M5S, è Casaleggio il padrone

Il M5S è nato certamente come esperimento. Lo sapevamo tutti ed è stata la sua portata innovativa ad avvicinare migliaia di persone alla politica. Gli ingredienti sono la genialità di Beppe e la chiarezza del messaggio rivoluzionario. L’impegno e l’abnegazione di chi ci ha creduto, hanno fatto il resto. L’impianto del non statuto è elementare, attraente, e la democrazia diretta ne costituisce il nucleo. Il progetto M5S ha come pilastro lo scopo di costruire la democrazia diretta dentro al Movimento e nella società. Gli indirizzi ed il governo del M5S sono nelle mani degli utenti della rete. Uno vale uno, chi non partecipa vale zero.

Eppure dal 2009 ad oggi (sono trascorsi quasi tre anni) passi in avanti nella direzione promessa ai cittadini, non ne sono stati fatti. Ci sarà un motivo? Se economico, facciamo subito una colletta: 10 euro a testa e vengono fuori cifre da capogiro. Qualcuno a Rimini lo aveva proposto.

No, non è un problema economico. Casaleggio vede la democrazia diretta come un problema per il suo strapotere ed uno ostacolo per il fine ultimo, quello che noi non conosciamo. Grillo gli ha delegato tutto. E’ lui oggi il padrone del Movimento. Caccia chi vuole, detta nuove regole, scrive post politici, dà ordini ai sindaci. Casaleggio attualmente regna e la maggior parte degli eletti e dei cittadini cinque stelle tace, apparentemente sazia delle aspettative elettorali, ma soprattutto intimorita dalla strategia “colpire pochi per educare gli altri”.

Questo è il problema del Movimento e, per il potenziale di cambiamento di cui è portatore, anche per il paese.

Valentino Tavolazzi

 

39 Commenti in: “M5S, è Casaleggio il padrone”


  • manuel ha scritto il 13 agosto 2012 alle 2:18

    Quindi?

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 10

  • MA NO? ha scritto il 13 agosto 2012 alle 3:09

    e il servo di scena chi è?

    Thumb up 6

  • Stefano ha scritto il 13 agosto 2012 alle 3:12

    Grillo si fa forte del potere che ha messo insieme con il suo lavoro che ha prodotto una montagna di miliardi . Da buon genovese ne fa tesoro cercando di “aumentare il capitale”. Cosa ha di diverso da Berlusconi . Nel raggiungimento dello scopo (il potere) nulla. Siamo di fronte alla americanizzione della politica. Oggi negli USA Romney rappresenta i ricchi e Obama i poveri (democratici). Grillo se raggiungerà il potere rappresenterà gli ex poveri diventati ricchi. Conclusione la politica si gioca tra chi ha messo insieme un “minimo di capitale” per autofinanziarsi un partito (movimento per Grillo). Grillo, inteso come il più povero tra i partiti potrà essere messo fuori gioco dalla nuova legge elettorale (accordo tra Bersani e Berlusconi).

    Commento molto apprezzato! Thumb up 20

  • Arch. Lanfranco Viola ha scritto il 13 agosto 2012 alle 8:28

    Ci sono Innovaz. tecnologiche che sono in grado di cambiare la società più di qualunque Ideologia/filosofia. Il WEB-INTERNET è una di queste. Credo la più importante dopo quella dei caratteri mobili di Guttenberg.Su di essa si è basato principalmente il successo non previsto della Lista M5S.Successo,che secondo me, ha sorpreso per la sua rapidità persino i suoi “inventori”. Non si tratta di un caso unico. In Germania e nei paesi del Nord Europa ,sono nati ,e sono dentro le istituzioni da tempo, I PARTITI DEI PIRATI,di cui però nessuno in Italia ne parla Perchè ? Perchè si tratta di eventi politici talmente NUOVI che a tutti mancano le categorie mentali per farlo.Quando l’esercito di decine di migliaia di soldati di Montezuma si trovò di fronte le poche centinaia di Spagnoli di Cortès ,con qualche decina di cavalli,ebbe la stessa reazione del nostro mondo politico oggi di fronte al M5S.Come si comportò Cortès lo abbiamo appreso dalla Storia,come si comporterà Grillo ancora non è chiaro

    Commento molto apprezzato! Thumb up 21

  • 16dB ha scritto il 13 agosto 2012 alle 9:56

    Il 2014 si avvicina e montano ansia e preoccupazione: quello per Montecitorio potrebbe essere un treno che non ripassa più… .

    Commento poco apprezzato. Thumb up 12

  • Che meraviglia! ha scritto il 13 agosto 2012 alle 10:14

    Incoraggiante! il Movimento nato come il non plus ultra della democrazia, regolato (?) dal non Statuto, la grande piazza web dei delusi e dei nauseati dala politica è in mano ad una eminenza grigia che tira le fila da dietro le quinte mentre Grillo, il neo profeta, gigioneggia in rete parlando (male) di tutto e di tutti. Un cambiamento davvero di sostanza! Eppure se non c’è l’uomo della provvidenza, quello che promette miracoli, non siamo sodisfatti. C’è chi rimpiange Berlusconi e chi tifa Montezemolo.Mi accontenterei di persone serie e responsabili ma, dopo Monti, mi viene l’orticaria solo a pensarci. E se facessimo un referendum nazionale per diventare olandesi? (ho scartato Francia e Germania perchè mi stanno sul c….o, gli inglesi di più, gli spagnoli sono messi peggio di noi, per cui, scartati gli svizzeri, mi restava l’Olanda o gli scandinavi ma odio il freddo). Anche Tavolazzi a messaggi messianici e a profezie però non scherza! Si vede che lo stampo è il medesimo.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 13

  • il vecchio ha scritto il 13 agosto 2012 alle 11:03

    vero, 16dB. Anche quello per Palazzo Madama.
    C’è un bel gruppetto ferrarese PD che se le cose vanno come dovrebbero riprenderà il treno per Roma solo per andarci in gita turistica, insieme all’altro gruppetto che aspirerebbe ad andarci con l’abbonamento da parlamentare.
    Per occupare alla ferrarese gli scranni di Montecitorio e Palazzo Madama basta prendere a caso fra i passanti romani.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 25

  • Bella raga ha scritto il 13 agosto 2012 alle 11:24

    Eddai Valentino, dai, forza, orsù dunque, finelamente dopo tutto questo tempo ci sei arrivato anche tu e quindi per aver scoperto l’acqua calda non c’era di meglio che fare una lettera? Non è che magari dimettersi e dire “am son propri sbaglià” sarebbe eticamente più corretto?
    La situazione, se possibile, è terribilmente peggio di ciò che è evidenziato nella bella letterina.
    Andiamo a vedere a Comacchio per esempio, non noto una eminenza grigia ma di grigio trovo solo l’estrema iniesperienza e la continua faccia tosta del “noi non rubiamo” “non non andiamo a rubare” e che in Consiglio nessun consigliere del M5S ha la benchè minima idea di cosa dire…ed infatti non dicono mai nulla…mutismo e rassegnazione.
    Bella storia avere Beppe Grillo che fa la campagna e voi che raccattate voti vero???

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 18

  • P.P. ha scritto il 13 agosto 2012 alle 11:45

    Sig. Tavolazzi lei probabilmente ha il dente avvelenato per essere stato uno degli esclusi dal Movimento, ma che il “padrone” sia Grillo o Casaleggio poco importa. Ciò che conta è che venga raggiunto l’obbiettivo di cambiare il Paese dalla situazione in cui è stato portato. Peggio di come si è comportata la classe politica sinora sarà impossibile. Mi permetta ma il suo passato da city manager con il relativo compenso percepito fanno parte di un Italia da cambiare, vecchia, obsoleta, autolesionista. In questo momento è giusto che sbagliando o no, Grillo, o Casaleggio, faccia le proprie scelte. Poi ciascuno trarrà le proprie conclusioni. Anche lei.

    Commento poco apprezzato. Thumb up 8

  • Pietro Speroni di Fenizio ha scritto il 13 agosto 2012 alle 12:07

    Il problema non è Casaleggio (anche se certo non aiuta) ma la mancanza di un software per prendere le decisioni condivise. C’è la promessa di tale software. C’è l’intuizione che tale software sia possibile. Ci sono software simili (liquid democracy, white house 2,…) ma nessuna all’altezza delle aspettative. E il problema non è solo scrivere tale software, ma ci sono problemi intrinseci teoretici irrisolti. Per esempio come far si che chiunque possa proporre delle nuove idee senza essere sommersi da ripetizioni di idee presenti e valutando in maniera equa ciascuna proposta. Ecc… Come ricercatore nel campo della e-democracy posso assicurare che ci stiamo lavorando. E che forse nel frattempo sarebbe meglio usare i software esistenti. Senza però legare il movimento a nessun software per non precludere una soluzione futura migliore. 

    Nel frattempo chi è insoddisfatto può sempre passare al movimento Pirata.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 21

  • Tiziano ha scritto il 13 agosto 2012 alle 13:45

    Valentino, ti conosco molto bene fin dai tempi della CEI e poi il manager in comune fino alla giusta cacciata!  Ti ricordi quando eri comunista? Le feste dell’unità in via Bologna? Tu non sei uno che fa politica per il bene della tua città, la tua politica si chiama vendetta personale!!

    Commento poco apprezzato. Thumb up 18

  • de coubertin ha scritto il 13 agosto 2012 alle 15:01

    Chissà perchè questo tipo di argomentazione , non è stata utilizzata pryma di andare alla ricerca dell’alleanza con il movimento 5 stelle?
    Come ci insegna qualcuno, pensar male è un peccato,ma molto spesso si arriva vicino alla realtà,per questo motivo la sue affermazioni sembrano fuori luogo e ridicole.  

    Commento poco apprezzato. Thumb up 13

  • Enrico ha scritto il 13 agosto 2012 alle 15:56

    Il Tiziano deve essere un vero ombre con la schiena dritta con una memoria di ferro se si ricorda fatti avvenuti oltre 30 anni fa. Sarebbe intetessante conoscete cosa votava in quel periodo, lui, Grillo, Casaleggio e molti grillini cinquantenni dell’ultima ora. Provo pena e compassione per personaggi che  trovano ogni occasione buona per denigrare, io me li immagino astiosi e rancorosi con la bocca  piena di saliva acidosa per i rigurgiti di stomaco causata dalla viscerale invidia.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 40

  • Marte ha scritto il 13 agosto 2012 alle 16:18

    de coubertin ha scritto il 13 agosto 2012 alle 15:01
    ”Chissà perchè questo tipo di argomentazione , non è stata utilizzata pryma di andare alla ricerca dell’alleanza con il movimento 5 stelle?
    Come ci insegna qualcuno, pensar male è un peccato,ma molto spesso si arriva vicino alla realtà,per questo motivo la sue affermazioni sembrano fuori luogo e ridicole.”

    Forse perchè in un movimento nuovo serve tempo per capire come è oliato il motore, mentre ad esempio nei partiti come PD o PdL ormai sio sa qual’è il gioco che si fa. Chi fa politica avanza in un modo o nell’altro, e più danni fa meglio è. E’ una sottile differenza ma ardua da intendere sennò probabilmente la nostra città e altri esempi non sarebbero morenti sotto tutti i punti di vista. Le affermazioni che fa Tavolazzi sarebbero in ogni caso venute fuori prima o poi, anche senza espulsioni: quando si promette nelle piazze un sistema che non esiste nella realtà, la coscienza civica (se c’è) lo rende inevitabile!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 28

  • Roberto-PolliciGiù ha scritto il 13 agosto 2012 alle 20:22

    Caro Sig, Tavolazzi.. mi spiace dirle che sono cose che si sapevano già da tempo queste.
    Dal 2007 perlomeno, come riporta questo interessante articolo: http://www.disinformazione.it/beppe_grillo.htm
    Basterebbe non votalo, ma ahime.. l’italiano medio è una capra, non capisce.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 11

  • Roberto Zambelli ha scritto il 14 agosto 2012 alle 8:22

    Caro Valentino,
    troppo bello e troppo facile dire ora che la colpa è di Casaleggio.
    L’incontro di Rimini andava difeso e andava difeso oltre ogni calcolo opportunista sia personale sia elettorale.
    Difendere Rimini e pretendere un sano confronto in tutto il movimento nella direzione della Democrazia Diretta era quello che tu, io. Favia, Defranceschi e tutti gli eletti dell’Emilia Romagna dovevamo insieme fare per portare avanti il nostro progetto e proporlo a tutto il movimento.
    Tutto questo avrebbe dato dignità al tuo e al nostro lavoro nel senso della democrazia diretta e nel senso della coerenza, dell’etica politica e dell’onestà intellettuale di chi predica in un modo e vuole che davvero le cose si realizzino per come vengono promesse e sbandierate ai 4 venti.
    L’11 marzo a Bologna invece tu, chi ha nascosto le firme e tutta una serie di pavidi(calcolatori??) eletti + altri manovratori avete deciso, anche in nome e per conto dell’assemblea e del M5S la strategia da applicare. Amen!

    Commento poco apprezzato. Thumb up 11

  • andrea rossi ha scritto il 14 agosto 2012 alle 10:32

    spiace constatare che tavolazzi, persona intelligente, ci abbia messo un lustro a capire che la fabbrica del guitto ligure non è quel che sembra….

    Thumb up 8

  • nicoletta bianchi ha scritto il 14 agosto 2012 alle 10:42

    Concordo  con  la  lettera , sempre  sospettato  che da  quando  è stato  fondato  il movimento  ,  Casaleggio  ha  sempre  avuto un ruolo  nella  ”regia”  del movimento  , però  Tavolazzi  se ne accorge solo  adesso ?  Come  mai  adesso  vuota il sacco  e prima andava tutto bene?
    Come mai  Tavolazzi prima prende la tessera  comunista  e poi  la butta  via  ?
    Non mi dica  che non sapeva  nulla  di come  giravano  le cose  in quel partito.

    Commento poco apprezzato. Thumb up 8

  • il vecchio ha scritto il 14 agosto 2012 alle 12:27

    L’apparentemente strano fenomeno – ma per niente strano se solo si considerano i grandiosi giri di soldi legati ai fenomeni di massa – del burattinaio dalla chioma cotonata che tira le fila dell’altrettanto chiomato burattino un po’ più brizzolato di lui, non è una scoperta di Tavolazzi, ovviamente, anche se il suo coinvolgimento personale ha contribuito a destare scalpore in tutta Italia per la prepotenza usata nell’episodio in contrasto col luogo comune.
    Quasi tutti i giornali nazionali ne hanno parlato, più o meno approfonditamente.
    Un quotidiano nazionale che non ha detto nulla sull’argomento ha però pubblicato un racconto umoristico avente per protagonista un furbastro di nome Gianbabbeo.
    E’ facile indovinare a quale vicenda si è ispirato l’autore del racconto.
    Si può concludere che se le incoerenti fesserie del duo grilleggio diventano così in fretta pretesti letterari, il duo ne deve ben fare di scarpinate in salita per riportarsi a quota normalità!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 20

  • Onesto cittadino ha scritto il 14 agosto 2012 alle 14:22

    Enrico, si parla di 10 anni fa, non 30. Non ci vuole una gran memoria.

    Commento poco apprezzato. Thumb up 6

  • de coubertin ha scritto il 14 agosto 2012 alle 15:46

    Personalmente ritengo che Tavolazzi sia una brava persona,ma come politico commette degli errori madornali,come ad esempio accettare alleanze senza rifarsi ad un principio di precauzione (ingenuità) ed in un secondo tempo cerca di scaricare le proprie incapacità su altri, utilizzando il senno del poi.
    In questo modo ottiene il duplice risultato di evidenziare la sua incapacità a gestire le sconfitte politiche e dimostra di non avere proposte veramente valide per migliorare la qualità di vita.

    Commento poco apprezzato. Thumb up 4

  • o' malamente ha scritto il 14 agosto 2012 alle 16:06

    Trucchetto noto….si parte dicendo personalmente ritengo che sia bravo….e poi finisce che lo si bolla come inadatto a governare… Un classico delle squadre di delegittimatori di partito, di cui è fornitissimo il Pd.
    Signori, la notte sta finendo: tra due anni scarsi in con le nuove elezioni amministrative un’intero sistema di potere già decomposto dopo decenni di nefandezze dovrà mollare centinaia, forse migliaia di poltrone, sedie e sgabelli. E sarà un’alba dolce e radiosa per Ferrara:
    http://www.youtube.com/watch?v=RyQoXOcdwnQ&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=RyQoXOcdwnQ&feature=related

    Commento molto apprezzato! Thumb up 23

  • Enrico ha scritto il 14 agosto 2012 alle 17:16

    Onesto cittadino Basta leggere il curricula di Tavolazzi, è tutto alla luce del sole, dieci anni fa non aveva nessuna tessera di partito e questo dal 1996, quindi con l’ulivo,i ds e il pd proprio non c’azzecca, studi pure.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 25

  • Enrico ha scritto il 14 agosto 2012 alle 18:44

    Onesto cittadino dimenticavo di dirle che sempre in  quel periodo con un salto di quaglia un ex Dc è diventato vicesindaco nella maggioranza Pd memoL, roba da voltagabbana. Da li…. sono 
    iniziati i guai dei ferraresi: asilo dei veleni, vendita a Hera dei  gioielli di famiglia, Sant’Anna/Cona, turbogas ,inceneritore, derivati, ecc.,ecc. Continui a studiare.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 19

  • Onesto cittadino ha scritto il 14 agosto 2012 alle 20:21

    2012 – 1996 fa 30?

    Studi lei Enrico.

    Comunque, come dimostra l’intenzione di Pizzarotti di chiamarlo a Parma, non si diventa city manager senza aver legami col partito del sindaco.

    Commento poco apprezzato. Thumb up 4

  • de coubertin ha scritto il 14 agosto 2012 alle 23:11

    Al signore che si posta O’malamente,vorrei rassicurare di non essere un delegittimatore di partito, sono solamente un cittadino che cerca di valutare con attenzione le dichiarazioni di Tavolazzi e cerco di fare questo senza crearmi illusioni o lasciandomi circuire con false notivazioni (come ho già affermato, non mi và di guardare e giudicare con il senno del poi).
    non sono iscritto a nessun partito politico e non posseggo tessere di sorta, per cui le mia affermazioni non sono influenzate da nessun spirito politico e cosa che può sembrare strana, anche io sono in attesa delle prossime elezioni amministrative , per cercare di dare una svolta a questo sistema politico, che non crea benefici a nessuno.
    Come penso lei abbia capito, anche io sono dalla parte della tutela dei diritti dei cittadini,per questo motivo mi sento di criticare Tavolazzi, perchè rappresenta proprio la figura di vecchia politica che si dovrebbe combattere.
    Cordiali saluti.

    Commento poco apprezzato. Thumb up 2

  • Enrico ha scritto il 15 agosto 2012 alle 9:06

    Onesto cittadino  dimostra di non comprendere  quello che legge, lo dimostra. confondendo le mele con le pere.
    Prendo atto che per diventare city manager non serve piu una tessera di partito in tasca (come aveva affermato  prima), ma  serve ( come da sempre ) per vincere concorsi pubblici universitari e non. Per quelli universitari se hai la fortuna di avere un rettore kompagno di partito sei in una botte di ferro.
    Continui a studiare.

     

    Commento molto apprezzato! Thumb up 9

  • la verità ha scritto il 15 agosto 2012 alle 9:51

    sul caso Parma , Pizzarotti  :  Tavolazzi  uno  dei tanti  nella  lista 

    il  video
    http://video.repubblica.it/edizione/parma/pizzarotti-da-grillo-al-caso-tavolazzi/96335?video&ref=HRER1-1

    Thumb up 1

  • Thea Heart ha scritto il 15 agosto 2012 alle 9:59

    Beppe Grillo for president! :D

    Thumb up 1

  • Ares ha scritto il 15 agosto 2012 alle 10:12

    Zambelli [...]
    Un altro fulgido esempio di coerenza infantile.
    Si è rotto il giochetto me ne vado gne gne gne non gioco più……

    Commento molto apprezzato! Thumb up 11

  • Ares ha scritto il 15 agosto 2012 alle 10:14

    @Andrea Rossi
    Pensi lei che ci sono fedeli che dopo 2000 anni non si sono ancora accorti della truffa della Chiesa Cattolica, veda lei….

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • marco.d ha scritto il 15 agosto 2012 alle 10:32

    A tutte le vedove di Tavolazzi e accusatori del “duce” Grillo..qualcuno di voi si è informato prima di pontificare?

    Qualcuno ha letto un pò di punti del programma del meeting “””NAZIONALE””” di Rimini?

    Un mandato interrotto vale come un intero?
    Ruolo di Casaleggio, proprieta’ del simbolo
    Riconoscimenti di merito per i risultati
    Garanzie di lealtà degli eletti verso il M5S
    Possibilità di candidatura solo per chi ha dimostrato impegno da tempo nel Movimento
    Formare i candidati del Movimento all’attività di parlamentare
    Candidati con almeno “x” anni di esperienza nel mondo del lavoro
    Giovanni Favia candidato Premier del Movimento 5 stelle

    Questa secondo voi è roba che fa parte del movimento e del non-statuto?

    Informatevi e leggete prima di parlare.

    Thumb up 3

  • marco.d ha scritto il 15 agosto 2012 alle 10:33

    Io non discuto l’operato di Tavolazzi che sarò anche una brava persona ma ha sbagliato ad appoggiare un iniziativa in cui molti punti dell’ordine del giorno sono una palese contraddizione ai fondamentali del movimento.
    Ma lui e’ sbadato e non se li ricorda, cmq non è obbligatorio essere nel movimento, sono sicuro che la sua lista andrà avanti con successo e potra’ organizzarla come vuole.

    Commento poco apprezzato. Thumb up 3

  • michela91 ha scritto il 15 agosto 2012 alle 14:03

    Cosi come Toto’ vendeva la Fontana di Trevi al paesano americano Deciocavallo, Michelotto-Tavolazzi  vendevano  la Democrazia Diretta a quelli di Rimini.

     solo in Italia si trovano soggetti simili!

    Thumb up 3

  • Enrico ha scritto il 15 agosto 2012 alle 15:54

    marco.d  Io ho letto il report delle proposte uscite dall’incontro di Rimini, e penso che se adottate farebbero solo crescere il movimento, non ho letto quelle elencate da lei. Un consiglio! studi anche lei per non rimedare figurette.
    http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2012/04/report-incontro-due-giornate-di-rimini.htlm

    Thumb up 5

  • Roberto Zambelli ha scritto il 16 agosto 2012 alle 16:59

    Ares,
    se non sa di cosa parla…..

    Thumb up 0

  • Roberto Zambelli ha scritto il 16 agosto 2012 alle 17:02

    marco.d,
    ad ogni buon conto lo decide lei di cosa si può o non si può parlare?
    Ci sono forse argomenti tabù per un qualsiasi movimento?
    Forse che lei fa parte del movimento degli oscurantisti della rete? Quella del gas….?

    Thumb up 1

  • Masha Pariscian ha scritto il 22 agosto 2012 alle 21:22

    Ho chiesto l’amicizia di tavolazzi su facebook…. non conoscendomi l’ha accettata subito… vederlo ancora con la bandiera di M5 sulla schiena è penoso.

    Thumb up 3

Scrivi un commento

Estense.com si riserva il diritto di cambiare, modificare o bloccare completamente i commenti sul forum. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della redazione, ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento che se ne assume le relative responsabilita'. Non saranno pubblicati i commenti che contengono elementi calunniosi o lesivi della dignita' personale o professionale delle persone cui fanno riferimento.

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Ti rimangono caratteri disponibili. (Caratteri massimi: 1000)

Copyright © 2014 estense.com. Testata giornalistica on-line d'informazione, registrazione al Tribunale di Ferrara n. 5 del 2005 - Realizzato da: skande.com | Powered by ITestense
Direttore responsabile: Marco Zavagli - Redazione: Scoop Media Edit - via Alberto Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 - INVIO COMUNICATI
Editore: Scoop Media Edit soc. coop. - via Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 REA/R.I.: 195108 - P.IVA/C.F.: 01755640388 - C.S.: EUR 6.125 i.v.
Registro op. Comunicazioni (ROC) nr.: 20627