Attualità
27 Dicembre 2020
Il direttore sanitario Ciotti: “La scienza è riuscita in poco tempo a portare un vaccino sicuro e dimostrato"

V-Day, parla il ‘regista’ Ausl: “Nuovo orizzonte dal 4 gennaio”

di Elisa Fornasini | 2 min

Leggi anche

Strage via d’Amelio. Le Agende Rosse ferraresi: “Vogliamo verità”

L’associazione Agende Rosse di Ferrara “Emanuela Setti Carraro” anche quest’anno si è ritrovata sotto il Volto del Cavallo per commemorare le vittime di questo eccidio e per chiedere verità. Con un certo rammarico di chi si è fermato per osservare un minuto di silenzio, allo scoccare del 58esimo minuto, è stato constatare l’assenza di un rappresentante delle istituzioni

Colture più sostenibili e di qualità. Si può con SuperIrri

Ottimizzare l’uso delle risorse idriche riducendo la quantità di acqua utilizzata per la coltivazione del prato stabile e del riso - due delle principali colture tipiche della regione Emilia-Romagna - attraverso l’introduzione di tecnologie avanzate di irrigazione, come le paratoie automatizzate e la sensoristica smart, per rispondere alle necessità di sostenibilità e qualità di questi prodotti agricoli tipici del nostro territorio, con un risparmio di 3.146 metri cubi all'ettaro per il prato e di 1.189 metri cubi all'ettaro per il riso

“Oggi è un giorno storico per Ferrara, per l’Italia e per l’Europa: il nuovo orizzonte si apre”. Parola di Emanuele Ciotti, direttore sanitario dell’Azienda Usl di Ferrara e coordinatore della campagna vaccinale sul territorio estense, nel presentare la portata ormai epocale del Vaccine Day.

“La scienza è riuscita in poco tempo a portare un vaccino sicuro, dimostrato, e oggi parte la campagna vaccinale per la nostra provincia” spiega Ciotti che da novembre dirige il comparto sanitario dell’Ausl estense e nella giornata del 27 dicembre, oltre a dirigere le operazioni di vaccinazione al Sant’Anna, si è fatto subito vaccinare a sua volta per dare il buon esempio.

Le prime cinquanta dosi sono state somministrate nel pomeriggio di domenica ai “nostri vaccinatori che le somministreranno a tutti gli operatori sanitari dell’Ausl e dell’ospedale di Cona, ai medici convenzionati, a tutti i professionisti sanitari che lavorano nel privato accreditato, oltre a tutti coloro che ruotano all’interno dei servizi delle due aziende sanitarie”.

Una macchina operativa importante che, dopo la giornata simbolica del V-Day e sempre sotto la direzione della cabina di regia gestita dall’Azienda Usl, inizierà a ingranare dal 4 gennaio, “quando partirà la campagna di vaccinazione non solo nei presidi fissi all’ospedale di Cona e del Delta, ma anche nelle strutture mobili direttamente nelle Cra che hanno visto il numero più importante di morti e le persone anziane più a rischio”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com