ven 21 Dic 2012 - 1259 visite
Stampa

Unife, Architettura tra le più importanti d’Europa

"Ambiente di studio contestualizzato all'interno di spazi storici affascinanti"

Il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara è fra le cento scuole di architettura e design più importanti in Europa. Lo dice la prima guida all’orientamento universitario Europe’s Top 100 Schools of Architecture and Design, pubblicata – in allegato al numero di dicembre – dalla rivista internazionale Domus: una guida gratuita in inglese per orientare i giovani verso il loro percorso formativo post diploma e post laurea, specificatamente per le professioni di architetto, urbanista e designer, in Italia e nel resto d’Europa.

La guida analizza 5 indirizzi di studio: 2 due per l’Architettura (Architettura e Storia, teoria e critica dell’Architettura) e 3 per il Design (Product Design, Graphic Design, Interaction Design). Per ognuna delle cento strutture selezionate da Domus, vengono specificati non solo la proposta formativa, i punti di forza, i docenti e gli ex-alunni di spicco, le possibilità di work experience e di internship, i rapporti e gli scambi con altre facoltà o istituti di ricerca nel mondo, ma anche le rette annuali, il numero degli studenti ammessi, le modalità di accesso alla scuola ed eventuali facilitazioni e attrezzature a disposizione degli iscritti.

“Ciò che emerge dalla guida – spiega Roberto Di Giulio, Direttore del Dipartimento di Architettura di Unife – è, senza dubbio, un ulteriore riconoscimento della qualità della nostra offerta formativa. I nostri due Corsi di Laurea, magistrale a ciclo unico in Architettura e triennale in Design del Prodotto Industriale, sono indicati fra i migliori d’Italia e d’Europa, un primato che deriva principalmente da un modello didattico che ha sempre caratterizzato e distinto il profilo della nostra scuola. Da un sondaggio agli studenti riportato nella guida, emerge un altro risultato importante: i nostri Corsi di Laurea sono fra quelli che offrono nel panorama europeo una preparazione di eccellenza sia ai giovani laureati che vogliono approcciare immediatamente il mondo lavoro, sia agli studenti che intendono invece proseguire il loro percorso formativo con il post-laurea”.

Tra gli altri punti di forza citati da Domus: un ambiente di studio accogliente, contestualizzato all’interno di spazi storici affascinanti e confortevoli; un ottimo rapporto di interazione tra studenti e docenti, che permette lo sviluppo del senso critico individuale e della creatività; l’apertura al panorama mondiale dell’Architettura e del Design, grazie ai rapporti di collaborazione con le altre scuole internazionali, attraverso scambi di studio e network di ricerca.

Domus è la rivista internazionale di architettura, interni, arte, design che da ottant’anni segue, promuove e anticipa i movimenti architettonici e artistici e ogni impulso creativo, svolgendo una
preziosa opera di indagine e divulgazione nei confronti sia del pubblico sia degli specialisti. È nata nel 1928 su iniziativa dell’architetto Gio Ponti al quale nel ’29 si è affiancato l’editore Gianni Mazzocchi con l’Editoriale Domus, creata appositamente per pubblicare la rivista.

Stampa
  • http://uantoal gianluca la villa

    Complimenti! Auguri! Buon 2013!

  • Arch. Lanfranco Viola

    Complimenti. ma perchè NESSUNO della Facoltà di Architettura interviene mai sui tanti problemi ARCHITETTONICI della Città che li Ospita :Ferrara ?

  • Antonio

    Nonostante abbia l’esterno completamente imbrattato da anni sia nella facciata principale sia sui muri perimetrali lungo baluardi e chiodare? Ma vi pare normale che una facoltà cosi importante e con vari riconoscimenti versi in quello stato? Anche le altre facoltà europee site in edifici storici sono ridotte cosi forse? Come è possibile che nessuno dica niente?

  • sara

    mi sembra tutt altro che migliore ha tutti i banchi rotti e fregano le biciclette

  • Blu di Prussia

    Possibile che ogni volta che su estense.com si cita la Facoltà di Architettura, qualche commentatore debba sentirsi in dovere di ricordare alla cittadinanza le condizioni del muro perimetrale? ma cosa centra un muro  (per quanto sporco possa essere) con quello che la Facoltà offre ai propri studenti e alla città? Che relazione potrà mai esserci tra i numerosi riconoscimenti internazionali che la Facoltà e i suoi studenti ricevono da anni e questo muro imbrattato? Il muro non vi piace? armatevi di senso civico, rimboccatevi le maniche e ridipingetelo! Basta piangersi addosso, basta ripetere sempre le stesse cose utilizzando il web come megafono, basta.

  • andrea

    i commenti sono giusti perchè il vero problema non è l’esterno ma l’interno. “spazi storici affascinanti e confortevoli”ahahah La facoltà ha bisogno di nuovi spazi perchè manca una vera grande aula studio,una mensa e le aule sono troppo piccole. Sfido chiunque a studiare nello spazio scale con il cappotto perchè fa troppo freddo! la didattica è a livello europeo, ma le strutture no!!!!!

  • paola

    Un sabato e domenica ,dato che il grande problema è il muro imbrattato,perchè non ci si vede tutti lì e si cerca di renderlo all’altezza delle altre strutture europee?
    e poi via tutti a mangiare una pizza …..tutta italiana …anche quella citata come eccellenza dai giornali europei :-)))

  • hhh

    non consiglierei a nessuno questa scuola è una rottura di palle