Lun 15 Apr 2019 - 1817 visite
Stampa

L’umiltà del poliziotto eroe: “Esserci sempre è il nostro dovere”

Intervista a Damiano Adornato, l'agente che ad agosto ha tratto in salvo molti automobilisti nell'inferno di Borgo Panigale

L’agente Damiano Adornato

Non si considera un eroe ma un agente che ha espletato con dedizione il suo lavoro. È l’umiltà a trasparire dalla voce e dagli occhi di Damiano Adornato, l’agente premiato in occasione della festa della Polizia di Stato per il suo intervento di soccorso durante il tragico incidente avvenuto lo scorso 8 agosto sul raccordo autostradale A1-A14 di Casalecchio, conclusosi con l’impressionante esplosione di un’autocisterna.

Sono passati otto mesi dall’inferno di Borgo Panigale e pochi giorni da quando il giovane poliziotto ha ricevuto l’encomio solenne dalle mani del prefetto Michele Campanaro per essere riuscito a mettere in salvo numerosi automobilisti prima della devastante esplosione della cisterna che ha provocato il crollo del ponte.

“Sono contento di aver ricevuto questo riconoscimento che rappresenta la soddisfazione per il lavoro svolto e uno stimolo per fare ancora meglio in futuro” ci racconta Adornato, 29 anni, originario di Locri a Reggio Calabria, al tempo in servizio alla sezione della Polizia Stradale di Bologna e da ottobre in forza alla Questura di Ferrara.

Ora pattuglia la città estense a bordo delle Volanti, ma allora la sua squadra fu una delle prime ad arrivare sul luogo dello spaventoso incidente. “Ci trovavamo nelle immediate vicinanze – ricorda l’agente – e siamo riusciti ad arrivare velocemente sul posto, all’altezza dello svincolo tre della tangenziale, ultimo snodo utile prima dell’incidente, dove le colonne di fumo avevano già invaso anche la tangenziale che costeggia l’A14”.

Adornato ripercorre quegli attimi terribili e concitati: “Io e il mio collega abbiamo subito fatto allontanare gli utenti e messo in sicurezza i veicoli più vicini: la situazione è diventata ancora più critica quando poco dopo c’è stata l’esplosione. Eravamo in prima linea, fortunatamente sono rimasto illeso ma la preoccupazione è aumentata perché tra le fiamme il fumo non si riusciva a capire nell’immediato quante persone fossero coinvolte”.

“Poteva essere una tragedia ancora peggiore, ma la macchina dei soccorsi si è mossa in modo tempestivo ed efficace e ha permesso di limitare i danni” analizza l’agente, sul posto dalle 14 fino al tardo pomeriggio per la lunga operazione di messa in sicurezza che ha coinvolto forze dell’ordine, vigili del fuoco e soccorsi del 118.

“Se ho avuto paura? Sì, la paura è un’emozione normale e giusta, ma c’era anche tanta adrenalina e la consapevolezza di dover svolgere al meglio il proprio lavoro per soccorrere i cittadini. Il coraggio sicuramente c’è stato, ma abbiamo fatto quello che andava fatto. Ognuno degli operatori ha dato il suo prezioso contributo, tutti insieme abbiamo fatto la nostra parte in una situazione di elevata criticità. Un’esperienza che inevitabilmente ricorderò per sempre”, anche grazie all’encomio per “spiccate capacità professionali e non comune determinazione operativa”.

Dopo un breve trasferimento alla sottosezione della Polstrada di Bologna Sud, Adornato – che veste la divisa dal 2016 – è entrato in servizio nel Reparto delle Volanti estense. “Ho trovato un bell’ambiente a Ferrara, sono contento dell’esperienza che ho fatto alla Polizia Stradale, che mi ha dato un bagaglio professionale che mi porterò dentro, ma sono contento anche della nuova esperienza che ho intrapreso in questa città – rivela il poliziotto -. Mi trovo molto bene e spero di restare a Ferrara perché mi piace il posto. Dovunque andrò, porterò in alto il motto della Polizia, ‘Esserci sempre’, un valore in cui credo da quando ho scelto il mio percorso personale e non ho avuto dubbi di voler far parte della Polizia”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi