Mer 1 Lug 2020 - 101 visite
Stampa

Sana, confermata l’edizione 2020

La 32ª edizione del Salone internazionale del biologico e del naturale si svolgerà a Bologna Fiere dal 9 all’11 ottobre prossimi

Il Sana, Salone internazionale del biologico e del naturale, ha confermato l’edizione 2020, dando appuntamento ad operatori, buyer ed appassionati nei padiglioni fieristici bolognesi, dal 9 all’11 ottobre prossimi.

Unica differenza è nel nome: quest’anno si chiamerà “Sana Restart” per rendere ancora più evidente che la ripartenza dell’attività espositiva, a sostegno del business, avverrà in condizioni di totale sicurezza con soluzioni logistiche finalizzate a prevenire qualsiasi assembramento e a garantire il distanziamento sociale, grazie a format innovativi più funzionali alla situazione contingente. Inoltre, ogni aspetto del momento espositivo si svolgerà con una particolare attenzione alla sanificazione, al distanziamento, alla creazione di percorsi e spazi che consentano lo svolgimento dell’attività “in sicurezza” dalle fasi di allestimento, fino al disallestimento a chiusura dell’evento.

Tre sono da sempre i settori su cui è imperniata: Food (area dedicata alla filiera agroalimentare, ai nuovi trend di mercato, alle innovazioni ed alla ricerca), Care&Beauty (settore di riferimento per le aziende produttrici di cosmetici, prodotti per la cura del corpo naturale e bio, integratori ed erbe officinali) e Green Lifestyle (sezione dedicata ai consumatori, che presenta valori e prodotti di uno stile di vita ecologico, sano e responsabile). Temi che hanno contribuito, in maniera determinante, a farla diventare punto di riferimento per la business community e gli operatori professionali del biologico e del naturale.

Il Salone parte con “Rivoluzione Bio”

La giornata di apertura sarà incentrata sulla seconda edizione di Rivoluzione Bio, una iniziativa lanciata nel 2019 che viene riproposta quest’anno ed arricchita da una serie di tavoli tematici che vedranno gli interventi di esperti e protagonisti per gli ambiti di riferimento. L’anno passato è stato presentato l’importante “Manifesto del Bio 2030”, un documento articolato in 10 punti che ha indicato le linee strategiche di intervento dei prossimi anni. Sicuramente quest’anno gli Stati generali del Bio affronteranno in modo stringente il tema del rispetto e della salvaguardia dell’ambiente ed in particolare il corretto utilizzo delle risorse per il futuro del pianeta.

È anche di tutta evidenza la crescente importanza dei prodotti bio. Sono sempre più presenti nei maggiori canali distributivi e registrano volumi di crescita di tutto rispetto. L’Italia è, oggi, leader in Europa per il biologico con oltre 68.000 agricoltori e più di 10.000 imprese di trasformazione, che sono fra i migliori testimonial dell’eccellenza agroalimentare del Belpaese e del suo patrimonio di tipicità enogastronomiche.

Nel corso di “Rivoluzione Bio” sarà anche presentato l’Osservatorio Sana 2020, uno strumento – promosso da BolognaFiere, curato da Nomisma, con il patrocinio di Federbio e Assobio e il sostegno di Ice – incentrato sul monitoraggio dei numeri chiave della filiera biologica.

Fra i tanti appuntamenti in programma, centrale sarà il convegno organizzato per il 10 ottobre dal Gruppo Cosmetici in Erboristeria di Cosmetica Italia. L’incontro sarà dedicato a un approfondimento sulla cosmesi naturale e bio. La domanda di prodotti a connotazione naturale è un trend in crescita nel mondo della cosmesi: sono numerosi, inoltre, i consumatori che prediligono anche nella scelta dei prodotti dedicati alla bellezza e alla cura personale soluzioni sostenibili in linea con la crescente attenzione all’ambiente.

Molte le novità in calendario

Tante le novità in programma. Tra queste si segnalano i nuovi focus, già annunciati alla business community: La Via delle Erbe, il Sana Organic Tea ed i prodotti Free From. Il primo avrà come leit motiv le piante officinali e le spezie, da sempre elementi fondanti della cosmesi e dei prodotti per la salute al naturale. In tale ambito il focus 2020 sarà in particolare dedicato alle Erbe d’Oro e cioè ginkgo biloba, elicriso, curcuma e zafferano.

Altra novità è Sana Organic Tea che trasformerà la manifestazione bolognese nella più grande sala da tè europea.  Le migliori proposte di tè bio saranno a disposizione degli operatori che avranno l’opportunità di ampliare la propria conoscenza di questa versatile bevanda e delle sue infinite declinazioni di utilizzo.

Grande curiosità anche nei confronti di Free From Hub, il progetto nato dalla sinergia tra BolognaFiere e BoS (la società nata dalla partnership tra BolognaFiere S.p.A. e Senaf S.r.l.) che vuole rappresentare il mercato Free From italiano e internazionale a 360 gradi. Dagli studi di mercato risulta che uno dei trend emergenti è legato al tema healthy food nella sua accezione più ampia: cibo sano, che fa bene all’organismo sia per le proprietà benefiche che sono state aggiunte, nel caso dei cibi Rich-In o tolte nel caso dei prodotti Free From. A confermare questa tendenza sono i dati del Rapporto Coop 2019 nel quale si sottolinea che i prodotti del comparto salute e benessere sono cresciuti del 2,9%.

I prodotti Free From sono quelli liberi da particolari ingredienti, composti o sostanze per rispondere alle esigenze di intolleranti e allergici. Tra questi,  stanno ottenendo le performance migliori quelli senza glutine e senza lattosio. Stanno anche crescendo i cibi Rich-In. Tra questi ultimi spiccano quelli ricchi di mandorla (al primo posto dall’anno scorso), avena, zenzero, curcuma, sesamo, mirtillo, cocco, semi di zucca, semi di chia, semi di lino, farro, kamut, quinoa, germe di grano. New entries: acqua di cocco e tè matcha.

Ulteriori info: www.sana.it.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi