Gio 28 Mar 2013 - 1931 visite
Stampa

Io sono nato a Ferrara

Io sono nato a Ferrara. Sono ferrarese, orgoglioso di esserlo. Sono nato e vivo nella città delle biciclette, dell’arte e della cultura, del Castello e delle Delizie Estensi. Dei Buskers e del Festival dell’Internazionale. Della mia amata Spal. Della buona cucina, con i cappellacci di zucca e la salamina con il purè. Delle belle donne, more o bionde che siano, ed anche del chiacchiericcio, che a volte è pure caratteristico. Vivo nella città che non si è fatta piegare dal terremoto, e che al tempo stesso ha perso tante vite per gli incidenti stradali. Nella città dove in fondo puoi girare da solo in piena notte senza paura, o almeno era così fino a qualche anno fa. E purtroppo vivo anche nella città di un ragazzo di 18 anni, morto all’alba davanti alle Forze dell’Ordine, senza che ancora ci sia stato detto il perché. Vivo nella città in cui un eurodeputato SCONOSCIUTO può nel giro di un ora calpestare il dolore della madre di quel ragazzo e mandare a quel paese il mio (nostro) primo cittadino. Alla luce del sole, in piena piazza, senza che NESSUNO tra tutte le persone presenti stamattina al teatrino squallido di Salatto abbia avuto un cenno o un gesto di reazione e ribellione ad una mancanza di rispetto nei confronti della nostra e mia città e di Federico. Questo mi fa terribilmente incazzare. Terribilmente.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi