sab 19 Set 2015 - 5075 visite
Stampa

Contestazioni alla Giannini, dal Pd “merde” e “fascisti”

Su Facebook i membri del partito democratico si scatenano

WP_20150917_22_10_02_ProIl Partito Democratico non ha gradito affatto la caldissima contestazione che ieri ha portato il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini a rinunciare al dibattito in programma in piazzetta San Nicolò per la festa nazionale della scuola organizzata dal Pd.

Contestazioni dure che, però, non sono andate al di là di fischi, urla e slogan, anche se va rilevato che un attivista del Pd, a serata conclusa, quando la gente stava andando via, ha ricevuto un pugno su una spalla da un uomo che vestiva la maglietta “Partigiani della scuola pubblica. Ma non è l’episodio violento a scatenare i commenti dei membri del Partito Democratico, bensì proprio la sonora contestazione verbale che ha portato il ministro a scegliere di non parlare.

I più duri, su Facebook, sono il segretario provinciale Luigi Vitellio, l’assessora comunale Caterina Ferri e il consigliere Davide Bertolasi che identificano i contestatori come “fascisti”, e giudizi molto più pesanti arrivano anche da Giulia Bertelli della segreteria del partito.

“Grazie a un gruppo di fascisti urlatori che si spacciano per sinistra – scriveva Ferri a caldo – la ministra Giannini ha dovuto rinunciare al dibattito. Questo è il livello”. Dello stesso tenore anche Vitellio:  “Sono amareggiato, vecchi metodi, fascisti, hanno impedito al Ministro di parlare questa sera alla festa del circolo centro. Ma non fate paura, ci convincete ogni giorno di più che siamo l’unica speranza per questo Paese”. Bertolasi è ancora più lapidario: “Fascisti. Chi non fa parlare la gente si merita solo l’appellativo di fascista”.

Chi ci va molto, ma molto pesante è Giulia Bertelli, componente della segreteria del Pd e responsabile per il Welfare: “Oggi ho realizzato cos’è la merda. La merda è tutto ciò che impedisce la discussione, il confronto. Merda è chi urla in faccia alle persone e non ascolta la risposta. Merda è chi contesta senza nemmeno accettare un contraddittorio. Merda è chi vuol essere ascoltato ma non accetta altra voce oltre alla sua”.

Più pacato il segretario regionale Paolo Calvano: “Gli ho proposto di venire sul palco – scriveva appena ricevuto il forfait della Giannini -, gli ho proposto di fare una delegazione per incontrare il ministro, ma l’unica cosa che volevano fare era urlare impedendoci di parlare. La mia solidarietà al ministro Giannini e alla deputata Puglisi e a tutta la Ferrara civile che avrebbe voluto ascoltare e confrontarsi in modo civile”. Al mattino successivo un altro commento: “La cosa più brutta, tra le tante, avvenuta ieri sera? Sovrastare di urla e fischi, impedendo loro di parlare, due ragazze precarie, proprio quelle che i manifestanti proclamavano di essere li a difendere. Avanti senza paura, pronti a dialogare e confrontarsi anche con tutti quelli che non sono d’accordo, ma nell’esserlo mantengono un atteggiamento civile ed educato”.

Per la consigliera comunale Ilaria Baraldi (il cui post è stato condiviso anche dal vicesindaco Massimo Maisto), che propone di non usare le categorie partigiani/fascisti, “contestare a oltranza la ministra Giannini impedendole di pronunciare una sillaba non è diverso da mettere all’indice libri per bambini nelle scuole pubbliche”, e qualifica le contestazioni come una “pessima prova di una democrazia a rovescio”.

Sull’episodio interviene anche il segretario del Pd Centro Cittadino, Davide Nanni con una lettera pubblica (qui la versione integrale): “Una sconfitta per tutti – la definisce Nanni -: per chi ha urlato impedendo all’On. Giannini di proferire parola, dimostrando scarso rispetto per le idee altrui oltre che per il pubblico presente, come per i tanti ferraresi che dalla viva voce del Ministro avrebbero voluto sapere qualcosa di più su di un provvedimento di riforma, la legge 107/2015, che sta cambiando e cambierà il volto della scuola italiana.”

Tra tutti si distingue l’assessore Aldo Modonesi che la butta sull’ironia: “Speriamo che almeno consumino…”

Stampa
  • bayle

    Ma smettetela di tirare in mezzo i fascisti e prendetevi le vostre responsabilità. La sinistra non perde mai il vizio di dare ai fascisti la colpa di tutto. Questo dovrebbe far riflettere su tanti episodi catalogati come “fascisti”.

  • Nicola

    Qualcuno chiederà le dimissioni di chi ha sbracato su Facebook contro cittadini che hanno manifestato in modo non violento il loro dissenso? Ovviamente no. In ogni caso la signorina Bertelli oggi ha realizzato cos’è il PD. Meglio tardi che mai

  • Lorenzo Barbieri

    Com’era quella della “politica con la p minuscola” cit.?

  • Lorenzo Barbieri

    Spicciafaccende pfui…

    Ripropongo alla carrellata “Ehi BE(LLL)A, sei a casa nostra qua… alora STAI ZITTA… CHIARO? SENNO’ TI PRENDO IO E TI PORTO VIA IO… TU QUI SEI OSPITE”

    #sinistrifascioleghisti E I DUE LEOCORNI?

  • Ad onor del vero

    Sarà il metodo fascista, ma la contestazione non é arrivat a da fascisti che si spacciano per sinistra, ma proprio “dalla sinistra” attraverso persone ben conosciute……ad onor del vero e si sapeva che sarebbe accaduto già alcuni giorni prima. No facciamo finta….ad onor del vero

  • iorio

    Anch’io ho realizzato cos’è la merda dopo la vicenda coopcostruttori… 

  • Filippo

    Qualcuno scriveva che “il fine giustifica i mezzi”.
    Quando si vuole contestare qualcosa non si deve andare tanto “per il sottile” e questo è l’ovvio risultato.
    Non ritengo che i contestatori siano di destra o di sinistra: sono “precari” e basta; questa è la cosa che li unisce a prescindere da una fede politica che, mai come oggi, non ha più senso di esistere e di marcare le differenze ideologiche.
    Ora esiste il “centrodestra” ed il “centrosinistra” con i politici che cambiano tranquillamente schieramento come un normale impiegato cambia azienda per la quale lavorare, perché, per alcuni, di lavoro si tratta e non di fede politica.

  • psychocandy

    Dopo la lettura di questo articolo, mi chiedo perche’ abbiate censurato il mio commento dell’articolo precedente. Chi sono i fascisti ? Chi sono i fascisti ? Chi sono i fascisti ? 

  • Realista

    Chiamano Merde e Fascisti chi non la pensa come loro. Abituati alle plaudenti platee dei vecchi compagni succubi al partito non sanno cosa significa il dissenso. Fin da ragazzi nelle sezioni del partito gli hanno raccontato di essere i soli detentori della giustizia della verità e della bontà. Per questo motivo non sanno capacitarsi perché qualcuno dissenta dal loro nobile operato. Peccato che invece di interrogarsi sul perché le loro meraviglie non siano condivise da tanti reagiscano offendendo pesantemente chi dissente in perfetto stile Chavez emanando un’insostenibile puzza di REGIME.   

  • Gagio

    quando inizieranno le persecuzioni???

  • Gagio

    Chi ci va molto, ma molto pesante è Giulia Bertelli, componente della segreteria del Pd e responsabile per il Welfare: “Oggi ho realizzato cos’è la merda. La merda è tutto ciò che impedisce la discussione, il confronto. Merda è chi urla in faccia alle persone e non ascolta la risposta. Merda è chi contesta senza nemmeno accettare un contraddittorio. Merda è chi vuol essere ascoltato ma non accetta altra voce oltre alla sua”

    MA sta forse descrivendo i simpatizanti del PD quando al governo c’era Berlusca?
    PERBACCO quanto siete nervosi per un po’ di contestazoni, mi sa che ci dovrete fare l’abitudine. STATE SERENI compagni…perbacco.

  • quando saltano i nervi…

    A questi democratici signorine e signorini ricordiamo che non c’era nulla da discutere visto che il loro partito ha blindato a colpi di forzature e fiduce parlamentari la legge 107. Per quanto ci riguarda, fischi e cori con richieste di dimissioni rientrano a pieno titolo nei metodi democratici, gli insulti e le minacce fisiche no.
    ascoltate al secondo 0:30 le minacce di questo democratico dirigente PD:“Ehi BEllA, sei a casa nostra qua… alora STAI ZITTA… CHIARO? SENNO’ TI PRENDO IO E TI PORTO VIA IO… TU QUI SEI OSPITE”
    https://www.youtube.com/watch?v=vi8aeqYeJIM&feature=share

  • ombra che cammina

    Eh si ! Volano proprio gli stracci, e non sono puliti….
    Non ho capito bene il problema: 
    il problema e’ che il politburò e’ arrabbiato per la contestazione o perche’ si e’ reso conto che la base non la beve più ?
    Io propendo per la seconda ipotesi perchè dare del fascista a Golinelli è come minimo comico; comunque che vi piaccia o no è ‘cosa vostra’ e non lo scaricate con un aggettivo ormai inflazionato.

  • Francesco

    Tipici toni di chi dice:
    “Liberi di pensarla come noi”

  • giorgio

    ..una volta eravamo noi di sinistra che contestavamo. Adesso siamo noi di sinistra che ci prendiamo le urla : perchè ci arrabbiamo?

  • Robespierre

    Cari Renzi calvano ex montian_forneriana Giannini fate un bagno di democrazia elettorale e dopo se sarete maggioranza  avrete ragione di strepitare ora siete degli abusivi.

  • luca

    e chi va al potere senza manco essere eletto da nessuno come può essere chiamato?

  • Enrico

    Merde? Fascisti? Inutile ricordarvi che sono anche le merde e i fascisti che pagano il vostro stipendio….Ma Vergognatevi tutti…. Classe politica di basso profilo, talmente piena di se da far ridere…. Andate a casa tutti, fareste un favore alla collettività…. 

  • chilafalaspetti

    Cari compagni è dura dover patire sulla propria pelle quello che, abitualmente, siete voi a fare nei confronti di tutti coloro che non la pensano come voi. Le reazioni volgari e scomposte che state manifestando, dimostrano come non siate abituati a tollerare il dissenso. Ogni “dittatura” (anche quella pseudo intellettuale che proponete voi) ha una fine…chissà che non sia la volta buona e che i ferraresi si sveglino!!!

  • Andrea Vacchi

    Curioso come i contestatori siano stati chiamati: fascisti, fascisti urlatori, partigiani, merde, etc. ma mai comunisti!!! 

  • enry

    Certo i piddini hanno un bel coraggio a dare dei fascisti a chi contesta; purtroppo l’arroganza del potere ed il mondo di privilegi dove sono abituati a vivere,li rende sprezzanti e sicuri che in ogni modo loro se la cavano! Brutta gente!!! Altro che fischi si meriterebbero….

  • Giuliano

    I”compagni” hanno sempre avuto il vezzo di etichettare come fascista ogni iniziativa di contestazione e disappunto rispetto alla “politiche intraprese”.Che si aspettano dalla gente che si trova senza lavoro ed a cui chiedono sacrifici quando il loro premier sperpera danaro alla facciaccia nostra per un aereo personale e per vedersi in prima fila un incontro di tennis di una tennista che paga le tasse in Svizzera?Si chiedano quale e’ il livello di disperazione del paese e l’ esasperazione che hanno prodotto e se e’ rimasto in ciascuno di loro un barlume di buon senso si daranno delle risposte. […]

  • James

    Che spettacolo indegno….gli insegnanti che urlano coi cartelli “deportazione di stato” , questi che se non usano la parola “fascista” una volta al giorno non sono contenti, la Bertelli che parla di merde….ma che futuro potrà mai esserci in Italia se questi sono gli insegnanti e i politici che ci ritroviamo? Non abbiamo speranza..i giovani fanno bene ad andarsene.

  • Arturo

    Io non sono ne fascista e ne comunista, voto 5 stelle, ma vorrei dire ai signori del PD che si scandalizzano tanto quando vengono contestati e parlano di metodi fascisti, perch non vi scandalizzate e non apostrofare come fasciste, le contestazioni a Berlusconi,o quelle pi recenti ad ogni comizio di Salvini? siete solo degli ipocriti finti democratici.

  • E

    Una cosa vergognosa quella avvenuta ieri sera! C’è più impegno da parte dei sinistri a buttar giù Renzi che a suo tempo Berlusconi! Non ho visto le stesse scene contro la Gelmini quando smantellò le cose buone della scuola italiana! E questi pretenderebbero di essere ascoltati? Dopo simili comportamenti li metterei a casa!

  • http://libero.it Franck

    Beh certo tutto ciò che è diverso da loro e dalle loro idee è merda, alla faccia del confronto e della libertà di opinione

  • ahahah

    Ma non erano costoro a invocare denunce e arresti per la diffamazione sui social? Coerenza…

  • maperfavore

    come al solito dal PD due pesi e due misure!

  • Max, il vecchio Max

    E dopo la kyenge ecco la giannini……….. snobbate dai partecipanti alla festa (festa?? che hanno da festeggiare?) dell’unità (unità? ma per favore….mai vista una siffatta diaspora a sinistra!!) anzi, la seconda pesantemente insultata.
    Naturalmente si tratta dei soliti facinorosi, naturalmente, magari pagati da salvini….
    Comunque la kyenge non è riuscita a far passare calderoli per razzista con la storia dell’orango, e questo grazie ai suoi colleghi di partito (i piddisti..). La seconda non è riuscita nemmeno a parlare, esattamente come a Bologna e in altri luoghi della rossa Emilia Romagna.
    La prima verrà ricordata per il suo spiccato razzismo nei confronti degli italiani, la seconda invece solo per quel topless in spiaggia che avrebbe potuto benissimo evitare oltre che per il pudore, per lo spettacolo non proprio edificante dovuto ad una fascistissima forza di gravità.
    Per me i compagni stanno aprendo gli occhi e, forse, molti si redimeranno. Auguriamocelo per l’Italia.

  • Roberto Pietri

    Ero presente alla festa pd ieri sera, di fascisti tra il pubblico non ne ho proprio visti, “signora” Ferri.
    Se i dirigenti pd si sono alterati per la pessima figura “organizzativa” si interroghino in merito: è troppo comodo dar sempre la colpa agli altri quando si è incapaci di far qualcosa!
    Impedire a qualcuno di parlare non è espressione di democrazia, ma chi fino ad ora non ha mai ascoltato gli altri è stato ricambiato con la stessa moneta.
    Il signor Calvano ieri ha gridato alla mancanza di democrazia, è meglio che prima guardi dentro al suo partito che ha espresso un premier NON VOTATO da nessuno: DEMOCRAZIA? 

  • ElleGi53

    Eh già, quando sono loro a schiamazzare verso gli avversari o peggio (perché i compagnucci non disdegnano certo spranghe, sassi ed estintori…), allora tutto va bene, tutto è democratico, tutto è espressione di legittimo dissenso, ma se qualcuno fa lo stesso con loro, anche solo a parole, apriti cielo, va già bene se non chiedono il ripristino della pena di morte per gli ‘aggressori fascisti’… Qui non mi interessa chi tra le due parti ha ragione o torto sulla scuola, mi disgusta il solito, repellente doppiopesismo di pidini e compagnucci loro di merende!

  • Max, il vecchio Max

    Vorrei ricordare che i metodi “Fascisti” che impediscono a personaggi pubblici di esprimersi o di recarsi in vari luoghi, sono stati usati dai fancazzari dei cosiddetti “centri sociali”, che di sociale hanno ben poco, nei confronti di uomini, donne e persino reporter che non fossero allineati con la sinistra!

    Pertanto lo stalinismo è all’ordine del giorno e chi si indigna così tanto oggi, ha approvato ciò che è stato fatto ieri a Salvini o ad altri!

    Ma la codona di paglia è sempre lì, in genere orientata a sinistra…..

  • Max, il vecchio Max

    @Andrea Vacchi: Io lo faccio!!!!

  • alberico

    Allora vediamo…manca solo la parola leghista ed i kompagni hanno fatto tombola!!!! […]

  • giangi

    Riusciamo a dire qualcosa “non di pancia” e a fare una disamina seria? Bene, allora io contesto il metodo intidimidatorio e intriso di violenza, almeno verbale, che è consistito nel non far parlare le persone; questo metodo di “attacco personale” con questi modi è quello che – negli ultimi anni – hanno introdotto i 5S, e che io ho fin da subito detestato. Il PD, tuttavia, finora l’ha sempre tollerato (anche quando era contro qualcuno dei suoi….). C’è da dire poi che se si vuole avere i titoli in prima pagina questo era il modo (e difatti così è stato), e Renzi Calvano ed i suoi lo sanno bene, sono dei grandi esperti di comunicazione (più che di sostanza) per cui chi di spada ferisce…. Tutta questa vicenda della riforma della scuola è stata incentrata sulla comunicazione, di nuovo c’è ben poco, si è finta una consultazione popolare mentre delle opinioni reali (non postate da qualcuno prezzolato su Internet)non si è tenuto alcun conto….(continua)

  • alberto lupi

    Probabilmente la cosa migliore sarebbe rimettere in funzione alcuni regi decreti legislativi: 31 dicembre 1922, n. 1679; 6 maggio 1923, n. 1054 (scuola media di 1º e 2º grado); 16 luglio 1923, n. 1753 (amministrazione scolastica); 30 settembre 1923, n. 2102 (università) e 1º ottobre 1923, n. 2185 (scuola elementare).
    Si chiamava Riforma Gentile, disgraziatamente ed ovviamente abbisognerebbe di una rifinitura: ma era la scuola degli italiani che qualche Nobel l’hanno preso.
    La riforma Gentile come approvata nel 1923 non sopravvisse che pochi anni, dato che dai Patti Lateranensi in poi dal cambiamento dovuto all’allora ministro della Pubblica Istruzione Giuseppe Bottai al connubio DC e PSI, della legge n.1859 del 31 dicembre 1962, che riprendeva alcune idee della Carta “bottaiana”, e poi a seguire….

  • frankie

    Ma quanta classe signora bertelli ( con la b minuscola!!)!!
    Sì vergogni!!!!!!!!!!

    Poveri noi….

  • giangi

    (continua)… per cui, voglio dire, se si cerca il “colpo di comunicazione ad effetto” poi come lamentarsi se c’è una reazione uguale e contraria? Il PD ed i suoi compagni di merende usa le stesse (efficaci!) strategie comunicative di Berlusconi. Non può, però, tollerare che i “dissidenti” usino le loro, evidentemente!

  • marmotta

    Stavolta l’han pestata per dire ….grossa…però vorrei sapere quando mai accettano il confronto anche duro …mai…

  • Gagio

    Ai tempi del fascio, chi usciva dai ranghi e contestava il regime era definito comunista, oggi al tempo dei comunisti chi esce dai ranghi e contesta il regime viene definito fascista. Cos’e’ cambiato????

  • alessandro*

    Simpatica la Giulia Bertelli,che linguaggio elevato,che classe politica,proprio all’altezza di”feisbuck”.Ma la signora Giannini deve essere difesa da altri o sono dispiaciuti perchè volevano fare bella figura.
    Può anche essere che abbiano ragione,ma mi sembrano come alcuni sindacalisti che ho incontrato nella mia vita lavorativa e che ai dubbi sul contratto da parte dei lavoratori,rispondevano:Perchè…è un buon contratto.Perchè ormai l’avevano firmato e quindi stop.Strano modo di fare…ma già è vero,loro stanno facendo il bene del Paese,stanno rinnovando e non bisogna rompere il giochino.
    Cari miei,[…] sembrate il bambino che se non si faceva come diceva lui,si portava a casa il pallone perchè era suo.Grande politica da social network,fa rimpiangere la 1°Repubblica,almeno avevano più classe…aqffluenza alle ultime elezioni,do you remember?

  • Red

    Cosa significa discutere quando i buoi sono scappati? Quando era tempo di discutere è stato impedito qualsiasi dibattito, e adesso si vuole tinteggiare “la buona scuola” di democrazia. La verità è che tutti sono talmente inchiodati alla poltrona che assecondano tutto pur di non mollarla. Dignità dove sei?

  • leopoldo

    Bene a sapersi.I fascisti erano coloro i quali si opponevano alla gerarchizzazione della Nazione e non le camice nere.I fascisti,secondo questa logica,erano Gramsci,Pertini,Longo,Saragat,Rosselli,Calamandrei, Salvemini,Einaudi etc, etc.
    E non benito,farinacci,bianchi,balbo,de vecchi,starace,bottai, etc,etc E così adesso. Il pd è un partito che, quotidianamente, fa strame di democrazia e socialità, e i fascisti sono gli altri.
    Ebbene, io sto con con gli insegnanti che non sono fascisti, ma che hanno ragione a ritenere tale il pd. Una piccola domanda. Cari pd-ini, quando finirete di spellarvi le mani per “il nemico”? Vi ricordo che costei è una montiana di ferro, adesso renziana, cioè democristiana. Proprio coloro che vi hanno derubato della sovranità,dellapensione,della sanità,della scuola,che vi vogliono demansionare,licenziare su 2piedi,senza giusta causa,e che vi vogliono controllare con la catena elettronica alla caviglia se tentate di sottrarvi all’ottimizzazione dello sfruttament

  • laura

    Impari ad usare un linguaggio consono Giulia Bertelli, ma chi crede di essere, ed impari ad accettare critiche, questo governo non è stato eletto dal popolo italiano ed il signor Renzi lo sa bene. Forse è l’inizio della fine della sinistra che voi credete di rappresentare.

  • Luca

    benedette elezioni, quando sarà il momento ?
    NON VEDO L’ORA
    mi sa che mi farò delle belle risate a crepa pelle.
    anche i rossi si stanno accorgendo dei danni che questo governo sta facendo all’Italia.
    PS per patrizia . . . stappa stappa ! !

  • leopoldo

    Questi insegnanti sono i nuovi partigiani.
    Che parta da loro la cancellazione del pd, si spera democratica. Chi dà del fascista e del “merda” ai lavoratori è un fascista.

  • Nicola

    Si continua a scrivere che, a Ferrara, alla ministra Giannini sarebbe stato impedito di partecipare a un “dibattito”.
    Grave errore.
    Si trattava di una “iniziativa pubblica” dal titolo “SCUOLA E UNIVERSITÀ: RIPARTE IL FUTURO” alla quale avrebbero preso parte:
    – Stefania Giannini (Ministro all’Istruzione, Università e Ricerca)
    – Francesca Puglisi (Responsabile Scuola, Università e Ricerca del PD nazionale)
    – Paolo Calvano (Segretario Regionale PD Emilia-Romagna).
    Avrebbe moderato l’incontro Laura Perelli della segreteria provinciale del PD ferrarese.
    Una stucchevole iniziativa governativa con tre partecipanti e un moderatore TUTTI DEL PD!!!
    ALLA FACCIA DEL PLURALISMO!!!

  • boy

    “…tutto ciò che impedisce la discussione, il confronto. …chi urla in faccia alle persone e non ascolta la risposta. …chi contesta senza nemmeno accettare un contraddittorio. …chi vuol essere ascoltato ma non accetta altra voce oltre alla sua”

    Esattamente ciò a cui ci fa assistere in questi giorni il PD a proposito del ddl Boschi.

  • ric

    assessora, ministra, fascista ma come siete messi? non vi fate ridere da soli?

  • http://estense.com pongo

    Il solito vizio dei compani duri e puri. Etichettare come fascisti tutti coloro che non la pensano come loro. Eppure tra i contestatori c’erano anche coloro che per anni hanno votato PD.
    I dirigenti ferraresi del PD dovrebbero vergognarsi. Sono stati proprio loro e i loro padri ad adottare comportamenti intolleranti e violenti contro i partiti avversari e i dissenzienti. I gulag li hanno inventati loro!

  • best67

    per un comunista e/o derivato del medesimo,basta dare del fascista a qualcuno,e si risolve tutto..!

  • Pasquino

    A queste parate di partito l’unico risultato gradito dal PD erano gli applausi….andate a Pontelagoscuro potrebbe andare meglio 

  • pupellamaggio

    Prego tutti gli “onesti democratici” di dare uno sguardo alla seguente pagina:
    http://www.opentg.it/controlla-i-tg/
    .

    Cari “democratici” avete reso il sistema mediatico un’enorme cassa di risonanza del vuoto renziano. Televisioni e giornaloni tutti compattamente schierati, come mai in tutta la storia repubblicana, schierati a far cerchio attorno al governo.
    Se anche qualche piazza fisica si riprende il diritto al dissenso, non crucciatevi : questa è la vera democrazia e non il consenso costruito da un sistema dell’informazione tutta in mano ai gruppi di potere che da sempre decidono in questo paese. Vi ritenete interpreti del cambiamento e non vi accorgete di essere la più coerente continuazione del potere democristiano e poi di quello berlusconiano.

  • massimiliano

    Pd siete un dittatura senza precedenti..vergognatevi pagherete tutto alle urne

  • nutria incipriata

    Io lo vorrei vedere negli occhi quello/a del PD nel mentre da del fascista al Maestro Mauro Presini .
    Non siete degni di lucidargli le scarpe…
    e guardate che non è una battuta,arriva dal cuore la mia considerazione.
    Si , è vero,è stata persa un’occasione impedendo il dibattito,o perlomeno prima si doveva chiedere al Ministro dove insegna la signora agnese landini * ,moglie del “nipotino di verdini”( Zio…ohhhh..zio che me li daresti li voti al senato?)poi avuta risposta … la si mandava via a fischi.
    ciao ciao

    Istituto Balducci di Pontassieve… dietro l’angolo di casa …manco si toglie le ciabatte per andare a scuola .
    Ma vergognatevi tutti !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Gagio

    Del resto dalla foto si puo’ notare una ministra molto incacchiata.. e un povero Calvano a braccia aperte e supplicare un perdono, non vorrei essere nei suoi panni. Forse la ministra pensava di venire qui a fare un monologo e calvano di avere a disposizione una clack preparata?

  • Papaveri e papere

    Il bon ton dei cattocomunisti:”fascisti”???..”merde”??
    Parbleu!!!!

  • Leda

    Ferrara la “roccaforte rossa” che non ha “protetto” una sua compagna che ha rimediato contestazioni e figuracce DOVUNQUE si sia presentata.Prevedo una purga per i dirigenti locali…in Siberia.

  • Giuliano

    Confermo quanto ha detto @nutria incipriata.Conosco Presini da quando giocavo a rugby nel CUS.Per quel che mi riguarda di fascista non ha proprio nulla.Chi usa questi epiteti offensivi e’alla frutta delle proprie argomentazioni politiche e ci prova sul piano della diffamazione.VERGOGNA. 

  • Zorz

    Guardando chi ha contestato si riconoscono personaggi della sinistra pd e simpatizzanti di sel… Più che fascisti, dei genuini anti-democratici… COMUNISTI!!! Cari esponenti del pd, cominciate ad usare la parola COMUNISTA come insulto… Sarebbe ora…

  • Giovannone

    Alla signora ‘bene’ che ha usato una frase e una parola ‘chic’: “ho scoperto cos’è la merda”, chiedo: quando a qualche missino veniva perfino rifiutato un caffè in un Autogrill, con il personale che si metteva in sciopero, quella cos’era, crema alla panna? Bravo, invece, Modonesi che ha sdrammatizzato. Perchè simili carnevalate e gazzarre avvengono dappertutto. Nel compostissimo Parlamento di Tokio, ieri, sono volati pugni e schiaffi. Sig.ra Bertelli, venga giù dal pero e legga un po’ di più. Forse imparerà cos’è diventata la politica. Non solo in Italia.

  • brancaleone

    Apprendo ora che i ragazzotti dei centri sociali che passano la vita andando a zittire personaggi come Pansa alla presentazione di un libro, sono fascisti. Ma pensa un po’….  

  • POAR FRARES

    MI SA CHE @LEDA ABBIA PROPRIO COLPITO NEL SEGNO. FORSE DALLA SOLITA SUDDITANZA CHE TANTO PIACEVA AGLI ESPONENTI DELLA SINISTROIKA FERRARESE, NON CI SI SAREBBE MAI ASPETTATA UNA RIVOLTA SIMILE, PROPRIO CONTRO COLORO CHE HANNO SEMPRE RAGIONE E CHE SE NON LA PENSI ALLO STESSO MODO SEI FASCISTA O ADDIRITTURA MERDA. SPERO CHE IL PARTITO GIUSTO PD PRENDA PROVVEDIMENTI CONTRO LA BERTELLI CHE SICURAMENTE NECESSITA’ IN UN RITORNO NELLA BUONA SCUOLA VISTI I SUOI MODI.

  • Ian Smith

    Giovanni XXIII diceva a un suo segretario: “SONO VENUTO DUE VOLTE A FERRARA,LA PRIMA VOLTA ERAN TUTTI FASCISTI, LA SECONDA VOLTA TUTTI COMUNISTI”.
    Che i ferraresi abbian cambiato casacca per la terza volta?

  • marmotta

    La signorina Bertelli è responsabile welfare?..siamo in ottime mani….

  • ergatto

    Godo come un riccio !!! Vi siete dimostrati per quello che siete veramente !!! Qualcuno non di corta memoria ricorda cosa i “compagni” facevano e dicevano al Berlusca che comunque era REGOLARMENTE E DEMOCRATICAMENTE ELETTO ? Acutil compagni…..

  • Ian Smith

    Secondo me e mi auguro di sbagliare se questi politicanti continuano a fare gli arroganti così ci saranno episodi di jacquerie molto molto seri in Italia.

  • Roby r

    Mi complimento con la ministra Giannini che ha dato il buon esempio, se ne tornata a CASA, ed e’ cio’ che tutti i politici ITALIANI dovrebbero fare. PRENDETE ESEMPIO SIETE LA ROVINA DEGLI ITALIANI E DELL’ITALIA. 

  • ale6881

    …la sinistra che in questi anni in Italia come nella bella Ferrara non hanno fatto altro che creare danni dall’istruzione al mondo lavoro si lamentano delle contestazioni??….la gente che cosa deve fare secondo questi???..Applaudire e ascoltare in silenzio come i bimbi ascoltano le favole??…la gente fa bene deve contestare e protestare….perchè è ora che il popolo italiano venga ascoltato!!…i cari politici invece di prendere un stipendio senza far nulla…dovrebbero andare nei campi a lavorare solo cosi possono capire il significato di LAVORO e del SUDORE che ci mette la gente per sbarcare il mese!!

  • mario

    Nelle foto pubblicate che contestano vedo anche ex ass. Della provincia,”la provincia non era di senistra”?

  • Gagio

    beh e’ da 80 anni che alla disperata bisogna l’epiteto viene utilizzato dai compagni per zittire qualcuno quando non si ha piu’ nulla da dire per contrastarlo, o per infangare un leader di qualche partito politico, potenzialmente pericoloso dal punto di vista elettorale. Alla parolina magica…pare che i compagni smarriti, rispondano al richiamo come tanti soldatini al suon di tromba

  • Grasse grosse risate

    Merde? Fascisti? … Specchio di gomma, la parola vi ritorna!!!

  • FiveSeven

    Questa sera lo spumante lo stappo io,e anche molto volentieri…
    Alla salute Kompagni….mille di questi giorni e mille di queste figure. 

  • prof

    Ma avete visto la gente che protestava ieri in piazzetta? Non erano tutti “estremisti”e ” fascisti” la maggior parte delle persone erano comuni cittadini che nella scuola ci vivono tutti i giorni come insegnanti e ATA. Gente che non ha avuto il diritto di replica in questo ultimo anno, gente che si vede calare dal’alto una riforma che non è stata condivisa, precari maltrattati, aspettative deluse. Gente che credeva e votava nel PD, gente che è stanca di essere presa in giro e che non ha fiducia nella politica. La rabbia e lo sfogo non saranno stati una manifestazione elegante di dissenso, ma rappresentano un modo per farci sentire e dimostrare il nostro livore e disprezzo.

  • CentofuoridaFE

    Sempre più ridicoli, anche per la facilità con cui usate certe parole tipo ‘fascisti’

  • FM

    Faccio pubblica ammenda per avere talvolta usato il termine “radical-chic” riferendomi a quelli lì. Prendo atto che non sono né radical, né tanto meno chic.
    Ripiegherò sul più appropriato “catto-comunisti”.

  • marmotta

    Devo dire che pure i commentatori del fq ,sembrano conoscere molto bene i piddini in generale ma pure quelli ferraresi….lusinghieri commenti

  • kiwan

    Sono d’accordo con l’Assessore Aldo , tanto la festa serve per fare soldi 

  • Stefano

    ah ah fascisti!!1 ma non sapete mettervi in bocca altro quando venite contestati!? ..che poi i contestatori tutt’altro che fascisti sono….ridicoli…complimenti alla sig.ra Baraldi che sfoggia una dialettica veramente fine e di livello….

  • andrea

    fanno tutti così quando comincia a mancare la terra sotto i piedi,a proposito di m[…] come la mettiamo con la coopcostruttori,andate a vedere se vi votano ancora .

  • perplesso

    Proporrei di allestire una tavola rotonda con il seguente ordine del giorno : 1) quali sono le differenze fra Politici e politicanti (le maiuscole/minuscole sono assolutamente volute) 2) come possiamo inculcare ai nostri giovani l’educazione se non si hanno buoni esempi 3) commento al noto proverbio “chi di spada ferisce, di spada perisce” . Tanti saluti educati a tutti, ricordando che il 2019 è sempre più vicino e che tutte le m….agagne vengono al pettine ! Alla fine tutte le roccaforti crollano, proprio perchè c’è la convinzione che non possano crollare !

  • Filippo

    Meglio mxxxx che “servi del regime”.
    Quanti sono gli exDC riciclati e gli exPCI “downdated” al PD?

  • Alberto P.

    @Roberto Pietri Tipico esempio di analfabetismo costituzionale: C’è forse scritto da qualche parte della Costituzione che il Presidente del Consiglio debba essere eletto dal popolo? NO.
    C’è scritto invece che Il Presidente della Repubblica sceglie una persona e gli dà l’incarico di formare un Governo, e di solito conferisce l’incarico di formare un Governo al capo del partito che ha avuto la maggioranza dei voti perché è più probabile che ottenga una fiducia dalle due Camere.Teoricamente il Capo dello Stato potrebbe tranquillamente conferire il mandato a Lei o al suo salumiere, saranno poi le Camere a rispedire a casa Lei o il salumiere in salumeria.A proposito di propaganda menzognera e malafede. 

  • un amico

    Introvabile, se non a prezzi di rarità il libro di Corman sul nascere del fascismo a Ferrara è disponibile in biblioteca.
    Per chi vorrà leggere la prima parte potrà notare come i metodi dei fascisti, quelli veri, non fossero troppo distanti da quelli della sinistra che governava la Ferrara del primo anteguerra; disgraziatamente il deficit di democrazia in città data da oltre un secolo.

  • Pasquino

    @Ian Smith.La terza volta sono piuttosto confusi:votano per quelli che erano i peggiori rivali del PCI ma non sanno che sotto la giacca hanno lo scudo crociato. 

  • martino dell’ utero

    se non vi sopportano più nemmeno a Ferrara,significa che dovete andarvene e fare nuove elezioni,come si fa in qualsiasi paese civile. Un grande buuu.. di contestazione al pd..

  • best67

    @brancaleone,dipende da chi”zittiscono”!anche il cittadino italiano salvini,un sacco di volte non ha potuto esercitare quei diritti che la Costituzione riconosce a tutti,ma sinistri indignati per ciò non ne ho mai visti!

  • Marghe

    Ieri sera non c’ero. Se fossi andata (come avevo intenzione di fare) avrei voluto sentir parlare il ministro per poi controbattere punto su punto, per demolire tra le sue mani questa merdoriforma che di buono ha solo il nome. 
    Non far parlare ti fa passare dalla parte del torto. 
    É come approvare una legge importante con il voto di fiducia. Come strutturarla con un solo articolo, se no la fiducia non sarebbe applicabile. Come sbandierarla innovativa mentre ci fa tornare indietro ai tempi dei podestà. Come riempirla di deleghe in bianco, cosicché si possa intervenire in seguito bypassando qualunque dibattito parlamentare. Come non ascoltare il lavoratori del settore e deriderli, dicendo che sono ancorati al passato. 
    Insomma, non far parlare é come essere del PD.

  • Marghe

    In ogni caso non ci sto per nulla a farmi della della fascista o della merda da chiunque sostenga questo partito padronale, che era dalla parte dei lavoratori mentre oggi… Beh, oggi é Renzi.

  • Ghigo

    @Alberto P. provi invece lei, oppure il suo salumiere, a passare attraverso la legittimazione dell’americanata delle primarie con voto imbeccato da organismi sovranazionali che con la Costituzione poco o nulla hanno a che fare.

  • mattia

    il signore […] sarebbe ora che pensasse al bene di ponte invece di dare del fascio a chiunque… 

  • Alfredo

    Un presidente del consiglio non eletto dal popolo che spende centinaia di milioni di euro per un aereo di me.a e voi date dei fascisti agli altri???? Ma andate a quel paese

  • magu

    Quando Squinzi e Marchionne dettano l’agenda politica del governo ed i sindacati sono considerati dei “nemici” non si può pretendere “silenzio” o addirittura “consenso”. La contestazione è il frutto di risposte non date alla parti più deboli del paese e della metamorfosi di un partito che ormai ha perso contatto con le forze più “sane” e “aperte” della società.

  • http://apolitico apolitico

    Sento una profonda pena per chi ancora vota PD . Elettori queste persone non meritano il vostro voto , vedono nemici e fascisti ovunque .

  • Vittorio Ferrari

    Una sola domanda a quelli del PD:«Come ci si sente a non essere più in cima alla “catena alimentare”?».

  • aldo

    Quelli del Pd sono sulle orme di Mussolini, che aveva iniziato il suo impegno politico come grande socialista massimalista per finire appeso a Piazzale Loreto. Loro, quelli del Pd sono sulla stessa strada.  

  • Filippo

    Piena solidarietà ai “fascisti(?)” ed alle “mxxxx(!)” (citazione) che hanno manifestato il proprio dissenso in modo “inopportuno” e “disdicevole”. 
    Quando non si viene ascoltati mai, nel momento in cui puoi controbattere e dissentire, chi comanda vuole che tu lo faccia(?) in modo educato ed aperto al dialogo.
    La stessa apertura al dialogo che ti era stata negata in precedenza…
    In molti la pensano come @Marghe quanto scrive: -“partito padronale, che era dalla parte dei lavoratori mentre oggi… Beh, oggi è Renzi”-.

  • http://yahoo kazako

    bertelli giulia? Che finezza di linguaggio, che toni sublimi, veramente un’oratrice incantevole. […]

  • fabrizio

    @gagio….al tuo commento aggiungo che la “signorina” bertelli a un mio commento sulle merde e sulla merda ha scritto….”si vede che lei è proprio sul pezzo”. ricordiamo che il pensiero è partito non da una votante pd ma da un’esponente pd ma che la giovane età la può qualificare solo sbarbatella invasata, di certo non esponente pd.

  • Francescoq

    Merda è chi scrive le regole e non le rispetta. Merda è chi vive bene e non capisce le urla di chi vive male. Merda è chi crede che il popolo (che è sovrano) debba tacere, aspettare in eterno, vedere la sua vita e quella del proprio vicino e dei propri cari scorrere nelle incertezze. Merda è chi costringe un intero popolo ad andarsene. Merda è l’Europa che non esiste nella realtà perché ognuno fa ciò che vuole. Merda sono le banche, tutte, che rubano perché “è consuetudine” e che costano miliardi e miliardi ogni anno. Merda è la legge italiana, che non punisce davvero chi dovrebbe essere punito. Merda è chi in giacca e cravatta non rispetta la costituzione. Merda è chi ritiene merda uno perché è povero. Merda è chi dice che la violenza è dei pazzi, senza ricordare che senza violenza la storia non esisterebbe. Merda è l’ipocrisia di tutti, me compreso forse. Merda è tutto ciò che crea male, ma ancor di più, Merda lo è chi vedendo come vanno le cose non interviene.

  • Tinkup

    Certo che se per giustificare le contestazioni si arriva a dare dei fascisti a chi legittimamente lamenta il proprio disagio vuol dire che non si hanno più argomenti….significa che almeno a Ferrara il PD rappresenta una sorta di vuoto cosmico……..

  • bigno

    Ah ah, questa bertelli ricorda il bue che da del cornuto all’asino ah ah. Questo marciume informe che si fa chiamare pd è composto da gente cosi. A sen a post

  • bob

    ma erano tutti di sinistra in cui capeggiava ex assessore in provincia sergio golinelli…….alla faccia dei fscisti,calvano ma va a mele

  • EIijah

    Ormai “fascista” viene usato come sinonimo di stron**. Sarebbe il caso che questi signori, che si sono sempre attribuiti una superiorità morale e intellettuale, comincino a frequentare più la vicino libri e dizionari. Anche quel tizio che ha paragonato la Shoa’ ai fenomeni migratori dei nostri giorni. Studiare di più e parlare di meno, per agire meglio (forse)

  • SERGIO

    ….MA SMETTETELA DI FARE I VITTIMISTI……..QUANDO SI GOVERNA SI PUO’ ANCHE ESSERE CONTESTATI…..COSA VOLTE CHE LA GENTE SUBISCA LE RIFORME DEL PALAZZO …..SENZA DIRE NIENTE??? VITELLIO , FERRI , BERTOLASI STATE SERENI…..NESSUNO E’ FASCISTA…PER VOI CONFRONTO E’ UN SOLILOQUIO ,,,,QUELLO CHE SOLITAMENTE FA RENZI…….DATEVI UNA MOSSA , NESSUNO HA L’ANELLO AL NASO….

  • sara

    che comica, vedere i maggiordomi del piddi locale sbratirare, fare gara a chi difende meglio e con più veemenza il capo.. tutto solo per una cosa: salvare il loro posto di “lavoro”, o comunque per i più giovani la prospettiva di entrare presto nell’elenco dei fedeli soldatini mantenuti dal partito. c’è una serie di fenomeni ferraresi (l’articolo ne cita una buona parte) che recitano la parte degli invasati pronti a donare la vita per aiutare la patria, in realtà han solo subodorato che ci può essere ciccia per non fare una mazza e imboscarsi a vita con lo stipendio gratis.. gli altri? a zappare, of course

  • CCCP

    sempre la colpa ai fascisti , ma anche i comunisti dove comandano o hanno comandato non facevano parlare perchè non gli urlate mai Komunisti?

  • http://libero.it Franck

    Quando Berlusconi venne internazionalmente deriso dal duo gatto e la volpe franco-tedesco Sarkò-Merkel il Pd si sfregò le mani alla faccia dell’orgoglio nazionale ed ora per due fischi fà il permaloso e cerca inesistenti fascisti, ma l’onestà intellettuale dov’è? E non sono berlusconiano.

  • Dade

    Poverini i piddini come fanno adesso che per colpa dei fasistoni hanno fatto brutta figura ….nella rossa e impervia Ferrara. ….ma cosa dite si chiama democrazia il poter protesta. .ma presto finirete la vostra lobby. .

  • il censurabile

    Quando passerà un politico per ferrara che sommerso da fischi e insulti dirà che hanno ragione per tutte le porcherie fatte.. fatemelo sapere.. ormai non è una questione di educazione quando ti hanno preso in giro prima di arrivare. .

  • genny

    @Psychocandy  censurano perché sono tornati i censori dalle ferie e sono gia stressati.  Infatti so, da amici, che censurano a c•••• di cane e non abbiamo mai capito il perché visto che lo fanno anche senza senso. Oppure vanno a preferenza e mi sa che anche questo non passa.  Ma se ne sono accorti anche loro che la gente ne ha due sport in e piene di questi politici intasca tutto.

  • scursuro

    sento parlare di compagni,ma i compagni erano tutt’altra cosa,andando indietro con gli anni,tantissimi anni.Ora di sinistra c’è più nulla,si rispolvera la vecchia DC.Uno su tutti Enrico Berlinguer si sta rivoltando nella tomba

  • http://facebook laura

    cari piddini state rovinando l’italia  ferrara avete sfaciato tutto persino la banca ferrarese  fate schifo 

  • odette

    non ho capito..son fascisti quelli che protestano e son democratici quelli che ci governano senza essere stati eletti? Allora cominciamo col cambiare il significato della parola ” democrazia” nel vocabolario della lingua italiana. Agli italiani non è rimasto nessun modo per far sentire la propria voce, se non urlare o imbracciare i fucili. Quando governerete dopo esser passati per il voto, allora e solo allora, potrete pretendere di parlare senza esser disturbati dai contestatori. Per adesso siate contenti di non aver ricevuto dei pomodori in faccia!

    piena solidarietà ai contestatori!!

  • greg

    Cari rappresentanti del PD o di quella specie di partito che oggi non si capisce se sia di destra, sinistra, centro, la democrazia la state uccidendo voi con la vostra prepotenza governativa!! Tanti saluti da un elettore ormai ex PD.

  • i compagni ad predappio

    certo ci vuole un bel coraggio a chiamare fascisti i dimostranto.il P.D ANNOVERA TRA I SUOI ISCRITTI EX FORZA ITALIA P.D.L MA PURE EX ALLEANZA NAZIONALE  E  IN CAMPANIA  SI POSSONO  TROVARE ANCHE PERSONAGGI LEGATI AI CASALESI DETTO E SCRITTO ANCHE DA SAVIANO.  PER NON PARLARE DEGLI ALLEATI DI GOVERNO .QUINDI CARI CAMERATI DEL P.D PRIMA DI PARLARE GUARDATEVI ALLO SPECCHIO PERCHEQUELLO DI FASCISTI E IL VOSTRO NUOVO NOME DA FESTA

  • ridicoli

    alla prossima tornata elettorale andremo neii centri anziani a raccontare chi sono i nuovi fascisti 

  • Achille Toscani

    chi usa questi vocaboli si deve dimettere e chiedere scusa.

  • bebba pig

    il ministro molto probabilmente se ne e’ andato poiche’ non era pronta ad affrontare il dibattito con il pubblico presente.molto probabilmente gli avevano prospettato una serata tranquilla con pubblico zombie e si poteva andare via a rotta di collo snocciolando dati e racconti fantastici .e come solitamente fanno alle feste del p.d le domande sono +o- preconfezionate ed il pubblico passivo niente dibattito con il pubblico solo un triste monologo. ebbene stavolta e’ andata diversamente

  • ELISA

    gentile zavagli lasci ancora un po’ questa pagina affinche’ LE PERSONE  leggendo i commenti si rendano conto che la politica E’ PARTECIPAZIONE ed’e’ pure LO STRUMENTO PER IL RAGGIUNGIMENTO DEL BENE COMUNE

  • noe’

    dopo averne a lungo condiviso gli ideali in gioventu’ . mai e poi mai avrei pensato che i valori della sinistra italiana venissero stravolti e barattati per un cesto di frutta   

  • skiantato

    ” fischia il vento….”

  • amico di estense.com

    Tutto ciò che non va bene è fascista…peccato fossero quelli della Cgil, cioè loro stessi, a contestare i loro simili per sacrosanti motivi.
    La pochezza mentale della sinistra ferrarese ha già l’ennesimo riscontro con questo episodio, ecco a chi si affida il Pd per essere rappresentato, mangiatori di cappellacci, urlatori a comando, gente che si presenta in consiglio comunale come dovesse raccogliere le pere…

  • best67

    @elijah,se è per quello allora,comunista può essere sinonimo di fascista!tanto,i fini e gli ideali erano gli stessi..!

  • Pingback: Vivalascuola. Cosa sbagliano gli insegnanti?()

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi