Gio 26 Nov 2015 - 692 visite
Stampa

Tempi bui (per gli umani che non si interrogano sulla luna)

Questa notte, cercando di dormire nonostante la luna prepotente illuminasse la mia stanza, sono stata infastidita dal pensiero di un’unica sola forza in grado di decidere il destino dell’umanità.

 

La Natura

Passati il sonno e il fastidio, di fronte al Suo mistero e alla Sua disarmante bellezza, che può trasformarsi in tragica violenza quando meno ce lo aspettiamo, ho trovato l’inutilità delle guerre e la stupidità delle esplosioni che non siano causate da vulcani che ribollono di vita.

Ogni donna, ogni uomo (non importa se di Parigi, al-Raqqa, Ankara, Mosca, Washington o Ferrara, se musulman*, cristian* o induista) dovrebbe arrendersi davanti al risplendere ineluttabile della luna, tenersi stretta la vita che ha, spegnere i motori e iniziare a pedalare, deporre le armi e smettere di pregare qualsiasi divinità lo conduca a prevalere su un altro essere umano.

Quello di una vita condotta al passo con i ritmi della terra, nel rispetto delle sue risorse, abbandonando qualsiasi credo che presupponga la violazione dei diritti umani è un pensiero alto, utopistico ed evidentemente troppo elementare, se si tiene conto del disordine internazionale. Eppure più leggo i quotidiani, più cerco di districarmi nelle ricostruzioni geopolitiche e storiche degli ultimi decenni, più mi sembra indispensabile parlare di pace, sforzarsi di limitare il proprio impatto sull’ambiente, guardare l’altro con rispetto e accoglienza, uscire in strada, vivere le periferie e i loro abitanti, ascoltare le ragioni dell’estraneo, chiedergli cosa pensa della luna.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi