Sab 21 Set 2019 - 1315 visite
Stampa

La fontana del Parco Massari appena ripulita è già chiusa per lavori

Maggi: "Si è verificata la rottura di una parte idraulica, le tempistiche del cantiere saranno brevi"

È durata appena un mese la ‘nuova vita’ della fontana del Parco Massari, ripulita da alghe ed erbacce nei primi giorni di agosto ma poi chiusa e recintata dall’inizio di questa settimana, per lavori di riparazione e manutenzione straordinaria. Già dopo un paio di settimane dalla chiusura del primo cantiere diversi frequentatori del parco avevano infatti segnalato la ricomparsa di alghe e sedimenti sul fondale: il campanello d’allarme di ulteriori lavori da compiere per ripristinare e preservare l’aspetto della fontana.

Nei primi giorni della settimana è quindi stato aperto un nuovo cantiere che, almeno a giudicare dai nuovi pozzetti a bordo vasca e dal materiale presente sul posto (sacchi di cemento, prodotti impermeabilizzanti, attrezzi da muratore e nuovi tubi idraulici in pvc), effettuerà un intervento non solo di pulizia, ma anche di riparazione o sostituzione di parte dell’impianto originale.

L’assessore ai lavori pubblici Andrea Maggi conferma la notizia del nuovo cantiere e garantisce tempi rapidi per la definitiva riattivazione della fontana. “Si è verificata una rottura di una parte idraulica che rendeva impossibile mantenere pulita la fontana – spiega l’assessore -, ma si tratta di un guasto di piccola entità che non richiederà un lavoro ingente, quindi parliamo di tempistiche molto brevi. È una fontana molto bella quando è in funzione e una parte di città a cui tengo molto anche a livello personale”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi