dom 9 Feb 2014 - 3273 visite
Stampa

Gli umarel, lavora che ti guardo

unnamed“Ma cusel cal quel?”

“Ma sarà mina al mod’ ad lavurar quell’ì??”

“Asgonda miiiii as fà mei in un altar mod!!”

“Aaaah ai nostar temp…as lavurava com’as dev! Brisa com’adess!! Aaaah si!”

 

Mai sentiti in centro a Ferrara questi simpatici commenti?
Non sono frasi pronunciate dai normali ferraresi sbiclettanti per piazza. No no. Questi sono commenti di veri professionisti. Muratori scalfiti a colpi di betoniera. Architetti forgiati dai duri cantieri edili. Geometri ad honorem. Si, proprio così. Gente a cui non scappa niente. Inutile cercare di camuffare lavori raffazzonati…quelli hanno occhi anche dietro la schiena vi dico! Ma chi sono poi questi personaggi, diranno quelli che non frequentano abitualmente Piazza Trento Trieste?
Questi provetti difensori dei lavori “a regola d’arte”, che alcuni chiamano amichevolmente “umarel”, sono un gruppone di amici d’altri tempi. Dei diversamente giovani che si riuniscono tutti i giorni, cascasse il mondo, in piazza. Alcuni hanno la loro postazione preferita sotto la Galleria Matteotti. Sempre con l’argomento del giorno in canna. Quattro chiacchiere in attesa di qualcosa di grosso: dell’evento dell’anno. Voi penserete: una festa? Una mostra? Un comizio importante? Macché! Aspettano un bellissimo cantiere stradale! Puntuali come la multa se non hai in tagliando nelle strisce blu, al primo colpo di martello pneumatico loro arrivano… e da quel momento per gli operai è finita: giornate di osservazioni senza sosta e valanghe di domande, commenti o rimproveri per i lavoratori che non eseguono i lavori “come si faceva una volta”. Esagerato direte voi! A si? Allora vi informo che durante gli ultimi lavori di Corso Martiri della Libertà sono dovuti intervenire perfino i vigili urbani per disperdere “gli esperti cantieristici” che intralciavano gli operai!
Ma alla fine noi ferraresi gli vogliamo un sacco di bene….in fondo svolgono un lavoro utile e lo fanno gratuitamente per il bene di tutta la comunità.

“ A me…… mi sembra messo male cal quel lì! ”

“ Ma sa dit?? Secondo me invece bisogna usare più cemento piuttosto! Come si faceva nel ‘53! ”

“ Ma fat banadir! Non vedi che ha messo poca sabbia? E’ grassa!! ”

“ Miiiiii al pagaria brisa stal lavor! ”

 

P.S. se non sapete il dialetto ferrarese chiedete nei commenti…qualche buon’anima vi farà la sicuramente la traduzione! 

Stampa
  • Mago Rosso

    Argomento piuttosto vecchiotto se ne parlava gia’ trent’anni fa. Niente di nuovo sotto il sole. E’ un po’ come quelle vecchie barzellette che ogni tanto ritornano.

  • Roberto Zambelli

    Se almeno ogni tanto i tecnici del comune ascoltassero questi “umarel” i lavori avrebbero di sicuro un’altra qualità e un’altra impronta, tanto, in molti casi fare peggio sarebbe davvero difficile!
    Vedi (in attesa che esploda Corso Martiri):
    Illuminazione Corso Martiri e del Centro cittadino in genere
    Via Fabbri,
    Via Bologna,
    Porta Paola
    Rotondone San Giorgio
    Illuminazione Rotondone San Giorgio
    Pavimentazione in porfido 4 esse
    Pavimentazione in porfido Prospettiva
    Viabilità (demenziale???) tratto via Fabbri Via Kennedy in Via Bologna
    In generale mai nessun accorgimento tecnico per favorire i disabili
    … ad ognuno di voi completare l’elenco…
    Nota: siccome mai nessuno sembra dimostrare, nella pratica, che esista davvero un capitolato di fornitura in quanto mai nessuno sembra dirigere davvero questi lavori non sarebbe forse meglio fare una gara per affidare a uno di questi “umarel” oppure a tutti loro collegialmente il collaudo e l’approvazione delle opere eseguite?

  • Nicola

    Concordo con Zambelli. Aggiungiamo il fatto che, alcuni di quegli “umarel” pensionati, quei lavori li sapevano fare, e assai bene.
    Aggiungo, a quanto scritto da Zambelli, che quegli “umarel” avevano subito capito che la pavimentazione di Piazza Municipale si sarebbe sbriciolata…
    Avercene, di quegli “umarel”… avercene!

  • Pape

    Fan parte della tradizione ferrarese, da sempre presenti in centro. Quando scompariranno avremo perduto un altro pezzetto della nostra identità cittadina, insieme ai negozi storici chiusi per sempre e ai baretti sostituiti da kebaberie e anonime gelaterie tutte uguali.

  • zdaura

    @Zambelli&Nicola: veri Umarells 2.0

    (…non ci sono più gli umarells di una volta!)

  • leopoldo

    Questa volta devo fare i complimenti alla redazione. Qualche anno fa ero uno di quelle persone che veniva giudicato da umarelli che la sapevano lunga perché grande era la loro esperienza. Oggi faccio parte di quella schiera di umarel che esprime giudizi negativi e positivi verso chi lavora in centro. Però è triste, trovare ex colleghi di qualche anno in meno e sentirsi dire da loro, ciao pensionato dai vieni a darci una mano e di risposta un altro “ma al ne più bon”, viene la voglia di saltare dentro allo scavo prendere la pinza della saldatrice e dimostrargli…. cosa? hanno ragione sei vecchio e tocca a loro, a me rimane solo lo scambio dei ricordi e giudizi con i  nuovi colleghi.

  • Zorz

    Bad strikes again…

  • filippo

    persone straordinarie a cui tutti dobbiamo una grande stima e rispetto

  • pasquina ferrari

    Io che sono donna e per di più curiosa invece di commentare chiedo. Quando vedo lavori non noti come quelli di piazza, chiedo per prima cosa se sono del comune o se lavorano per il comune. Poi chiedo cosa fanno. Certi rispondono, altri sono evasivi, a volte nelle risposte sento una leggera chitica verso il comune. Quando ripasso dopo alcuni giorni a volte mi chiedono cosa ne penso, forse mi prendono in giro, ma io magari faccio una foto e la mando ai giornali. A me piace commentare-criticare, ma prima mi informo.

  • giorgio

    la cerazione degli “Umarells” è da attribuire a Danilo Maso Masotti:https://umarells.wordpress.com

    ma gli Umarels e le (e Zdaure) sono internescional….

  • alberto

    mi avete strappato un sorriso
    quelli che sono sempre ai bordi dei cantieri come spettatori non paganti io li chiamo “gioventu’ bruciata”
    e cmq sono inossidabili ed inattaccabili

  • Simone

    Umarell ci vogliono 2 L. E poi diamo atto a Danilo Masotti d’aver rispolverato alla grande questi “anziani urbani”. E’ lui, tramite blog e pubblicazioni ad hoc che ha rilanciato queste figure. Il resto sono chiacchiericcio.

  • Noveinpunto

    Chi trova simpatici gli umarell è perchè non si è mai sentito osservato e criticato mentre lavora.
    Io gli umarell li detesto e spero che una bella influenza li costringa a casa, lasciando lavorare chi di dovere.

  • al vècc frarès

    Se volete scrivere in ferrarese, almeno imparatelo, prima.
    ““ Miiiiii al pagaria brisa stal lavor! ” avrebbe dovuto essere ““ Miiiiii AN al pagaria brisa stal lavor! ”.

  • coltivatoreindiretto

    Piccolo difetto degli umarel : non gli va mai bene niente.
    Quindi è ovvio che ci becchino come ad esempio per la pavimentazione davanti al Comune.

  • Normal Men

    difficilmente durante i lavori si vedono i dirigenti, il senso di commentare chi i lavori li esegue, obbligatoriamente in quanto dipendente…mi sfugge, ed immagino la gioia del manovale che sbadila ad avere un pubblico parlante

  • leopoldo

     a nove in punto@ augurare il male a persone che non fanno niente di male, non è da persona nelle sue piene facoltà mentali

  • Maria Cristina

    Appena visto lo spettacoilo di Giacobazzi? Questoi è plagio bello e buono!

  • peppo pig

    ieri sono passato in bici sul listone. C’erano umarelli ovunque. Sembrava un’invasione!
    Addirittura bloccavano il traffico delle persone a piedi o in bici, perchè ostruivano i passaggi. 

  • Flavio Tenani

    Il mio non è un commento, ma una domanda, questi UMAREL sono persone ingaggiate ho persone (PASSANTI)del caso, perché essendo pensionato sono interessato ad una posizione, dove ci si può rivolgere? Grazie della collaborazione