Mar 26 Mar 2019 - 1496 visite
Stampa

Cinque piani di musica elettronica: il Reverb inaugura il nuovo parcheggio multipiano

Sabato l'evento di musica elettronica a Ferrara, che per l'occasione si svolgerà all'interno della struttura in Contrada di Borgoricco appena completata

Quando il 22 marzo scorso era uscito l’annuncio di una ‘location segreta’ per la prossima serata del Reverb, il principale appuntamento dedicato alla musica elettronica a Ferrara, probabilmente non molte persone avrebbero potuto immaginare di ritrovarsi a ballare in un parcheggio nuovo di zecca in mezzo ai tetti del centro storico. Gli organizzatori dell’evento (le associazioni Ilturco e Reverb, che si sono fuse a metà febbraio) hanno infatti messo a segno un vero colpo a effetto: il prossimo sabato il nuovo parcheggio multipiano in Contrada di Borgoricco inaugurerà i propri spazi trasformandosi per l’occasione in un ‘dance palace’, che resterà aperto fino all’una di notte. L’annuncio è stato dato nelle ultime ore, attraverso un video promozionale pubblicato sui social network.

“L’idea ci è venuta questo inverno – racconta Francesco Mancin de Ilturco -, quando i lavori per il parcheggio era ancora abbastanza indietro e l’ipotesi di realizzare lì l’evento sembrava molto difficile. Ci siamo attivati subito chiedendo la disponibilità del posto a Ferrara Tua e all’assessore Modonesi, trovando molta disponibilità. Abbiamo effettuato alcuni sopralluoghi e trovato sponsor che ci hanno aiutato a sistemare ogni dettaglio, in modo da riuscire ad aprire tutti i cinque piani del parcheggio e non solo uno, come era stato ipotizzato inizialmente”.

Con cinque piani a disposizione, il Reverb potrà dar vita ad almeno due ‘sale’ (il secondo e quarto piano), dove si alterneranno diversi dj, tra cui gli attesi Lee Gamble, Chevel e Palm Wine. La serata non si prolungherà fino a tarda notte come accade normalmente in discoteca e la musica si fermerà attorno all’una di notte per non sforare i permessi concessi dal Comune: “Nei sopralluoghi che abbiamo effettuato abbiamo guardato a questo aspetto – spiega Mancin – e con i tecnici abbiamo trovato la soluzione più adatta. Il parcheggio è chiuso da grate, che trattengono il rumore ma hanno il problema del rimbombo, quindi invece di due grandi altoparlanti utilizzeremo casse più piccole ma distribuite: in questo modo non verrà disturbato il vicinato e non avremo problemi di acustica. In più si tratta di una struttura nuovissima e perfetta dal punto di vista della sicurezza e dell’accessibilità, con rampe e ascensori che portano a ogni piano”.

Gli organizzatori puntano così a dar vita a un’atmosfera di sicuro molto particolare: un’ambientazione urbana e contemporanea come un parcheggio multipiano incastonata in mezzo ai palazzi storici del centro: “È una commistione che ci è subito piaciuta molto – spiega Mancin -, e si presta anche per il tipo di musica e i dj che verranno a suonare, come Lee Gamble”.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi