Mer 18 Set 2019 - 170 visite
Stampa

Gusti.a.Mo 2019 tutto il bello ed il buono di Modena

Dall’11 al 13 ottobre, un fine settimana dedicato alle eccellenze enogastronomiche della città della Ghirlandina

A Modena dall’11 al 13 ottobre, nel fine settimana in cui ricorre anche l’84esimo della nascita del grande Luciano Pavarotti, è in programma “Gusti.a.Mo19”, sapori del territorio e musica, per un omaggio a “tutto tondo” alle eccellenze modenesi. La manifestazione, giunta alla quarta edizione, è organizzata da “Piacere Modena” con il patrocinio del Comune, della Provincia e della Camera di Commercio di Modena e della Regione Emilia Romagna, ed avrà come tema conduttore proprio la forte impronta della città nel mondo della lirica, dal grande tenore Luciano Pavarotti ed i due soprani Raina Kabaivanska e Mirella Freni.

Ad aderire al progetto, che anche quest’anno prevede degustazioni e visite guidate nei luoghi di produzione, tutti i principali consorzi rappresentativi di prodotti tipici del territorio: il  Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, il Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano DOP, il Consorzio del  Prosciutto di Modena DOP, il Consorzio Tutela del Lambrusco di Modena DOP, il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi DOP, il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP, il Consorzio Zampone e Cotechino Modena IGP, il Consorzio Ciliegia di Vignola IGP, il Consorzio Produttori Amarene Brusche di Modena, Modena a Tavola Consorzio di Ristoranti, Modenatur Incoming Tour operator & DMC e Tradizione e Sapori di Modena.
Sarà anche un weekend molto intenso, che inizierà venerdì 11 ottobre con il tradizionale talk show inaugurale, stavolta dedicato al rapporto tra cibo e musica dal titolo “I suoni del cibo”. Ospitato a Palazzo Ducale e condotto dal giornalista Leo Turrini, sono stati invitati a partecipare, tra gli altri, Fede e Tinto di Decanter, il professor Vincenzo Russo di Psicologia dei Consumi e Neuromarketing alla IULM di Milano e Cesare Clò del ristorante di Pavarotti Europa92.
La giornata di sabato 12 ottobre sarà invece dedicata alle attività di gusto e arte che coinvolgeranno bambini e famiglie in Piazza Roma: laboratori, teatri a tema, degustazioni teatralizzate, show cooking, dimostrazioni di sfogline e tortellini della San Nicola, oltre all’immancabile aperitivo in musica con i panini di Daniele Reponi ed i cocktail a base di Lambrusco e Aceto Balsamico di Modena IGP. Mentre sarà domenica 13 la giornata in cui le attività produttive del comparto agroalimentare del territorio provinciale di Modena saranno aperte in via straordinaria al pubblico, per visite guidate e degustazioni nei luoghi di produzione.

Confermati anche i Percorsi del Gusto in collaborazione con i ristoranti aderenti al Consorzio Modena a Tavola ed i pacchetti turistici di Modenatur ispirati al “weekend del gusto” ed al tema conduttore di Gusti.a.Mo19.

“Gusti.A.Mo” nasce nel 2016, su idea dei consorzi di tutela dei prodotti DOP e IGP di Modena associati a Piacere Modena. L’idea era quella di realizzare un grande evento all’insegna del cibo, della cultura e del territorio, con manifestazioni, attività sensoriali, show cooking, degustazioni e visite ad acetaie, cantine, caseifici e prosciuttifici. Il risultato è stato appunto Gusti.a.Mo che fin dalla prima edizione si è rivelato essere un grande successo che ha permesso ai turisti ed anche ai modenesi di scoprire i piaceri enogastronomici di questa terra straordinaria. Il nome stesso “Gusti.a.Mo”, racconta il profondo amore per le tradizioni e per la cultura culinaria modenese. Gusti.a.Mo svela che l’evento intende raccontare i Gusti dell’Aceto, del Prosciutto, del Parmigiano e del Lambrusco, con Amore, a Modena.

Invece “Piacere Modena”, promotore dell’evento, è un brand di proprietà della società Palatipico Modena Srl. Nato con il sostegno determinante della Fondazione Agroalimentare Modenese, che promuove lo sviluppo del settore agroindustriale è il volano del progetto di valorizzazione del territorio di cui fanno parte, come si è già detto, i principali consorzi di tutela delle DOP e IGP provinciali. Il suo obiettivo è quello di consolidare il trend di crescita del comparto agricolo strettamente collegato alle imprese di trasformazione presenti nel nostro territorio per creare sviluppo economico e occupazionale nonchè qualificare e valorizzare l’accoglienza e l’incoming turistico in sinergia con le strutture già esistenti.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi