Mar 15 Set 2020 - 1294 visite
Stampa

Violenza in piazzale Castellina: aggressore patteggia e torna libero

Il 20enne nigeriano che lunedì sera ha aggredito un connazionale è stato condannato in patteggiamento a 8 mesi di reclusione, ma con pena sospesa

Arrestato, condannato e poi rimesso in libertà. L’autore della violentissima aggressione di lunedì sera in piazzale Castellina – Ehon Thankgod, nigeriano di 20 anni – se l’è cavata con una condanna in patteggiamento a 8 mesi di reclusione e pena sospesa.

La Squadra Mobile è riuscita a ricostruire ciò che è accaduto, sfruttando anche le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona. Thankgod e la sua vittima – un 24enne anche lui nigeriano – stavano camminando insieme a piedi, ma con il secondo uomo che portava a mano una bicicletta, provenienti dal piazzale della stazione, verso piazzale Castellina.

Da quanto è emerso, dopo aver percorso alcuni metri sotto ai portici discutendo in maniera abbastanza animata, con un gesto fulmineo Thankgod ha preso una bottiglia vuota dal cestino dei rifiuti, l’ha rotta e ha sferrato dei fendenti in direzione del 24enne che, dopo una minima sorpresa iniziale, ha cercato di difendersi, dapprima parando i colpi e successivamente tentando di colpire a sua volta l’avversario con calci e pugni.

L’aggressore però, grazie al coccio di bottiglia, è riuscito a ferire in più punti il connazionale, provocandogli ampie ferite alla spalla e alla mano destra con abbondante fuoriuscita di sangue.
La violenta contesa è infine terminata con il tempestivo e provvidenziale intervento della pattuglia della Polizia di Stato impiegata nel servizio “continuativo dedicato” alla zona. I due poliziotti, resisi immediatamente conto della situazione, hanno bloccato i contendenti e chiesto l’ausilio di altri colleghi e dell’ambulanza per il ferito.

Proprio lui, medicato prima in ambulanza e poi all’ospedale Sant’Anna di Cona, è stato dimesso con una prognosi di 25 giorni, salvo complicazioni, per ferite da taglio alla spalla, al braccio e alla mano destra. In sede di denuncia però ha riferito di non conoscere la persona che lo aveva ferito, di non averlo mai visto prima e di non conoscere il motivo dell’aggressione: dichiarazioni completamente smentite dalle immagini delle telecamere.

Al termine degli accertamenti Thankgod è stato arrestato e trattenuto per una notte nella camera di sicurezza della Questura fino al giudizio per direttissima di martedì mattina, quando ha patteggiato 8 mesi con la sospensione condizionale.

Sono in corso ulteriori accertamenti da parte dell’Ufficio Immigrazione volti a chiarire la posizione sul territorio di entrambi i nigeriani.

Da gennaio ad oggi – riporta la nota della Questura – non si sono registrati, nel corso dell’attività più incisiva posta in essere con l’impiego di pattuglie fisse e dinamiche la zona di piazzetta Castellina e Toti, episodi di violenza o reati ai danni di persone, ma la Polizia sta comunque intervenendo con più decisione per garantire una maggiore tranquillità sociale e il vivere ordinato dei residenti.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi