ha relazionato l’utilizzo. O no?

  • La verità

    Respinte le accuse di consociativismo

    No ma infatti…

  • Mo Mama!

    Nuovo che avanza.. Povera Ferrara! .