Lun 10 Mar 2014 - 2288 visite
Stampa

Spal, notte magica

Davanti a un pubblico record i biancazzurri superano 2 a 0 il Rimini e ritrovano il secondo posto in classifica

Spettacolo di tifo al "Paolo Mazza" per Spal-Rimini

Spettacolo di tifo al “Paolo Mazza” per Spal-Rimini

Come passare dall’inferno al..Paradiso, calcisticamente si intende. In una settimana la Spal ritrova i tre punti, il secondo posto in classifica e compie un “passettino” in più verso l’obiettivo stagionale della Lega Pro Unico. Il tutto nel derby con il Rimini, partita sentitissima a 360° e soprattutto davanti ad un pubblico e accompagnata da un tifo come difficilmente a Ferrara si ricorda nell’ultimo decennio.

Una notte magica, in tutto e per tutto, per i colori biancazzurri: al fischio iniziale sono 4591 le presenze registrate al “Paolo Mazza”, record stagionale e la Curva festeggia i 40 anni del movimento ultras a Ferrara in grande stile. La Ovest è letteralmente “murata” di presenze, stipata all’inverosimile e offre, all’ingresso in campo dei giocatori, una coreografia imponente accompagnata da migliaia di palloncini, lunghi nastri argentati e la scritta “1974-2014”. Dal 1° al 94° il settore dei tifosi biancazzurri sarà protagonista di un tifo incessante e trascinante, fondendosi al meglio con la bella prestazione di Varricchio e compagni.

Mister Gadda propone alcune novità nell’undici iniziale: Buscaroli gioca a centro difesa, con Silvestri in panchina, Fantoni sostituisce l’infortunato Sereni sull’esterno mancino di centrocampo e Personé, che viene preferito a Cozzolino, affianca Varricchio in attacco.

Sono tre punti importanti, quelli in palio nella notturna del “Mazza” e la Spal parte leggermente contratta: la prima occasione è per gli ospiti, dopo 5′, con Degeri che su punizione dal limite va a ‘fare il solletico’ alla traversa di Menegatti.

Poi è solo Spal: i biancazzurri costruiscono almeno cinque palle da gol nitide in 20 minuti. Berretti e Landi, con due conclusioni in fotocopia dai 20 metri sfiorano l’incrocio; poi ancora Berretti, a due passi dalla porta romagnola, colpisce di testa su splendido traversone di Fantoni, ma trova la respinta miracolosa del portiere riminese Scotti, che si ripete dopo poco su una bella punizione di Fantoni. Sale poi in cattedra Lazzari, intorno al 30°, che serve magistralmente Personé a centro area: la girata dell’attaccante ex Albinoleffe termina però altissima sopra la traversa.

Il gol è nell’aria e al 32° la Spal passa meritatamente in vantaggio: pallone servito sulla sinistra a Fantoni, cross velenosissimo e traiettoria che si spegne sotto l’incrocio dei pali superando inesorabilmente Scotti. La Ovest esplode con tutti i giocatori estensi a far festa insieme ai loro tifosi. Palla al centro, recuperata dalla Spal e biancazzurri vicinissimi al raddoppio: Varricchio dal limite con il destro, la sfera scheggia la traversa e finisce sul fondo. Ma la squadra di mister Gadda è indiavolata, e gioca forse la partita migliore della stagione: altra punizione di Fantoni dai 25 metri, palla a girare e Scotti in tuffo neutralizza la minaccia.

Il Rimini torna ad affacciarsi in area spallina solo al 40° e rischia di essere letale: Sartori, ex di turno insieme al tecnico Buglio, fugge via sulla sinistra, Lazzari lo contrasta ma fallosamente e il direttore di gara indica la massima punizione. Sul dischetto va Fall che non ha però fatto i conti con lo strepitoso Menegatti: il portiere intuisce l’angolo e con una splendida parata annulla la possibilità di pareggio dei romagnoli tra il tripudio del “Paolo Mazza”.

Ribaltamento di fronte ed è di nuovo duello Lazzari-Sartori, a parti invertite: il biancazzurro brucia l’avversario e lo cotringe al fallo in area di rigore. Penalty e cartellino rosso – doppia ammonizione – per l’ex spallino: Varricchio dagli undici metri è infallibile, e il Capitano festeggia sotto la Ovest il 17° centro stagionale.

Squadre al riposo sul doppio vantaggio estense. Ad inizio ripresa il Rimini prova il tutto per tutto, seppure con l’uomo in meno ed in un paio di occasioni Menegatti è bravo a sventare un paio di cross pericolosi a centro area. La Spal capisce di dover gestire, dopo la prova mostruosa dei primi 45′: i biancazzurri così badano al sodo, facendo girare il pallone e cercando le “inbucate” per gli attaccanti. In una di queste circostanze, al 10°, Varricchio viene anticipato dall’uscita decisiva di Scotti. Succede poco altro fino alla mezzora, quando Nicastro a due passi dalla porta spallina trova ancora una volta un grande Menegatti che chiude lo specchio con uno splendido colpo di reni.

E’ l’ultima emozione del derby: c’è il tempo per le sostituzioni e gli applausi – nella Spal escono Personé, Fantoni e Berretti, con Cozzolino, Silvestri e Arrigoni al loro posto – e soprattutto per la festa della Curva Ovest che al 90° può festeggiare alla grande il suo compleanno insieme ai giocatori biancazzurri, ricoperti di applausi e cori di sostegno mentre nell’altra metà campo i giocatori del Rimini sono chiamati a rapporto dai sostenitori romagnoli per un confronto dopo la bruciante sconfitta.

La Spal conquista tre punti pesantissimi, torna seconda in classifica e mantiene a 6 il vantaggio sulla nona in classifica. Nel prossimo turno i biancazzurri – senza Lazzari e Varricchio che saranno squalificati perchè in diffida ed ammoniti nel derby – affronteranno il Cuneo in trasferta.

Il tabellino con i voti:

SPAL – Rimini 2-0

Marcatori: 32´ pt Fantoni, 41´ pt rig. Varricchio

SPAL (5-3-2): Menegatti 8; Lazzari 7, Lebran 6,5, Buscaroli 7, Giani 6,5, Fantoni 7,5  (38´ st Silvestri ng); Landi 7, Capellupo 7, Berretti 7 (34´ st Arrigoni ng); Personè 6,5 (18´ st Cozzolino 6), Varricchio 7. A disp.: Coletta, Paloni, Falomi, Vita. All.: Gadda 7.

Rimini (4-2-3-1): Scotti; Nigro, Aya, Martinelli, Ferrari; Degeri (22´ st Nicastro), M. Brighi (6´ st Tomi); Sartori, Spinosa, Fall (9´ st Bussi); Cesca. A disp.: Zanier, Rosini, A. Brighi, Del Sole. All.: Buglio

Arbitro: Pezzuro da Lecce

Note: serata gradevole, terreno in perfette condizioni, spettatori 4591, incasso non comunicato. Ammoniti: Ferrari, Tomi, Spinosa (R), Lazzari, Landi, Varricchio (S). Espulso al 40´ pt Sartori (R) per doppia ammonizione. Al 39´ pt Menegatti (S) para un calcio di rigore a Fall (R). Angoli: 4-3 Spal. Recupero: 2´ pt; 4´ st.

La classifica:

BASSANO 54

SPAL 45

RENATE 44

SANTARCANGELO 44

MONZA 44

REAL VICENZA 44

ALESSANDRIA 43

MANTOVA 42

TORRES 39

FORLI’ 35

V. VERONA 35

RIMINI 35

P. TOLLE 35

CUNEO 35

PERGOLETTESE 33

CASTIGLIONE 23

BELLARIA 12

BRA 9

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi