Dom 18 Ott 2020 - 2974 visite
Stampa

Polemiche per la cena-spettacolo al Madame Butterfly

Su Facebook tante critiche per il partecipato evento di venerdì sera. Il titolare Marzola: “È intervenuta la Polizia e ha detto che era tutto ok”. Ma la Questura compirà altri accertamenti

Ha mandato Facebook in fermento, la cena spettacolo organizzata venerdì sera dal Madame Butterfly di via Padova. In tempi di Dpcm che “raccomanda[no] fortemente” di non fare riunioni in casa con più di 6 persone non conviventi, vietano cerimonie civili e religiose con più di 30 persone, vietano feste “in luoghi pubblici al chiuso e all’aperto”, foto e video della serata hanno creato non pochi malumori tra i cittadini ferraresi (almeno tra quelli che scrivono su Facebook) e la Polizia sta approfondendo la questione.

Va ricordato però, ed è una premessa necessaria, che lo stesso Dpcm non prevede limiti particolari (se non i soliti dell’igienizzazione e delle distanze) per le attività di ristorazione – che va conclusa entro le 24 se c’è servizio ai tavoli – e permette ancora gli spettacoli al chiuso con il limite di 200 persone.

L’evento in questione era una cena e spettacolo di Marcello Treossi e Marchino, musiche di Eddy Dj e “special show” si Fabio Supernova and The Energy Band. Poi tutti a casa a mezzanotte, come da dpcm del 13 ottobre: il programma originale prevedeva di far baldoria fino alle 3 del mattino.

In molti hanno criticato tanto gli organizzatori quanto gli avventori, anche alla luce dei dati nazionali e locali sull’andamento dell’epidemia da Covid-19 che vedono l’aumento non solo dei contagi ma anche dei decessi e dei ricoveri nelle terapie intensive.

Le foto che circolano su Facebook mostrano almeno una decina di tavoli, due tavolate da venti persone, e questo è forse l’elemento più criticato. In un certo momento qualcuno si è messo in piedi sui tavoli a sventolare tovaglioli mentre seguiva lo show sul palco. Difficile fare valutazioni sul rispetto o meno delle distanze tra gruppi diversi.

Tra i critici c’è la consigliera comunale Anna Ferraresi (Misto) che venerdì su Facebook, augurandosi l’intervento delle forze dell’ordine, ha scritto: “Stasera si sta consumando la più indecente, vergognosa festa in piena emergenza Covid-19. Ricordatevi di questa serata memorabile. Ce lo ricorderemo anche noi, che a differenza vostra abbiamo rispetto per la vita e per chi si batte ogni giorno per salvarla”.

Il titolare, Fabio Marzola, getta acqua sul fuoco: “C’erano 150 persone contro le 200 massime previste dalla normativa e si entrava con la misurazione della temperatura, l’igienizzazione delle mani, presentando il modulo congiunti e con il cellophane per ogni capo d’abbigliamento depositato nel guardaroba. Ai tavoli le posate erano incarate, pane e formaggio in confezione singola per ogni partecipante. Mascherina obbligatoria all’ingresso e ogni volta che ci si alzava dal tavolo – aggiunge Marzola -, poi se qualcuno si è alzato sul tavolo a sventolare il tovagliolo non è che lo posso abbattere: è comunque intervenuta la vigilanza di Securfox. In più – rivela – dopo qualche segnalazione è intervenuta la Polizia e ha detto che era tutto a posto”.

Da quel che risulta a Estense.com, anche alla luce dei filmati e delle foto diffuse su Facebook, la Questura eseguirà un accertamento ulteriore per capire di che tipo di evento si è trattato, se solo cena con spettacolo o uno spettacolo ‘statico’ (ovvero con gli spettatori in posti fissi come avviene al teatro ad esempio, senza la possibilità di spostarsi) rispondente ai requisiti stabiliti dalle normative.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi