Attualità
17 Settembre 2019
Le associazioni di azzerati e dei consumatori hanno incontrato la struttura tecnica. Cappellari (Amici): “Si va verso un documento semplificato che Bper consegnerà ai risparmiatori”

Indennizzi Carife. “Confronto positivo con Consap”

di Daniele Oppo | 2 min

Leggi anche

La piena del Po transita nel Ferrarese, allerta della Protezione civile

Il maltempo e le precipitazioni diffuse di questi giorni in Emilia Romagna non consentono ancora di abbassare la guardia sul livello dei fiumi. E' per questo che la Protezione civile dell'Emilia-Romagna ha emesso un'allerta che riguarda anche la nostra provincia per il 2 marzo

Carabiniere picchiato in Gad. Il raid per gelosia

Sono un padre, 46enne di nazionalità macedone, e suo figlio di 22 anni gli autori dell'aggressione ai danni del carabiniere del Norm di Ferrara che, nel pomeriggio di giovedì 29 febbraio, mentre si trovava fuori servizio, è stato picchiato in via monsignor Luigi Maverna, zona in cui ha sede l'Agenzia delle Entrate, dietro la stazione ferroviaria, in Gad

Cpr, il Ministero non smentisce la costruzione a Ferrara

Il Ministero dell’Interno non conferma quanto detto dal senatore Alberto Balboni sul passo indietro in merito alla costruzione di Centro di permanenza per i rimpatri a Ferrara. A mettere in imbarazzo la maggioranza è lo stesso sottosegretario del Viminale, Emanuele Prisco, in quota Fratelli d’Italia

Avvelenò la madre col tè. La Corte d’Assise dispone un’altra perizia

La Corte d'Assise del tribunale di Ferrara ha disposto una nuova perizia psichiatrica su Sara Corcione, la 39enne accusata di omicidio premeditato aggravato dal vincolo di parentela per aver assassinato sua mamma, la 64enne Sonia Diolaiti, avvelenandola nel suo appartamento di via Ortigara

“Si è aperto un confronto positivo”. Marco Cappellari, presidente dell’associazione Amici della Carife, riassume così l’incontro di lunedì a Roma con i tecnici della Consap, l’azienda del Ministero dell’economia e delle finanze che si occuperà di gestire gli indennizzi ai risparmiatori azzerati.

Da Ferrara sono partiti sette rappresentanti: oltre a Cappellari, anche Mirko Tarroni per ‘Amici’, poi Milena Zaggia e Giovanna Mazzoni per il Movimento Risparmio Tradito, Roberto Zapparoli per Federconsumatori, Erika Zanca per la Lega Consumatori e Sonia De Martinis per Confconsumatori. Oltre a loro c’erano anche i rappresentanti dei risparmiatori delle altre banche messe in risoluzione o in liquidazione tra 2015 e 2016. A rispondere alle domande sono stati Carlo D’Andrea, responsabile della gestione di Consap, Massimiliano D’Alleva, dirigente responsabile tesoreria e Francesco Romano (responsabile del settore che si è occupato di realizzare il sito internet del Fir) e Enrico Melis.

“Avevamo chiesto questo incontro perché nelle prime settimane sono emersi mille problemi, perchéla  procedura è piuttosto complessa”, ricorda Cappellari, “oggi abbiamo fatto presenti tutte le criticità che si sono manifestate. Consap ha detto che vuole instaurare un dialogo preferenziale con le associazioni, agevolerà tutti coloro che si faranno assistere nella presentazione della domanda”.

La nota più positiva, stanti le difficoltà riscontrate finora e la scadenza del 18 febbraio che si avvicina a grandi passi, è però  che “è in corso un dialogo con Bper per rendere più semplice la consegna dei documenti da parte della banca ai risparmiatori. La linea che stanno seguendo è quella di andare verso un certificato semplificato da consegnare ai risparmiatori”.

E a proposito della scadenza, rimane ferma l’intenzione dei risparmiatori e delle associazioni dei consumatori di chiedere un rinvio, per il quale però servirà una nuova decreteazione da parte del Governo, visto che il termine è, di fatto, fissato per via normativa.

Le associazioni hanno anche chiesto un nuovo incontro a Consap, questa volta con la commissione dei ‘9 saggi’ che deve decidere sulle cosiddette “violazioni massive”

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com