Mer 20 Mag 2020 - 871 visite
Stampa

Spal, mi manchi

La Spal ci manca. Perdonate questa mia lagna, di anziano tifoso, per la lontananza Spal. Siamo in un periodo drammatico e il calcio è uno dei problemi meno gravi. Per gli addetti e per chi ci lavora sì che è doloroso sul serio. Chiedo scusa a loro soprattutto. Si tratta di un pensiero-poesia che vi propongo in filmato, con la consueta collaborazione di Roberto Gamberoni e relativo testo scritto, pure con versione in ferrarese (era l’idea di partenza). Il testo vernacolare non è proponibile a tutti, quindi non lo troverete recitato nel video. Forza Spal, ma soprattutto, cari amici: auguri di buona salute e lavoro.

MI MANCHI.
Mi manca la bici bianco azzurra,
la vecchia bicicletta
colorata così
quando tornammo in Serie A.
Mi manca la maglietta
che indosso in occasione
delle partite “alla Spal”,
là nella Curva Ovest,
coi vocianti ultrà.
Mi mancano i cori;
mi manca quel bandierone:
-Tira giù quella bandiera!-
Mi mancano le parate
del portiere.
Mi manca l’avversario
da combattere
con urla e ironia.
Mi manca l’arbitro
da contestare sempre.
Mi mancano le reti
segnate dai nostri eroi.
Mi mancano gli abbracci
dei finali vittoriosi,
quando ci sentiamo
tutti uniti
nel “Partito Unico”:
quello Bianco Azzurro
della piccola, grande,
mitica unica Spal…
Mi manchi…ci manchi !

T’ÀM MANCHI
(VERSIONE IN DIALETTO FERRARESE)
Am mànca la bìga bianch azùra
al vèć bigón
pituràda acsì
quànd ché a sén turnà in Serie A.
Am mànca la majéta
ch’am mét in j’ucaśión
dill partìd “àla Spàl”,
là int la Cùrva Òvest,
còj uchlànt ultrà.
Am mànca i còr;
am mànca càl bandierón:
-Tìra źó clà bandiéra!-
Am mànca ill paràd
dal purtiér.
Am mànca l’aversàri
da cumbàtar
còn vèrs e ironìa.
Am mànca l’àrbitro
da conterstàr sémpar .
Am mànca i gòl
sgnà daj nòstar eròi.
Am mànca j’abràz
dill finàl viturióśi,
quànd as sintén
tut insiém
int al “Partì Unich”:
quél Bianch Azùr”
dlà pìcula, grànda,
mitica Spal..
T’am mànch…t’às mànchi !

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa