Gio 19 Mar 2020 - 1276 visite
Stampa

Nuova Seat Leon: sportiva, ibrida, connessa

Il modello, giunto alla quarta generazione, è il più evoluto del Marchio in termini di connettività, efficienza, dinamismo e sicurezza

La nuova Seat Leon è arrivata ed è pronta ad animare il segmento “C”, quello delle compatte: la prevendita parte in questi giorni per arrivare entro l’estate alla commercializzazione ed alla consegna dei primi esemplari. In questa fase la vettura viene proposta con i motori 1.5 eTSI (mild-hybrid) e il 1.5 TSI 130 Cv. Nelle prossime settimane verrà introdotto anche il motore 1.0 TSI (con 90 e 110 Cv di potenza).

La Seat Leon, fin dalla sua uscita nel 1999 è stata un pilastro essenziale della gamma di vetture del Marchio, nonché un modello di riferimento per il segmento, come dimostrano gli oltre 2,2 milioni di unità vendute nel corso delle sue tre prime generazioni. La quarta generazione intende proseguire questa storia di successo portando il modello a un livello ancor più elevato in termini di connettività, efficienza, dinamismo e sicurezza.

Progettata, sviluppata e prodotta presso lo stabilimento del marchio a Martorell (una città industriale ad una trentina di chilometri da Barcellona), la nuova “Leon” rimane fedele alla filosofia di design alla base di ogni modello targato Seat, portando una ventata di carattere, eleganza e sportività al segmento delle compatte e aggiungendo una coerenza, armonia e maturità riscontrabili in poche altre vetture.

L’azienda spagnola ha investito 1,1 miliardi di euro con l’obiettivo di introdurre sul mercato vetture dotate di motori più efficienti, livelli di connettività e sistemi di assistenza alla guida inediti, maggiore dinamismo e look ancora più accattivanti.

La nuova Leon è un chiaro esempio di questo importante sforzo economico e di ricerca messo in campo dalla Casa iberica. Il modello introduce un design particolarmente evoluto, caratterizzato da un linguaggio stilistico degli esterni e degli interni che regala alla vettura una personalità più spiccata sia da ferma, sia su strada, in virtù soprattutto delle dimensioni rivisitate, delle proporzioni complessive, del frontale più incisivo e di un nuovo approccio relativo alla tecnologia di illuminazione, sia per gli interni, sia per gli esterni.

Gli esterni trasudano grinta, eleganza e sportività grazie all’ottimo equilibrio delle proporzioni che, come è noto, definiscono in buona misura, la bellezza di un’auto. La nuova generazione Leon riprende l’appeal del modello precedente, ma con una personalità più decisa in virtù delle superfici più morbide e fluide e del perfetto mix di tagli e curve, ciascuno al posto giusto. Il look degli esterni, oltre a catturare l’attenzione, contribuisce anche a migliorarne l’efficienza complessiva grazie a qualità aerodinamiche perfezionate: il suo coefficiente aerodinamico è migliorato di circa l’8% rispetto al modello precedente.

Per quanto invece riguarda gli interni, il design dell’abitacolo riprende il tema dell’evoluzione, mettendo il conducente e gli altri passeggeri al centro della strategia. Gli interni del nuovo modello toccano l’apice di funzionalità, minimalismo ed essenzialità fin dal primo istante in cui si sale bordo e ci si siede al volante, principale punto di contatto tra conducente e auto. Il cruscotto dalla superficie liscia, sottile quanto ampia, offre una sensazione di leggerezza e una sorta di effetto “fluttuante”, ottenuto grazie alle finiture decorative che avvolgono il cruscotto e continuano sulle portiere anteriori. Tutti gli elementi dell’abitacolo sono stati progettati per risultare perfettamente ergonomici, aumentando il comfort degli interni per gli occupanti. Sia che si occupi il posto di conducente, sia che si viaggi come passeggeri (anteriore e posteriori), l’abitacolo è disegnato per avvolgere gli occupanti, dando loro una sensazione di sicurezza.

Il cuore del sistema della Leon è il Seat Digital Cockpit, che comprende una strumentazione ad alta risoluzione da 10,25” e un sistema di infotainment che il conducente può programmare liberamente. Il sistema multimediale di serie si avvale di uno schermo da 8,25” con compatibilità audio per smartphone, mentre il sistema di navigazione con schermo più ampio da 10” offre navigazione connessa 3D, display con prestazioni retina e comandi vocali naturali, nonché “gesture recognition”, letteralmente riconoscimento dei gesti, per garantire un’interazione precisa con gli occupanti della vettura e riducendo il numero di pulsanti fisici necessari. Il design grafico “diagonale” dello schermo si ispira alla più rinomata via di Barcellona, la Diagonal.

Inoltre in un mondo sempre più connesso, la nuova generazione “Leon” offre maggiori opportunità di portare con sé la propria vita digitale, non solo a bordo della vettura, ma anche fuori. Questa è anche la prima vettura completamente connessa del marchio, capace di offrire connettività via Full Link (Android Auto e accesso wireless ad Apple CarPlay) nonché infotainment online e, prossimamente, applicazioni in-car volte ad ampliare e migliorare l’esperienza di guida. Una volta scesi dalla vettura, gli utenti possono accedere ai dati della propria auto da remoto, così come gestire il processo di ricarica e controllare il climatizzatore, sempre da remoto (nel caso della versione ibrida plug-in).

In Italia, la nuova Seat Leon è disponibile in 4 diversi allestimenti (Style, Business, Xcellence e FR, quest’ultimo il top di gamma), ciascuno di quali è in grado di offrire tutto ciò di cui il conducente ha bisogno, con possibilità di personalizzazione ai massimi livelli.

Come si è già accennato, la nuova Seat Leon è stata sviluppata pensando al mondo reale, con una gamma di propulsori che comprende ora anche tre varianti elettrificate per aumentare ulteriormente l’efficienza. La vettura compatta di nuova generazione può essere equipaggiata con motori benzina (TSI), Diesel (TDI), metano (TGI), mild-hybrid (eTSI) e plug-in hybrid (eHybrid), tutti progettati per garantire prestazioni e guidabilità al top, al fine di offrire ai clienti la giusta combinazione di vettura e motore andando così incontro alle specifiche esigenze di ciascuno.

Prezzi: partono da 22.550 euro per la vettura di ingresso e superano i 38.000 euro per la top di gamma.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi