Ven 11 Gen 2019 - 1869 visite
Stampa

“Esplosione di investimenti” per rivoluzionare i parcheggi

A marzo aprirà il multipiano in Borgoricco, poi i lavori in Cortevecchia e Saint-Etienne. Modonesi: "Basta giri a vuoto per cercare un posto libero"

Una “esplosione di investimenti” di quasi dieci milioni di euro per rivoluzionare i parcheggi alla luce dell’emergenza smog e adeguare la manutenzione del verde per far fronte all’allarme del cambiamento climatico. Un rinnovamento radicale in mano a Ferrara Tua a cui il Comune di Ferrara, proprio per rientrare nei tempi di ammortamento, rinnova il contratto di servizio per altri dieci anni.

“Lavorare con prospettive di lungo periodo contrasta con la fine del mandato imminente ma è necessario per garantire questa mole di investimenti” mette subito le mani avanti il sindaco Tiziano Tagliani che ha comunque previsto una “risoluzione anticipata consensuale, nel caso il mio successore voglia fermare gli investimenti con questa società in house per metterli a gara”.

Intanto viene ‘blindata’ l’operazione in via Borgoricco e piazza Cortevecchia che cambierà totalmente volto entro la fine dell’anno. A marzo si concluderà il cantiere del parcheggio multipiano – un ‘silos’ da 101 posti su 5 piani con sistema automatizzato per gli accessi – e contestualmente inizieranno i lavori di risistemazione della vicina piazzetta che diventerà zona pedonale dalla fornice di palazzo Municipale alla distesa di Settimo. Rimarranno disponibili solo gli stalli riservati a moto e disabili e verrà creata una zona di servizio carico-scarico.

Novità in vista anche per il parcheggio Saint-Etienne che, tramite un accordo tra Comune e Aci, passerà in gestione a Ferrara Tua per una riqualificazione dal duplice obiettivo: evitare i giri a vuoto a caccia di un posto libero (disporrà di un ingresso per le auto anche da via Cortevecchia) e liberare la vista della facciata della chiesa di Santo Stefano.

“Basta ai loop, alla gestione anarchica della sosta e alle inversioni pericolose su Boccacanale di Santo Stefano che creano una camera a gas nella piazza” è il monito dell’assessore alla Mobilità Aldo Modonesi che annuncia una “gestione più virtuosa di una dotazione di posti auto leggermente superiore all’attuale, ma senza aumentare le tariffe: solo a Fornasinopoli esiste la mezzora gratuita con una gestione privata che di solito triplica i costi”.

Tra i progetti realizzati (ampliamento dell’area camper, ex Mof, via Palestro, parcheggio Diamanti e sostituzione di 48 nuovi parcometri ‘intelligenti’) e progetti in corso (tra cui la riqualificazione del parcheggio in via del Lavoro, manutenzione dell’autorimessa Cacciaguida, recinzione del parcheggio Centro Storico, nuovo sistema di riconoscimento targhe e implementazione del sistema di videosorveglianza nei parcheggi Centro Storico e Diamanti) si arriva a un costo totale di oltre 7 milioni.

In questo investimento – “approvvigionato attraverso un debito bancario” spiega il presidente della Holding Ferrara Servizi Paolo Paramucchi – rientrano anche la riorganizzazione del sistema bike sharing e car sharing (in collaborazione con Tper Bologna) e la realizzazione della velostazione (che rivisiterà tutta l’area davanti alla stazione con depositi, officina e posteggi), attuate e gestite sempre dalla multiutility che in tutto cura 3992 stalli auto in città.

In dirittura di arrivo, infine, l’intervento al parcheggio di via Baluardi che aspetta temperature più favorevoli per procedere con l’ultima fase di asfaltatura. Un cantiere da concludere in fretta, entro fine mese, per partire poi coi lavori in piazza Verdi.

Sul versante del verde pubblico, è previsto un programma di investimenti straordinari di oltre 2,7 milioni sul patrimonio arboreo perché “ora la manutenzione regge ma dovrà affrontare presto i problemi del riscaldamento globale” spiegano il direttore generale Stefano Lucci e il dirigente tecnico Enrico Pocaterra. Tre i punti da realizzare entro i prossimi tre anni: censimento puntuale e indagini sulla pericolosità di oltre 40mila alberi; nuova organizzazione del sistema degli sfalci, delle potature, degli abbattimenti e delle relative ripiantumazioni; e la riqualificazione delle circa 140 aree gioco attrezzate del territorio comunale.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi