Attualità
3 Ottobre 2019
Mercoledì l'incontro tra l'istituto e le associazioni. Gli azzerati potranno avvalersi del documento predisposto dalla banca per presentare la domanda di accesso al Fir

Azzerati Carife. Consap accetterà la certificazione di Bper

di Daniele Oppo | 3 min

Leggi anche

Presentato il bilancio dei musei civici dal 2019 al 2024

Il Comune di Ferrara ha contato 1.197.160 i visitatori in 4 anni e mezzo nei musei e negli spazi espositivi del Comune di Ferrara dal mese di luglio 2019 fino a gennaio 2024. Sono 46 le mostre realizzate nei diversi monumenti, musei e luoghi di cultura

La Rete per la Pace in piazza per dire ‘no’ alla guerra

Tantissima gente nella mattinata di sabato si è radunata in Piazza Cattedrale per dire basta alla guerra e al riarmo. Nella Giornata nazionale di mobilitazione nelle città italiane per il cessate il fuoco in Palestina e in Ucraina, e negli altri Paesi in situazioni di conflitto, la Rete Pace di Ferrara ha aderito all’iniziativa: il forte messaggio lanciato dagli intervenuti ha catturato l’attenzione della gente

Si ribalta tir, chiusa la statale

Un tir carico di mangime si è ribaltato questa mattina (sabato 24 febbraio) lungo la statale SS495 in località Codigoro. A causa dell’incidente la strada è temporaneamente chiusa al traffico, in entrambe le direzioni

Rivolta all’Arginone. Trentasette detenuti a processo

Trentasette persone, all'epoca dei fatti tutte detenute a Ferrara, sono finite a processo con l'accusa a vario titolo di danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale, incendio e lesioni aggravate per la rivolta nel carcere di via Arginone, avvenuta durante i primi giorni dell'emergenza Coronavirus, quando le misure restrittive imposte per contrastare il diffondersi della pandemia, tra cui il divieto di visite dei parenti, furono il pretesto per accendere gli animi dei ristretti nei penitenziari di tutta Italia

Ombre nere su Ferrara, a marzo gli interrogatori delle Fiamme Oro

Saranno interrogati nella giornata di martedì 5 marzo i due rugbisti delle Fiamme Oro, il gruppo sportivo della Polizia di Stato, scappati prima dell'arrivo della pattuglia all'interno del ristorante di via Carlo Mayr dove, lo scorso 22 dicembre, una festa di compleanno 'in maschera' tra amici è degenerata tra cori inneggianti a Mussolini e Hitler e la distribuzione di volantini beceri e di pessimo gusto

Bper fornirà una a ciascun risparmiatore Carife una certificazione unica e dal 7 ottobre si potrà presentare quella nel portale telematico di Consap per chiedere l’indennizzo. Novità positive dunque dall’incontro tenutosi mercoledì 2 ottobre nella sede di corso Giovecca tra i vertici della banca e le associazioni di risparmiatori e tutela dei consumatori.

“La novità più importante emersa è riferita al tema della documentazione bancaria da fornire agli azzerati Carife, che è stata oggetto di continui e costruttivi confronti tra Consap, Bper e le associazioni al fine di contemperare il rispetto della normativa con l’esigenza di semplificare al massimo la pratica da presentare al Consap (l’ente incaricato dal Governo)”, spiega in una nota l’associazione Amici della Carife. “In quest’ottica, Consap modificherà la propria piattaforma entro il 7 ottobre e da questa data i risparmiatori potranno recarsi presso una filiale Bper e richiedere un unico certificato da allegare alla domanda da presentare a Consap. In alternativa i risparmiatori potranno recarsi presso una delle associazioni dei risparmiatori e dei consumatori e saranno queste a pensare sia alla richiesta dei certificato a Bper sia all’inoltro della domanda a Consap entro il 18 febbraio 2020”.

Secondo quanto riporta l’associazione, durante l’incontro di mercoledì “sono stati definiti inoltre i dettagli di una stretta collaborazione tra Bper e le associazioni dei risparmiatori e dei consumatori, tesa a snellire e velocizzare il facile inoltro della pratica dall’esercito degli azzerati”.

Al tavolo si sono seduti in 23, i vertici locali di Bper, i responsabili per tali tematiche della direzione generale di Modena, e le associazioni protagoniste in questi anni dell’assistenza agli azzerati ex Carife: Adiconsum con Paolo Picci e Sara Bellettato; Adoc con Filippo Massari e Paolo Pavani; Amici della Carife con Marco Cappellari, Susanna Giuriatti, Mirko Tarroni e Giuditta Guzzinati; Confconsumatori Ferrara con Sonia De Martinis; Federconsumatori con Roberto Zapparoli, Massimo Buja ed Ermanno Rossi; Movimento difesa dei cittadini con Gianni Ricciuti e Roberta Rabini; Movimento risparmiatori traditi con Giovanna Mazzoni e Milena Zaggia; Risparmiatori azzerati di Carife con Katia Furegatti, Grazia Esposito, Gisella Rossi e Maria Dall’Acqua e, infine, l’avvocato Stefano Di Brindisi per l’omonimo studio legale.

Sempre in tema Carife, l’associazione Risparmiatori Azzerati di Carife prende atto con rammarico di non poter essere assegnataria degli spazi concessi dall’Amministrazione comunale nell’Urban Center per poter fornire supporto agli azzerati. Quello spazio infatti, pur essendo stato chiesto dagli Azzerati il 5 settembre scorso, è stato assegnato ad alcune associazioni dei consumatori. “Purtroppo il fatto on essere ‘un’associazione con personalità giuridica’ (come più volte ci hanno ricordato) non ci ha consentito, con dispiacere, di procedere con la sottoscrizione del contratto necessario per utilizzare gratuitamente il locale che l’Amministrazione Comunale intendeva concederci – spiega Katia Furegatti -. La nostra idea è stata poi ben raccolta dalle Associazioni dei consumatori più rappresentative del territorio, che hanno una mission diversa dalla nostra ed hanno già una loro sede. Ringraziamo comunque l’Amministrazione Comunale per avere ascoltato le nostre richieste, anche se siamo costretti a realizzare altrove il nostro progetto”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com