Mer 23 Set 2020 - 71 visite
Stampa

Il Pd chiede garanzie sul PalaPalestre

Interpellanza diretta all'assessore allo Sport Andrea Maggi in merito alla struttura di via Tumiati

(archivio)

Quale futuro per il PalaPalestre dopo la fine del 2020, ma anche quale presente viste le condizioni del nuovo affidamento temporaneo assegnato a due società?

Sono le richieste rivolte dal Pd all’assessore allo Sport Andrea Maggi, interpellato in merito alla struttura di via Tumiati, la cui proprietà è del Coni ma che è in gestione al Comune che a sua volta lo aveva affidato a un comitato di gestione fino al 31 dicembre di quest’anno.

Il nodo individuato dal Pd deriva dallo scioglimento proprio di quest’ultimo a far data da fine agosto, con il conseguente bando comunale per individuare un sostituto. “La risposta alla manifestazione di interesse risulta produrre una suddivisione degli spazi tra le due società che hanno partecipato, in palese contrasto con quanto previsto dal precedente contratto tra il Comitato di Gestione e la società Vis”, rilevano dal Pd Ilaria Baraldi, Francesco Colaiacovo e Deanna Marescotti, che fanno osservare anche come la “Vis ha sostenuto per l’impianto in oggetto spese e investito risorse, in forza del contratto precedente”.

Il Pd ricorda anche che l’assessore Maggi aveva ventilato la possibilità di acquisto del PalaPalestre da parte del Comune, ma “ad oggi, di quella possibilità nulla si sa e che, soprattutto, non risulta nemmeno rinnovata la gestione del Comune per il periodo successivo al 31 dicembre”, che comunque “dovrà necessariamente passare per un bando pubblico”.

Il partito di opposizione chiede allora “come si sia svolta la selezione del gestore temporaneo a seguito della manifestazione di interesse, con quali garanzie per gli attuali utilizzatori e per i titolari di contratti di locazione e conduzione; se si intende rispettare il contratto in essere e quindi la sua naturale scadenza al 31 dicembre o se, invece, si intenda inaugurare una nuova era nella quale i contratti decadono a piacere” e, infine, “quale sia il progetto per il futuro del Palazzetto Delle Palestre, ossia con quale progetto pubblico si intenda mettere a bando la gestione degli spazi e in quali tempistiche”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi