Ven 8 Feb 2019 - 1144 visite
Stampa

Metrominuto, gambe in spalla: si viaggia a piedi o in bici

Aggiornata la mappa con piste ciclabili e punti di interesse. Modonesi: "Proviamo a portare sotto la soglia del 50% gli spostamenti in auto"

Una città a misura di gambe e bicicletta: questa è Ferrara mappata in “Metrominuto”, la nuova mappa aggiornata dal Centro Idea e Servizio Mobilità del Comune per “toccare con gamba” le distanze e i tempi di percorrenza entro le Mura a piedi e su due ruote.

Rispetto alla prima edizione del 2016, “copiata da tanti altri Comuni, tra cui Milano” gongola l’assessore alla Mobilità Aldo Modonesi, sono state inserite le piste ciclabili verso i quartieri periferici della città e nuovi luoghi di interesse come le Corti di Medoro (“così gli studenti che ci abitano sanno come muoversi”), il Meis, l’Urban Center (riaperto all’ex Mof), canile e gattile (“punto di interesse per tante famiglie”).

“Ferrara ha percentuali nord europee di mobilità sostenibile: già oggi più del 30% degli spostamenti avvengono in bici o a piedi” constata Modonesi che ha in animo di fare “una serie di interventi per provare a portare sotto la soglia del 50% i viaggi con mezzi privati”, scendendo in campo con il modulo “più solido dal punto di vista calcistico” del 4 4 2 rispetto all’attuale 6 3 1 (ovvero sei spostamenti in auto, tre a piedi o in bici e uno col trasporto pubblico locale).

“Non è una mappa turistica – mette in guardia Elisabetta Martinelli, coordinatrice del Centro Idea – ma è nata per facilitare il passaggio a piedi ed evitare il sovraffollamento delle auto all’interno delle Mura cittadine. Un progetto che ha suscitato interesse nazionale perché le città che rendono la vita più facile a pedoni e ciclisti sono i luoghi migliori in cui vivere”.

Una ‘metro’ a due gambe e due ruote, insomma, perché “camminare e pedalare fanno bene alla salute, all’ambiente e alla città”, ricordando a tutti che in una città di medie dimensioni come Ferrara si può raggiungere il centro in bici in 15 minuti da Villa Fulvia, in 16,5 minuti da Pontegradella o in 17,5 minuti dalla biblioteca Bassani a Barco. Senza lo stress di cercare parcheggio, anche se oggi riapre quello del Baluardo di San Lorenzo e a marzo quello multipiano di via Borgoricco. E ora gambe in spalla.

La mappa, stampata in 5mila copie, è in distribuzione agli uffici pubblici ed è scaricabile online cliccando qui.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi