Mar 25 Feb 2020 - 864 visite
Stampa

Coronavirus. Il tribunale non si ferma, ma per diverse ore manca l’acqua

Lavori in corso nell'edificio, l'attività ordinaria non si interrompe nonostante i disagi nei bagni nella mattinata di lunedì

Se i tribunali di Piacenza, Rimini e Ravenna hanno deciso in autonomia di sospendere le attività ordinarie come misura precauzionale anti coronavirus, quello di Ferrara rientra invece tra quelli che hanno deciso di proseguire regolarmente le attività, nonostante il fatto che lunedì mattina per diverse ore, a causa di lavori, sia mancata completamente l’acqua nei bagni.

Una situazione che ha un po’ infastidito gli addetti ai lavori – avvocati e dipendenti – sia per la differenti misure applicate dai diversi palazzi di giustizia, sia per l’assenza forzata di un presidio igienico, come l’acqua nei rubinetti (oltre che ne wc) per poter mettere in pratica la principale contromisura all’eventuale diffondersi di infezioni virali: lavarsi le mani. La situazione è poi rientrata alla normalità nella tarda mattinata.

Sempre nell’ottica coronavirus, l’ordine degli avvocati, ospitato nello stesso complesso edilizio del tribunale, ha diramato una comunicazione invitando gli iscritti a recarsi nella sede, regolarmente aperta, solo se strettamente necessario.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi